sabato, Giugno 3, 2023
HomeLo sai cheEventiCosa fare a Malta e Gozo dal 7 al 12 marzo

Cosa fare a Malta e Gozo dal 7 al 12 marzo

Tosca di Giacomo Puccini

L’Agenzia Culturale della Valletta e il Teatro Manoel mettono in scena la Tosca di Giacomo Puccini l’8, 10 e il 12 marzo.

Ideata, diretta e interpretata da José Cura, artista di fama mondiale, nel ruolo principale di Cavaradossi, l’opera è interpretata anche da Tanya Ivanova, Carlos Almaguer, Alan Sciberras, Albert Buttigieg, Nadia Vella e Louis Andrew Cassar, oltre che dal KorMalta, dal coro di voci bianche della Malta School of Music e dall’Orchestra Filarmonica di Malta, diretta da Mario De Rose.

La produzione è adatta a un pubblico di età superiore ai 14 anni. Per i biglietti, visitare il sito teatrumanoel.com.mt.

L-arrest ta’ Danny Weed

Riproposta all’M Space, a Msida, dal 10 e il 12 marzo, Arresto di Danny Weed è una farsa che prende di mira la corruzione che serpeggia nella polizia. Scritta da Alfred Buttigieg e diretta da Michale Fenech, si basa sul caso reale di Daniel Holmes, arrestato nel 2006 nel suo appartamento di Gozo perchè coltivava piante di cannabis che riteneva essere a uso personale. Nel 2011 è stato giudicato e gli è stata inflitta una pena detentiva di 10 anni, ma è stato rilasciato nel 2018. Il caso ha suscitato grandi polemiche e molti si sono battuti per il rilascio di Holmes dal carcere.
Il cast comprende gli attori Audrey Scerri, Chris Spiteri, James Ryder, Matthew Sant, Simon Curmi e Sean Briffa.

Per i biglietti, visitare bluebox.com.mt. La produzione è stata supportata dal Consiglio Maltese per le Arti.

MUSICA

The Trumpet Sings!

La Fondazione Barocco, in collaborazione con Din l-Art Ħelwa, presenta il 7 marzo un altro concerto all’ora di pranzo nella chiesa di Our Lady of Victory a La Valletta, questa volta con la pianista Milica Lawrence e Jason Camilleri alla tromba.

Il programma prevede opere di Amy Dunker, Pietro Baldasari e Joseph Turrin.

Dopo il concerto, gli spettatori sono invitati a visitare la cantina della chiesa per assistere a un breve spettacolo audiovisivo sull’edificio, la sua storia e il suo restauro.

L’ingresso al concerto prevede una donazione suggerita di 10 euro. I biglietti possono essere acquistati prima del concerto presso la sede del concerto o inviando un’e-mail a  baroccomalta@gmail.com o chiamando il numero 7968 0952.

Women’s Day Concert

Il 10 marzo, la Corale Vox Dulcis terrà il suo concerto annuale per la Festa della Donna presso il Palazzo de la Salle a La Valletta.

Eseguirà musiche di Enya, Burt Bacharach, Beatles, Kelly Clarkson e una nuova canzone originale, tra le altre.

Il coro è diretto da John Anthony Fsadni e accompagnato dalla pianista Petra Magri Gatt.

Le porte si aprono alle 19.30 e il concerto inizia alle 20.00. I biglietti possono essere prenotati chiamando il 9922 1013, inviando un’e-mail a voxdulischorale@gmail.com o direttamente all’entrata. Per ulteriori informazioni, consultare la pagina Facebook del coro.

A Romance of Errors: A Devised Operetta

L’Opera di Malta, un’organizzazione che promuove la musica classica e i talenti musicali emergenti e affermati, mette in scena A Romance of Errors al MCAST Main Campus di Paola il 12 marzo alle 14 e alle 18. L’operetta è ambientata a Firenze e racconta una storia di follia, rivalità e romanticismo.

Lo spettacolo, diretto dal soprano Nicola Said, è stato sviluppato e progettato dal direttore musicale Gillian Zammit e dai co-registi Joseph Zammit e Philip Leone-Ganado

Per i biglietti, visitare il sito showshappening.com.

Rock Classics degli anni ’60 e ’70

L’Orchestra Giovanile di Gozo e il coro 7SPP celebrano la musica degli anni ’60 e ’70 presso il Mediterranean Conference Centre di La Valletta l’11 marzo alle ore 20:00.

L’orchestra, sotto la direzione del suo direttore musicale Joseph Grech, sarà affiancata da Cash & Band per eseguire i classici del rock di gruppi come Rolling Stones, Fleetwood Mac, AC/DC, Led Zeppelin, Elton John e David Bowie, tra gli altri.
Lo spettacolo prevede l’esibizione di Dorothy Bezzina, Sarah Bonnici, Kurt Cassar, Ludwig Galea e Neville Refalo.

I biglietti sono disponibili su www.showshappening.com o al numero verde 2559 5750.

Emma Hewitt live at Aria Complex

La cantante australiana Emma Hewitt si esibirà dal vivo all’Aria Complex di San Ġwann l’11 marzo.

La cantante rock-trance ha collaborato con diversi deejay e produttori discografici di fama mondiale, tra cui Armin van Buuren, Dash Berlin, Cosmic Gate e Markus Schulz.

I biglietti sono disponibili su showshappening.com.

FILM

The Struggle in Iran – Proiezione e discussione del documentario

ll Moviment Graffitti organizza una proiezione di film e un dibattito solidale alla lotta delle donne in Iran al 67 di Strait Street, La Valletta, in occasione della Giornata internazionale della donna, l’8 marzo.

Verrà proiettato un documentario sulla giornalista, autrice e attivista per i diritti delle donne iraniana Masih Alinejad. Alinejad ha lavorato a lungo sui diritti umani in Iran e continua a svolgere il suo lavoro da New York, dove vive in esilio.

La proiezione delle 18.30 sarà seguita da un dibattito con Sanaz Manouchehrian, una donna iraniana che vive a Malta.

Per ulteriori informazioni, visitare la pagina Facebook dell’evento.

Exhibition on Screen: Mary Cassatt – Dipingere la donna moderna

In occasione della Giornata internazionale della donna, lo Spazju Kreattiv di La Valletta ospita un documentario sulla pittrice statunitense Mary Cassatt (1844-1926), i cui dipinti radicali mostravano le donne come intellettuali, femminili e reali, il che rappresentava un importante cambiamento nel modo in cui le donne venivano rappresentate nell’arte.

Il documentario presenta le stampe, i pastelli e i dipinti più noti della pittrice, mentre i più rinomati curatori e studiosi della Cassatt contribuiscono a raccontare questa storia avvincente di grandi cambiamenti sociali e culturali.

Le proiezioni si terranno il 10 marzo alle 20.30 e il 29 marzo alle 19.30. Per ulteriori informazioni e biglietti, visitare il sito kreattivita.org.

Who Would You Tell?

Il 10 marzo alle 20.00, presso l’Eden Cinemas di St Julian’s, verrà proiettato un documentario sui fratelli maltesi che hanno subito abusi quando sono stati mandati in Australia occidentale negli anni ’60 nell’ambito di un programma di migrazione infantile.

A cinquant’anni di distanza, due dei tre fratelli riflettono sulla loro infanzia rubata e su come gli abusi sessuali, emotivi e fisici subiti abbiano condizionato tutta la loro vita.

La proiezione sarà seguita da una sessione di domande e risposte con la regista del film, Dery Sultana, e il caporedattore del Times of Malta Herman Grech. Per i biglietti, cliccare  qui.

VARIE

FIDEM’s International Women’s Day Conference

La Fondazione di beneficenza FIDEM organizza una conferenza sull’uguaglianza di genere in occasione della Giornata internazionale della donna, l’8 marzo.

Alcuni dei maggiori esperti maltesi analizzeranno come il potere trasformativo dell’istruzione possa eliminare l’ingiustizia di genere. Ci sarà anche un discorso speciale del presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola.

Leggi maggiori informazioni qui. Per i biglietti, visita il sito https://events.fidem.org.mt/womensday.

Women’s Day Tour at Palazzo Falson

Il Palazzo Falson Historic House Museum di Mdina organizza una visita guidata appositamente curata del palazzo in occasione della Giornata internazionale della donna, l’8 marzo.

La visita guidata, che si svolgerà alle 11.00, alle 14.00 e alle 15.30, metterà in evidenza il cambiamento dello stile dell’abbigliamento femminile nella ritrattistica.

La donazione suggerita è di 12 euro per gli adulti, 6 euro per gli anziani e gli studenti, mentre i bambini dai 6 ai 12 anni entrano gratuitamente se accompagnati da un adulto. Per prenotare un posto, manda un e-mail a bookings@palazzofalson.com oppure chiama 2145 4512.

Conferenza di ASinMalta: Encaustic to Acrylic – Come la pittura ha fatto l’arte

La docente di storia dell’arte Lynne Gibson parlerà dell’importante ruolo dei materiali e delle loro tecniche nella comprensione e nella fruizione dell’arte nella prossima conferenza di ASinMalta che si terrà al Radisson Blu Resort, a St Julian’s, il 9 marzo alle 18.30.

Gibson si è formata come artista e ha insegnato pittura, disegno e stampa in scuole superiori e per adulti.

Per la registrazione, manda un e-mail a Nicole Stilon a membership.secretary.asinmalta@theartssociety.org.

Demystifiying Wonderland

I percorsi tortuosi delle neuroscienze saranno esplorati in modo divertente e a misura di bambino attraverso la famosa favola di Lewis Carroll, Alice nel Paese delle Meraviglie, nel prossimo evento Kids Dig Science che si terrà presso lo Spazju Kreattiv a La Valletta l’11 marzo alle 15.00.

L’evento si svolge durante la Settimana della consapevolezza del cervello (dal 13 al 19 marzo). L’evento vedrà la partecipazione dello sceneggiatore e burattinaio Sean Briffa e dell’attore Jeremy Grech.

Per ulteriori informazioni, visita la pagina Facebook dell’evento. Biglietti disponibili su kreattivita.org.

Illuminating Caravaggio

Il-Ħaġar Museum and Community Cultural Centre di Victoria organizza la conferenza Illuminating Caravaggio, sabato 11 marzo alle 11, in cui la consulente per l’illuminazione Rita Curmi parlerà del nuovo schema utilizzato per l’Oratorio della Concattedrale di San Giovanni a La Valletta.

Curmi ha studiato tecniche di illuminazione innovative all’interno di musei e gallerie per realizzare una soluzione illuminotecnica ottimizzata per l’oratorio. Le sorgenti LED sintonizzabili sono state utilizzate per dare una nuova dimensione al capolavoro di Caravaggio La decapitazione di San Giovanni, accentuando ulteriormente il dramma che si svolge davanti al visitatore. Questa illuminazione si è rivelata particolarmente adatta anche per il Mattia Pretis e le abbondanti caratteristiche barocche che adornano le pareti dell’oratorio.

La partecipazione a questa conferenza in inglese è gratuita ma la prenotazione è consigliata mandando una mail a events@heartofgozo.org.mt.

ARTI VISIVE

Scenic Route: Un viaggio artistico attraverso le isole maltesi

L’artista maltese Andrew Smith, specializzato in dipinti “en plein air”, terrà una mostra personale alla Galleria 23 di Balzan fino all’8 marzo.

Curata da Rachel Said e Alexia Gingell Littlejohn, la mostra presenta diverse scene di Malta e Gozo, come la marina di Kalkara, la chiesa di Luqa, i campi di Xewkija, Marsaxlokk, il lungomare di Senglea e Fomm ir-Riħ.

L’artista sarà in residenza presso la Galleria 23, Idmejda Street, Balzan il mercoledì dalle 18.30 alle 20.00.

La visita può essere organizzata anche su appuntamento al numero 9942 8272 o via e-mail info@gallery23malta.com.

Ghost stories

L’artista Alfie Gatt ritrae alcuni momenti della “vita” di una ragazza, a cui si riferisce come la Dama Bianca, nella sua attuale mostra presso Il-Kamra ta’ Fuq di Mqabba.

La figura infesta amorevolmente una casa maltese di lusso, con le sue piastrelle decorate, il tradizionale orologio tal-lira e tutto il resto, affermando così la “maltesità” della narrazione.

Secondo l’artista, il fantasma è una metafora di una persona che vive la procrastinazione.

Ghost Stories, curata da Melanie Erixon per Art Sweven, resterà aperta fino al 12 marzo.

Leggete la recensione del Times of Malta qui.

Antoine Camilleri (1922–2005) – un Tributo

La Gallery of Victoria di Gozo rende omaggio ad Antoine Camilleri, uno dei giganti dell’arte moderna maltese del XX secolo, con una mostra celebrativa.

Camilleri non è importante solo come artista innovativo, ma anche come uno dei membri fondatori di tre gruppi di artisti che negli anni Cinquanta hanno gettato le basi e sono stati determinanti per lo sviluppo dell’arte maltese.

Nel corso della sua carriera, Camilleri si è impegnato a esplorare nuovi mezzi e tecniche. Il suo lavoro riflette la sua sperimentazione con una varietà di materiali, dagli oli e acrilici all’argilla e alla resina, al cemento, alla sabbia e agli objet trouvé.

La mostra presenta una collezione di opere di Camilleri curata da Maria Cassar che dimostra la maestria dell’artista nel trattare diversi mezzi e soggetti. Le opere appartengono a diversi periodi della carriera di Camilleri e la maggior parte di esse viene esposta per la prima volta al pubblico.

La Galleria si trova in via Library Street 1, Victoria, Gozo. La galleria è aperta dal lunedì alla domenica dalle 9.30 alle 12.15. La mostra durerà fino al 24 marzo.

Pause2Save

L’artista gozitano Marvic Muscat documenta la vita come se il tempo si fosse fermato in una collezione di 32 dipinti esposti presso la Banca Giuratale, a Victoria, Gozo.

Gli edifici raffigurati nei suoi dipinti esistono ancora, le cappelle lungo la strada, i bastioni di Mdina e tutto il resto, anche se alcuni di essi sono minacciati da un’edilizia dilagante. L’artista elimina le contaminazioni contemporanee, come le automobili, le insegne dei negozi, i grattacieli e altre atrocità, e si concentra sui fattori di riscatto del nostro patrimonio architettonico e naturale.

Queste opere hanno una qualità da cartolina, che forse riflette il disagio dell’autore nel rappresentare le stigmate del progresso.

Pause2Save è in programma fino al 26 marzo. Gli orari di apertura sono: dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 14.30, il sabato e la domenica dalle 9.00 alle 12.00. L’ingresso è gratuito.

Thirty-three

L’artista locale Pawlu Mizzi presenta una mostra personale presso Gemelli Framing al Villaggio Artigianale di Ta’ Qali.

La mostra presenta 33 opere realizzate nell’arco di 11 anni, tra cui lavori digitali prodotti con tecniche diverse.

La mostra rimarrà aperta fino al 27 marzo. Per maggiori informazioni e orari di apertura, cliccare qui.

Order in Chaos

Il Phoenicia Malta ospita una mostra del fotoreporter e fotografo di strada Martin Agius durante il mese di marzo.

Per maggiori informazioni, cliccare qui.

Free Spirit #2

La Malta Society of Arts ospita una nuova mostra con una serie di opere astratte e colorate di Maria Cassar.

La Cassar usa la sua “intuizione”, la sua “libertà” e la sua “immaginazione” per guardare lontano da ciò che può vedere fisicamente ed enunciare emozioni intangibili sulla tela.

Traduce artisticamente i suoi impulsi interiori in forme geometriche e segni gestuali, e le opere rivelano un dialogo continuo tra luce e ombra, vuoto e presenza.

La mostra includerà anche alcuni dipinti che ritraggono bambini in uno stato d’animo giocoso e spensierato.

La mostra si terrà presso le Gallerie d’Arte di Palazzo de la Salle a La Valletta fino al 30 marzo. Orari di apertura: Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 19.00; sabato dalle 9.00 alle 13.00. La domenica e i giorni festivi le gallerie sono chiuse.

Resilience – Storie di donne che ispirano il cambiamento

La World Press Photo Foundation e l’Ambasciata dei Paesi Bassi a Malta presentano una mostra con le storie premiate nei concorsi World Press Photo dal 2000 al 2021, che mettono in evidenza la capacità di recupero e le sfide di donne, ragazze e comunità in tutto il mondo.

Le molteplici voci, documentate da 17 fotografi di 13 nazionalità diverse, offrono spunti di riflessione su temi quali il sessismo, la violenza di genere, i diritti riproduttivi e l’accesso alle pari opportunità.

L’evento si svolge presso Ġnien Laparelli nel fosso della Valletta dall’8 al 28 marzo. L’ingresso è gratuito.

Humanity

L’artista Silvana Camilleri, conosciuta come taċ-Ċmajra, esplora diverse situazioni attraverso un modello maschile e uno femminile in una mostra al KunĊett Art Kafe di Valletta.

In Humanity, Camilleri ha creato scenari istruendo i suoi modelli a posare, esprimendo così le emozioni, attraverso le loro smorfie facciali e i loro sorrisi, nonché il comportamento dei loro corpi.

L’artista è poi intervenuta pittoricamente sulle fotografie stampate, modificando le composizioni per adattarle al suo concetto.

Queste opere possono essere ammirate al KunĊett Art Kafe di Strait Street 51, La Valletta, dal 9 al 31 marzo. Gli orari di apertura sono dal martedì alla domenica da mezzogiorno a mezzanotte.

Traces of Human

Gli scultori veterani Angelo Agius e Mario Agius espongono le loro ultime opere presso la Sala delle Esposizioni del Ministero di Gozo, a Victoria, fino al 1° aprile.

Sebbene non siano legati da vincoli di sangue, entrambi gli artisti sono incuriositi dalla figura umana e dal suo rapporto con le circostanze, le insidie, le vulnerabilità, le grazie di salvezza e tutto il resto.

La mostra esplora i diversi punti di vista scultorei dei due artisti e cerca di trovare i fattori di redenzione in ciò che ci definisce come umani.

La mostra sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 16.00 e dalle 9.30 a mezzogiorno. Per ulteriori informazioni, visitare la pagina Facebook di Mario Agius.

Insular

Una mostra della fotografa francese Cédrine Scheidig è in corso allo Spazju Kreattiv di Valletta.

Il progetto si concentra sulla vita quotidiana e sul destino di giovani uomini della diaspora africana, recentemente stabilitisi sull’isola di Malta. Offrendo un ritratto sensibile di questa nuova comunità, l’intreccio di ritratti, paesaggi e nature morte dà vita a una narrazione poetica che cerca di creare un senso di appartenenza; la parvenza di una casa in divenire tra qui e là.

La mostra, che durerà fino al 2 aprile, è sostenuta dall’Ambasciata di Francia e dall’Alliance Française de Malte-Méditerranée. Per maggiori informazioni, cliccare qui.

Oikos Logia

Una mostra multimediale che esplora il rapporto disfunzionale tra gli esseri umani e il loro habitat è aperta alla R Gallery di Sliema.

Oikos Logia presenta il lavoro di 10 artisti che guardano all’abuso globale delle risorse e alla loro intrinseca capacità di riutilizzo drammatico, soprattutto in relazione a un’ansia ecologica sempre più opprimente.

Gli artisti partecipanti sono Adrian Abela, Anna Calleja, Tom van Maldren, Ian Schranz, Ritty Tacsum, Showzen Kajima, Jon Banthorpe, Cyril Sancereau, Sam Vassallo e Stefan Spiteri.

La mostra durerà fino all’8 aprile. Ulteriori informazioni sono disponibili sulla galleria della pagina Facebook.

Prestorjha

Enrique Tabone terrà una mostra personale presso lo Spazju Kreattiv di La Valletta, con opere d’arte contemporanee sul tema della figura femminile nella preistoria di Malta e Gozo, da una prospettiva femminista.

Le opere di questa serie comprendono oggetti realizzati con l’uso caratteristico del plexiglass da parte dell’artista, installazioni site-specific, nonché video art di una performance intima, insieme a stampe d’arte, alcune delle quali prodotte dagli studi dell’artista sulle strutture presentate durante questa mostra.

La mostra include contributi dei fotografi Alex Attard e Jean Marc Zerafa, lavori digitali di Solid Eye, oltre a testi dell’archeologa Isabelle Vella Gregory e del curatore Toni Sant, che compaiono in un catalogo ragionato, pubblicato in edizione limitata da Kite Group.

Il catalogo presenta anche una retrospettiva dell’opera dell’artista dal 2010, esposta nel 2022 presso il Campus Valletta dell’Università di Malta in collaborazione con l’Istituto di Studi Maltesi.

La mostra rimarrà aperta fino al 9 aprile. Per maggiori informazioni, cliccare su qui.

When the Moon Waxes Red

Una nuova mostra in apertura allo Spazju Kreattiv di La Valletta riunisce artisti di tutto il mondo che affrontano lo squilibrio tra le attività umane di estrazione delle risorse e le ideologie coloniali, che giustificano la protezione della proprietà rispetto alle persone e il degrado della natura, utilizzando l’ecofemminismo come punto di partenza.

Curata da Maren Richter, la mostra – il cui titolo è preso in prestito dal libro When the Moon Waxes Red del regista vietnamita Trinh Minh-h – presenta le opere di Ursula Biemann, Seba Calfuqueo, DIS Collective, Charlene Galea, Romea Roxman Gatt, Folly Feast Lab (Yara Feghali e Viviane El Kmati), Crystn Hunt Akron, Sasha Huber, Nation25 (Elena Abbiatici, Valeria D’Ambrosio e Caterina Pecchioli), Daniela Ortiz, Kanthy Peng, Robertina Šebjanič e Bartolina Xixa.

La mostra aprirà il 10 marzo e durerà fino al 16 aprile. Per maggiori informazioni, clicca qui.

Irregularity

J.P. Migneco (nato nel 1989), artista che vive e lavora a Malta, presenta una mostra presso Valletta Contemporary fino al 6 maggio.

Intitolata Irregularity, la mostra presenta una serie di opere che esplorano il rapporto tra ambienti naturali e artificiali. Il lavoro prevede un processo di reinterpretazione dei paesaggi che si trovano vicino alle zone costiere di Malta, attraverso l’uso di fotografia, disegno, media digitali e pittura.

Il tema di questo progetto si addentra in nozioni legate all’urbanizzazione e all’avanzamento della tecnologia. L’opera cerca quindi di evocare questioni legate all’interazione uomo-ambiente nell’era digitale.

Valletta Contemporary è aperta dal mercoledì alla domenica dalle 14.00 alle 19.00. Per ulteriori informazioni, consultare la  pagina Facebook  e il  sitoweb della galleria.

Rituals of Passage

Valletta Contemporary espone il risultato di un progetto co-creativo tra Ryan Falzon, Aaron Bezzina, Alexandra Fraser, Yasmine Akondo, Mladen Hadžić e Stefan Kolgen.

I rituali fanno parte della vita quotidiana. Nei momenti di sconforto, danno conforto. Il titolo si basa sul fatto che i rituali possono portare una persona da uno stadio all’altro fisicamente e mentalmente. I rituali di Post-COVID possono aiutare a ritrovare l’equilibrio in una società perturbata in cui l’attenzione alla salute mentale e al benessere è diventata importante.

Gli artisti hanno creato le opere pensando allo spazio espositivo, presentandole in modo che interagiscano tra loro e che sfidino lo spettatore, offrendo un contesto in cui il pubblico possa creare la propria storia.

Rituals of Passage, curata da Ann Laenen e Stefan Kolgen, chiude il 6 maggio. Durante il weekend di apertura alcune opere saranno accompagnate da una performance e sarà organizzata una sessione di discussione sul significato dei rituali, seguita da un incontro con gli artisti.

Valletta Contemporary è aperta dal mercoledì alla domenica dalle 14.00 alle 19.00. Per ulteriori informazioni, consultare la Facebook page e il sitoweb della galleria.

ALTRE MOSTRE

Annual Church model Exhibition

La Għaqda Dilettanti Mudelli ta’ Knejjes AD 1986 terrà la sua mostra annuale di modelli di chiese presso la sala del consiglio locale di Valletta, in Pjazza Reġina, Valletta, fino al 12 marzo. Gli orari di apertura sono dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30.

Viva Viva l-Karnival: The George Zahra Donation

Fino al 9 aprile, presso il Palazzo dell’Inquisitore di Vittoriosa, è in corso una mostra che celebra la donazione di cimeli carnevaleschi da parte dell’appassionato George Zahra a Heritage Malta.

La mostra comprende programmi ufficiali di carnevale risalenti al 1930, modelli di carri allegorici, spartiti musicali, trofei e certificati di partecipazione, tra gli altri cimeli.

L’ingresso alla mostra è parte integrante dell’esperienza del Palazzo dell’Inquisizione e non prevede alcun costo aggiuntivo. Il museo è aperto il martedì e il giovedì e la domenica dalle 9.00 alle 17.00.

Unseen and Unheard: Stories of Women Under Fire

La Storm Petrel Foundation ospita una mostra d’archivio che fa luce su narrazioni di guerra e microstorie trascurate o non registrate in precedenza, provenienti da Malta e da altri Paesi.

La mostra riunisce oggetti e manufatti provenienti da diverse collezioni, con un’attenzione particolare alle esperienze di guerra di donne e ragazze.

La mostra è stata ispirata da una serie di conversazioni tra la ONG e Robert Attard, che aveva trovato una collezione di lettere scritte da una giovane donna tedesca durante la Seconda Guerra Mondiale, alcune delle quali sono esposte.

La mostra è organizzata in cinque diverse sale della sede della Storm Petrel Foundation ad Attard, ognuna delle quali rappresenta un’epoca o un tema diverso.

La Fondazione Storm Petrel ha collaborato con Simon Cusens, Kim Dalli, Sharp Shoot Media, Media Coop, Tayar Foundation for Jewish Heritage in Malta, Sarah Chircop e Giuliana Fenech, Heritage Malta, Fondazzjoni Wirt Artna e Palazzo Falson.

La mostra sarà attiva fino al 14 aprile. Per gli orari d’apertura e maggiori informazioni, visita la pagina Facebook della fondazione.

Chinese Zodiac Sign Exhibition

Il Centro culturale cinese di Malta, in collaborazione con il China Arts and Entertainment Group, presenta una mostra sul segno zodiacale cinese del coniglio, che è il segno di quest’anno.

Con l’obiettivo di promuovere la comprensione della cultura tradizionale cinese e le sue connessioni con il turismo locale, la mostra illustra come questo particolare segno zodiacale si trasmetta nelle varie sfaccettature culturali delle diverse regioni cinesi.

Illustrazioni colorate ritraggono il modo in cui questo ricco patrimonio viene trasmesso attraverso la creazione di costumi e danze, opere liriche, disegni di tessuti di seta, ceramiche, lanterne, matite, carta tagliata, dolciumi festivi e lampade di farina di fagioli.

La mostra è aperta presso il Centro Culturale Cinese, in Melita Street 173, La Valletta, fino alla fine di aprile. L’ingresso è gratuito. Si consiglia ai gruppi di prenotare in anticipo tramite la posta elettronica events2023ccc@gmail.com.

Shoah the Holocaust: How Was It Humanly Possible?

La Fondazione Tayar per il patrimonio ebraico di Malta ha organizzato una mostra sulla memoria dell’Olocausto che sarà esposta in tre sedi a Malta fino a giugno.

La mostra tratta i principali aspetti storici dell’Olocausto, a partire dalla vita ebraica nell’Europa pre-olocausto fino alla liberazione dei campi di concentramento e di sterminio nazisti in tutto il continente e al notevole ritorno alla vita dei sopravvissuti.

I pannelli espositivi presentano testi esplicativi, con citazioni di vittime e sopravvissuti ebrei, fotografie, documenti artistici e video per otto storie di sopravvissuti.

La mostra è aperta presso il Circolo tedesco-maltese di La Valletta fino al 12 marzo, con orari di apertura: dal lunedì alla domenica dalle 8.00 alle 18.00; dal 13 marzo al 23 aprile al MCAST di Paola, con orario di apertura dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 20.00 e il sabato dalle 9.00 alle 12.15 (chiuso la domenica); e dal 24 aprile al 4 giugno all’Università di Malta, Campus di Msida, con orario di apertura dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 23.00 e il sabato e la domenica dalle 9.00 alle 16.45.

Per maggiori informazioni, visita il sito  shoah.jewishheritagemalta.org/.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Quali beni possiedono i parlamentari?

Ogni anno i parlamentari sono tenuti a divulgare le loro attività finanziarie, dalle proprietà ai prestiti bancari. Le dichiarazioni relative al periodo marzo 2022-23 mostrano...