Completamento della prima fase dei lavori di ristrutturazione della Biblioteca pubblica centrale

In occasione del 40° anniversario della fondazione della Biblioteca pubblica centrale di Malta a Floriana, il Ministro per il Patrimonio nazionale, le Arti e il Governo locale Owen Bonnici ha inaugurato la prima fase dei lavori di ristrutturazione della biblioteca, con un investimento di 340.000 euro.

I lavori della prima fase di questo progetto hanno incluso la ristrutturazione della sezione del piano terra, ovvero nuovi soffitti e pavimenti, il ripristino delle aperture, un moderno sistema di partizione in vetro che crea uno spazio dinamico per le diverse funzioni e diversi interventi per garantire la completa accessibilità dell’edificio.

Il Ministro Owen Bonnici ha spiegato che, negli ultimi dieci anni, i servizi delle Biblioteche di Malta sono stati sottoposti a sostanziali miglioramenti, in particolare il passaggio a un sistema computerizzato che oggi serve più di cento biblioteche, sia pubbliche che parastatali e private, e l’introduzione del servizio gratuito di libri elettronici per gli iscritti di tutte le età.

Stiamo investendo direttamente nella ristrutturazione dell’edificio stesso, che funge da base amministrativa per l’intera Rete delle Biblioteche PubblicheOwen Bonnici

La Bibliotecaria Nazionale e Amministratore Delegato, Cheryl Falzon, ha ribadito di aver sempre riconosciuto il grande potenziale della biblioteca e dei servizi che offre. Per questo, nel corso degli anni, è stato elaborato un piano e sono iniziati i lavori per migliorare sia i servizi che l’edificio stesso.

Ha spiegato che la seconda fase dei lavori di ristrutturazione è iniziata nella sezione della biblioteca per adulti e, nei prossimi mesi, oltre agli scaffali con i libri nei formati tradizionali, lo spazio includerà hub di lettura, un makerspace dove il pubblico potrà sperimentare la stampa 3D e la Realtà Virtuale e Aumentata e corsi e attività educative e ricreative regolari.

Per la giornata, le Biblioteche di Malta hanno organizzato un programma di eventi per il pubblico in collaborazione con l’Unità di digitalizzazione di Heritage Malta, la Campagna Saving Our Blue e l’Agenzia nazionale per l’alfabetizzazione.