sabato, Marzo 2, 2024
HomeLo sai cheEventiCosa c'è a Malta e Gozo questa settimana: dal 27 novembre al...

Cosa c’è a Malta e Gozo questa settimana: dal 27 novembre al 3 dicembre 2023

MUSICA

Ian Paice – Purpendicular

Il batterista Ian Paice, l’unico membro fondatore rimasto dei Deep Purple, si esibirà all’Aria Complex il 3 dicembre, nell’ambito del The Human Mechanic Tour 2023.

Insieme ad una band di musicisti esperti, Purpendicular, suoneranno il meglio del vasto catalogo di Ian Paice, compresi i classici successi dei Deep Purple e degli Whitesnake.

L’evento è organizzato da Rock ‘n’ Malta e NNG Promotions con il supporto di Festivals Malta e Arts Council Malta. Biglietti a partire da showshappening.com.

La bellezza del Bel Canto

Malta Opera presenterà un concerto composto dal repertorio popolare italiano, tra cui opere di Mozart, Rossini, Donizetti e Verdi, al Teatro Manoel il 28 novembre alle ore 19.30.

Saranno presenti i soprani Claire Debono e Nicola Said, il tenore Cliff Zammit Stevens e il baritono Charles Buttigieg, accompagnati dalla pianista Maria-Elena Farrugia.

I biglietti sono disponibili presso teatrumanoel.mt.

Concerto della Giornata del Mediterraneo

La pluripremiata cantautrice Tsungai Tsikirai, originaria dello Zimbabwe, e la sua band si esibiranno in un concerto che celebra il Mediterraneo in tutta la sua ricchezza e diversità presso Spazju Kreattiv a La Valletta il 28 novembre alle 19.30.

L’evento è finanziato dalla Fondazione Anna Lindh, che crede nel potere trasformativo della musica.

La partecipazione è gratuita, ma le prenotazioni devono essere effettuate su kreattivita.org.

Festival Organistico Internazionale di Malta

La 10ª edizione del Malta International Organ Festival continua questa settimana con un concerto d’organo solista di Auguto Belau (Spagna) con compositori spagnoli presso la chiesa parrocchiale di St Mary, Għaxaq, il 28 novembre alle 19.15; un concerto d’organo e voce di arie sacre con la partecipazione delle Voci di Malta.15; un concerto per organo e voce di arie sacre con le Voci di Italian Opera Florence presso la chiesa parrocchiale di Marsaxlokk il 2 dicembre alle 19.15; e un concerto per organo solista con opere di Mozart, Lemmens, Guilmant e altri dell’organista Bernhard Gferer (Austria) presso la Rotonda di Xewkija il 3 dicembre alle 17.00.

L’ingresso a questi concerti è gratuito. Per tutti i dettagli, visiti il sito maltainternationalorganfestival.com.

Per saperne di più sul festival, consulti questo sito Times of Malta preview.

Festival Internazionale dei Cori di Malta

Ventiquattro cori parteciperanno alla quinta edizione del Malta International Christmas Choir Festival, che si terrà in varie chiese del nord di Malta tra l’1 e il 3 dicembre.

I gruppi provengono da Regno Unito, Lituania, Spagna, Italia, Polonia, Portogallo, Ungheria, Croazia, Estonia, Bulgaria e Malta.

Il 1° dicembre, ci saranno concerti nelle chiese parrocchiali di San Ġwann e Naxxar alle 19.15 e nella chiesa parrocchiale di Mġarr (Malta) alle 19.45.

Il 2 dicembre, i concerti si terranno nella chiesa parrocchiale di St Paul’s Bay alle 19.00, nella chiesa parrocchiale di Burmarrad alle 19.15 e nella chiesa parrocchiale di Qawra alle 19.30.

Il 3 dicembre, i cori animeranno le messe nelle chiese parrocchiali di Mtarfa, Attard, Manikata e Mellieħa alle 11.00 e nel santuario della Divina Misericordia, a Naxxar, e nella chiesa parrocchiale di Balzan alle 11.30.

Un grande concerto finale si terrà presso la basilica di Mosta alle 20.15. Il concerto sarà trasmesso in diretta su Xejk TV.

L’ingresso a tutti i concerti è gratuito. Il festival è organizzato da Leon Promotions Malta ed Euro Art Italia, in collaborazione con Reġjun Tramuntana.

Serie da Camera MPO 3

Nel suo terzo concerto della Serie da Camera, l’Orchestra Filarmonica di Malta eseguirà il Divertimento in Re Maggiore di Mozart e il Quintetto in Sol Maggiore di Dvořák presso la Robert Samut Hall di Floriana il 3 dicembre alle 11.00.

Concerto di Santa Cecilia

La GħaqdaNazzjonali Kazini tal-Banda terrà quest’anno il suo concerto annuale per celebrare il Giorno di Santa Cecilia il 3 dicembre presso il Teatro Manoel, sotto il patrocinio del Presidente George Vella.

La Soċjetà Filarmonika Sliema, che celebra il suo 100° anniversario, suonerà sotto la direzione di Lesley Tabone.

Il programma comprende opere di compositori locali, come gli ex direttori della banda di Sliema Joseph Galea e Ronnie Debattista, e altri legati alla società come Joseph Magri e Joseph Sammut, oltre a compositori stranieri Mahler, Pusceddu, Hautvast, Borodin, De Han e Botti, compositore dell’Inno Sliema.

L’ingresso al concerto è gratuito, ma è necessario procurarsi i biglietti chiamando i numeri 9944 3460 o 9944 7434 o inviando un’e-mail a bandasliema@gmail.com.

Ira Losco & Orchestra

Ira Losco si esibirà per la prima volta in un concerto completo con un’orchestra di 28 elementi presso il Mediterranean Conference Centre di La Valletta il 2 e 3 dicembre.

Accompagnata dalla sua band, la Losco suonerà i suoi più grandi successi fino ad oggi, insieme ad alcune canzoni conosciute, arrangiate dal maestro Aurelio Belli.

Il concerto, prodotto da iCAN, si terrà il 2 dicembre alle ore 20.00 e il 3 dicembre alle ore 18.00.

TEATRO

Mittruħ

Ispirandosi alla raccolta di microstorie di Ġorġ Mallia, Victor Iacono ha scritto e dirige una nuova opera teatrale presso Spazju Kreattiv a La Valletta dal 1 al 3 dicembre alle ore 20.00.

La produzione intreccia le storie di vari personaggi in situazioni immaginarie che a volte hanno una sorprendente somiglianza con la realtà.

Il cast è composto da Peter Galea, Theresa Gauci, Clint Chircop, Alison Abela, Kyle Mangani e Alexia Micallef.

Per i biglietti, visiti kreattivita.org.

Minn ġot-taġengħal ġon-nar

Una commedia ispirata ad un’opera teatrale di Trevor Zahra verrà messa in scena presso l’Istituto Cattolico di Floriana il 2 e 3 dicembre, con un ricavato destinato a Id-Dar tal-Providenza.

David Muscat dirige la commedia che ha scritto con Loralie Scerri. Il cast è composto da residenti della casa di riposo Siġġiewi e da altri attori.

I biglietti sono disponibili qui.

Serie Baby di TOI TOI: Ho, Ho, Ho!

TOI TOI, il programma di teatro e apprendimento di Manoel, mette in scena un’altra produzione della Baby Series per i più piccoli (0-4 anni) il 2 e 3 dicembre.

Ho, Ho, Ho! vede due fratelli in un’avventura alla scoperta della magia del Natale.

Lo spettacolo sarà arricchito da decorazioni incantevoli e canti natalizi accattivanti.

Ci saranno due spettacoli alle 9.30 e alle 11.00 in entrambi i giorni. Per i biglietti, visiti il sito teatrumanoel.mt.


DANZA

Lo Schiaccianoci

La Moveo Dance Company presenta la sua interpretazione del balletto classico composto da Tchaikovsky al Valletta Campus Theatre dall’1 al 3 dicembre e dall’8 al 10 dicembre.

La trama, ambientata alla vigilia di Natale ai piedi di un albero di Natale nell’immaginazione di un bambino, è un adattamento del racconto di E. T. A. Hoffmann del 1816 Lo Schiaccianoci e il Re dei Topi.

I biglietti sono disponibili presso showshappening.com.


VARIE

La Valletta si illumina per Natale

Il 27 novembre, le luci natalizie della Valletta saranno accese alle 18.00 e la band locale The Travellers lancerà il suo singolo natalizio Tridx Tkun Tiegħi Dan il-Milied? con la partecipazione di Ira Losco, Gianluca Bezzina e Michela alle 20.30.

L’Agenzia Culturale della Valletta ospiterà il suo programma natalizio fino al 31 dicembre nelle piazze e nelle strade principali della Valletta, mentre le luci e le decorazioni natalizie continueranno fino a gennaio.

Ci sarà anche un Albero di Natale vivente vicino al Parlamento, un presepe e varie attività per le famiglie. Per tutti i dettagli, visiti il sito Valletta Cultural Agency Facebook page.

Conferenza su Napoleone Bonaparte

In occasione dell’uscita del film Bonaparte, l’Alliance Française terrà una conferenza pubblica del professore e storico Alain Blondy su Napoleone Bonaparte e Malta, il 29 novembre alle ore 20.00.

L’evento si terrà in francese presso l’Alliance Française, 7/8 Timber Wharf Office 1&2, Marsa. La partecipazione è gratuita, ma è necessaria la prenotazione inviando un’e-mail a culture@alliancefr.org.mt.

Gigantesco

Il Comune di Kirkop sta organizzando un’altra edizione del suo mercatino di Natale il 2 e 3 dicembre.

Tra le altre cose, saranno in vendita vari prodotti artigianali, oltre a bancarelle di cibo e bevande. Il ricavato andrà a favore di Id-Dar tal-Providenza.

Il mercatino si terrà in St Benedict Street, Kirkop Square, St Leonard Square e Żerniq Square il 2 dicembre dalle 17.00 alle 22.00 e il 3 dalle 9.00 alle 17.00.

Visiti il sito per maggiori informazioni visiti la pagina Facebook.

Natale al Forte

Il 2 e il 3 dicembre, le aree principali del Forte St Elmo si trasformeranno in un villaggio natalizio con varie attività orientate alle famiglie, tra cui un incontro con Babbo Natale, canzoni popolari maltesi, uno spettacolo di varietà con esibizione di un coro, una mostra di presepi, stand di artigiani e prelibatezze natalizie tradizionali.

Orari di apertura: 2 dicembre dalle 18 alle 23 (ultimo ingresso alle 22.30) e 3 dicembre dalle 10 alle 20 (ultimo ingresso alle 19.30). L’ingresso è gratuito.

In entrambi i giorni, Heritage Malta organizza un servizio navetta dal Floriana Park & Ride al Forte di Sant’Elmo.

Per maggiori informazioni, consulti il sito qui o clicchi sulla pagina Facebook.

The event's poster
La locandina dell’evento

Villaggio di Natale a Mosta

La parrocchia di Mosta sta allestendo un villaggio natalizio sul sagrato della chiesa il 2 e 3 dicembre, con un programma di intrattenimento vario e bancarelle di cibo, oltre a un presepe vivente e a un giro in treno con Babbo Natale.

Un Natale Swieqi 2023

Il Centro Civico di Swieqi si trasformerà in un mercatino di Natale dall’1 al 3 dicembre.

Ci saranno un mercato artigianale, una sessione di pittura dal vivo, un cinema all’aperto (l’1 e il 2 dicembre, dalle 21 in poi), attrazioni divertenti per i bambini e intrattenimento dal vivo.

Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina Facebook.

Il Percorso Magico Illuminato e il Villaggio

Il Magical Illuminated Trail presso il Verdala Palace durerà dal 1° dicembre al 7 gennaio, e il ricavato andrà ancora una volta al Malta Community Chest Fund.

Tra le altre cose, si troverà un affascinante Albero Mitico, l’etereo Paese dei Fiori, l’incantevole Giardino della Fantasia e il cosmico Mondo degli Esploratori Spaziali.

Si potrà anche assistere alla bellezza del primo Presepe Illuminato a grandezza naturale di Malta, essere circondati dal magico bagliore di migliaia di luci fatate scintillanti e incontrare innumerevoli creature dei cartoni animati.

Orari di apertura: dalle 17 alle 21. Per i biglietti, visiti il sito illuminatedtrailmalta.com o showshappening.com.

ARTI VISIVE

Cattura della natura

Roberta Scerri presenta la sua prima mostra personale presso il cortile della Malta Society of Arts a La Valletta fino al 29 novembre.

Saranno esposte dodici opere in acrilico, matita, pastello a gesso e pastello a olio.

Il tema principale è la consapevolezza ambientale e la diversità della fauna globale, che invita ad agire per proteggere la bellezza naturale che sta lottando per adattarsi tra gli esseri umani.

La mostra è realizzata a favore di BirdLife Malta e Moviment Graffitti.

Per maggiori informazioni e per gli orari di apertura, clicchi qui.

Reverie

Un mondo utopico e incontaminato, libero dall’influenza umana, è rappresentato nella nuova collezione di dipinti di Jo Dounis presso la Palm Court Lounge di The Phoenicia Malta per tutto il mese di novembre.

Realizzato con tecnica mista e dipinto su uno strato di base che è strutturato e di conseguenza aggiunge profondità e tridimensionalità a ciascuna tela, ogni dipinto rappresenta una scena naturale perfetta, che potrebbe essere vissuta in un sogno ad occhi aperti o in una fantasia.

Nessuna delle composizioni include alcun accenno di edifici, né segni di civiltà o altre interferenze umane. L’attenzione è rivolta esclusivamente alla natura e alla sua enormità.

I panorami naturali, vissuti nel suo Paese d’origine o durante i suoi lunghi viaggi, sono una fonte di ispirazione infinita per Dounis. Il risultato è che alcuni dipinti possono essere facilmente associati ai familiari paesaggi mediterranei, mentre altri sono ispirati a scene nordiche o lontane.

Reverie, curata da Charlene Vella, è aperta fino alla fine di novembre.

Mostra d’arte a favore di Id-Dar tal-Providenza

Una mostra di dipinti, sculture e ceramiche donate da artisti maltesi e stranieri è aperta presso l’edificio del Parlamento a La Valletta.

Queste opere d’arte saranno poi messe all’asta online nell’ambito della Festa ta’ Ġenerożità, una celebrazione annuale in favore di Id-Dar tal-Providenza.

La mostra durerà fino al 30 novembre. Il pubblico può visitarla dal lunedì al venerdì tra le 9.00 e le 17.00 e il fine settimana tra le 9.00 e le 12.30. È necessario presentare la carta d’identità.

Il catalogo di tutte le opere d’arte e maggiori informazioni sull’asta sono disponibili su www.dtpauction.com o www.belgraviaauctions.com.

La Festa ta Ġenerożità si svolgerà presso il parcheggio Siġġiewi della casa il 1° gennaio e tutti sono invitati a partecipare.

ĠUF

Rebecca Bonaci terrà la sua prima mostra personale presso Spazju Kreattiv a La Valletta.

Facendo riferimento alla parola maltese che significa ‘grembo’, ĠUF esplora il tema della maternità contemporanea, informata dai ricchi resti e rituali preistorici trovati nell’arcipelago maltese. L’iconografia e le immagini del periodo primordiale sono reinterpretate dalla Bonaci e dal suo team curatoriale, con le opere d’arte in dialogo con i manufatti dell’epoca e con altri oggetti contemporanei.

La Bonaci attinge anche alla sua esperienza personale di legame familiare, di femminilità, di storia sociale recente, di maternità e di gravidanza, presentando un dialogo tra passato e presente.

La mostra, curata da Sarah Chircop e sostenuta dall’Arts Council Malta, rimarrà aperta fino al 2 dicembre.

Per saperne di più, legga questo articolo con l’artista sul Times of Malta.

Froġa / Farrago

Sebastian Tanti Burlò espone una collezione di dipinti ad olio presso la R Gallery di Sliema.

L’artista è noto per le sue vignette politiche sul Times of Malta, ma in questo caso sostituisce la penna con il pennello, pur mantenendo il suo commento sociale inappellabile, il suo gusto per l’assurdo, i suoi tratti satirici e una narrazione sovversiva di fondo. La natura, il giornalismo e i problemi del mondo sono rappresentati in questa mostra.

Il tragicomico viene indagato attraverso una romanticizzazione ideale del nostro Paese e di come la società si è evoluta, insieme a commenti su questioni mondiali che turbano il mondo in generale.

La mostra, ospitata presso la R Gallery of 26, Tignè Street, Sliema, durerà fino al 3 dicembre. Per maggiori informazioni, legga sul Times of Malta.

Field Party by Sebastian Tanti Burlò
Field Party di Sebastian Tanti Burlò

Occhio al mare

L’artista Trevor Diacono presenta la sua ultima collezione di opere presso Il-Kamra ta’ Fuq a Mqabba.

Diacono proviene da una famiglia di artisti che comprende suo nonno Victor Diacono, uno dei principali scultori maltesi del XX secolo, e suo zio Andrew Diacono, un nome che non ha bisogno di presentazioni tra gli appassionati d’arte locali.

L’artista afferma di vedere il suo viaggio “come una ricerca continua, spesso tormentosa, di tradurre le profondità intangibili dell’emozione e della percezione in una forma tangibile e tridimensionale”.

Egli porta avanti l’eredità della sua famiglia artistica che esplora il caricaturale nella società e oltre. In questa mostra, la porta avanti nelle sue sculture di pesci, umanizzandoli con i loro titoli spiritosi. Il tema di fondo è il mare, comprese le onde ondulate.

Eye Sea You, curata da Melanie Erixon, è in corso fino al 3 dicembre.

Pathos

Chris Ebejer presenta una nuova collezione di opere in vari media, tra cui terracotta, bronzo, porcellana e marmo al MUŻA di La Valletta.

La fonte di ispirazione dell’artista è la mitologia e gli dei, nonché lo spirito mediterraneo. Le sculture figurative, così come i rilievi, sono il risultato di lunghe ore di riflessione profonda.

Lo scultore ha lavorato a queste opere sia a Malta che in Italia, dove trascorre lunghi periodi di tempo lavorando il bronzo e il marmo.

Pathos rimarrà aperta fino al 10 dicembre. L’ingresso è gratuito e gli orari di apertura sono dal lunedì alla domenica dalle 10.00 alle 18.00.

One of Chris Ebejer's artworks on display at MUŻA.
Una delle opere di Chris Ebejer in mostra al MUŻA.

Collettivamente Solo III

La Galleria 23 di Balzan ospita la terza di una serie di mostre collettive dal 3 al 15 dicembre.
L’idea delle mostre Collectively Solo è nata nel 2020, quando le mostre personali prenotate presso la galleria dovettero essere posticipate a causa della pandemia. Nel dicembre di quell’anno, gli artisti furono invitati ad esporre insieme.
Quest’anno, la galleria offre l’opportunità agli artisti emergenti di esporre accanto ad artisti più affermati. La collezione offre un’ampia gamma di opere d’arte e comprende dipinti e ceramiche, da opere figurative a paesaggi, oltre a una selezione di opere astratte, tutte in una varietà di mezzi e toni
mezzi e tonalità.
Orari di apertura: Mercoledì dalle 18.30 alle 20.00 e domenica dalle 10.30 alle 12.30. Si può anche visitare su appuntamento chiamando il numero 9942 8272 o inviando un’e-mail ainfo@gallery23malta.com.

Una casa di vetro

La terza mostra personale di Jon Grech, in una carriera di oltre tre decenni, si terrà presso Camilleri Paris Mode a Rabat.

Piuttosto solitario e riluttante ad esporre, questa mostra trova l’artista, che ha quasi 40 anni, all’apice del suo potere creativo, mostrando una bravura tecnica a cui chi conosce il suo lavoro si è abituato.

Il titolo della mostra fa riferimento alla trasparenza, allo spettatore come voyeur. Si riferisce anche alla frammentazione relativa alla prospettiva visiva e alla giustapposizione di narrazioni in scenari sconcertanti.

La mostra è in corso fino a metà dicembre.

Biennale d’Arte Contemporanea della Cattedrale di Mdina APS

La Biennale d’Arte Contemporanea della Cattedrale APS Mdina sta svolgendo la sua quarta edizione sotto la direzione artistica di Giuseppe Schembri Bonaci.

L’edizione di quest’anno riaccende il significato del Mediterraneo come regione geografica e culturale, questa volta richiamando le molteplici forme di divinità mitologiche, religiose e spirituali. Da qui il titolo del tema ” Dee del Mediterraneo“.

Il tema della fertilità spirituale e di specie, ricca nel concentrato del suolo e del mare mediterraneo, può, nonostante il suo sottotesto utopico, offrire un’alternativa alla realtà politica che affligge il nostro mondo oggi. Questa nozione si sviluppa sul tema della Biennale di Mdina del 2020: Riconquistare un Paradiso Perduto: Il ruolo delle arti, e quello dell’edizione 2017: Il Mediterraneo: Un mare di spiritualità in conflitto.

Nell’ambito del progetto Changing Gear, in collaborazione con la Biennale d’Arte Contemporanea APS Mdina, verrà organizzata una conferenza internazionale incentrata sull’arte moderna mediterranea, che offrirà l’opportunità ad accademici, ricercatori e artisti di confrontarsi con la storia dell’arte moderna mediterranea e con il tema della mostra, il 28 novembre.

Per maggiori informazioni, visiti mdinabiennale.com/.

Emozioni dello Spirito

Una collezione di 28 opere di Ivan Grixti è aperta ai visitatori al Livello O, SkyParks Business Centre, MIA, Luqa, fino alla fine di dicembre.

Le opere includono diversi ritratti, tra cui un autoritratto, quello di uomini senza tetto e di Papa Benedetto. Ci sono anche degli astratti e una rappresentazione della guerra, tra gli altri.

Grixti è appena tornato da Poznan, in Polonia, dove ha vissuto, studiato e lavorato come educatore negli ultimi 12 anni. Lì ha imparato la lingua e ha frequentato diversi corsi d’arte. Si è laureato in Scienze dell’Educazione: Disegno tecnico e Design & Tecnologia (2001-05) presso l’Università di Malta e poi ha frequentato un corso post-laurea presso l’Istituto di Belle Arti Marie-Curie Sklodowska, Lublino, Polonia (2021-2022).

A Malta, ha studiato con Anthony (Tony) Demicoli, Paul Vella Critien, Anthony (Anton) Calleja e Philip Agius. Ha esposto a Malta, in Polonia e in Francia.

Nuove forme

Con un audace distacco dall’ambiente tradizionale della galleria, James Vella Clark esporrà la sua ultima collezione di opere espressioniste astratte presso lo showroom di casa FORM, situato a Valley Road.

Con il titolo New Forms, i 16 nuovi dipinti di grandi dimensioni su tela cercano di accendere una conversazione sull’intersezione tra arte e spazi abitativi, invitando gli spettatori a riscoprire come l’arte possa integrarsi perfettamente negli spazi personali, come promemoria quotidiano della bellezza duratura della nostra vita.

La mostra durerà fino a gennaio.

ALTRE MOSTRE

Tè antico con nuovo glamour

Il Centro Culturale Cinese a Malta ospita una mostra sul tema ‘Tè per l’Armonia’, organizzata in collaborazione con l’Amministrazione Municipale della Cultura e del Turismo di Xi’an.

Con intriganti esposizioni, manufatti, dipinti e fotografie della città di Xi’an, questa nuova mostra apre una finestra sul significato duraturo del tè nella cultura cinese.

Un servizio da tè dorato in stile Tang, realizzato in bronzo, oro e argento, è l’attrazione principale. Altre esposizioni includono un lotto di oggetti reali da tè che sono stati portati alla luce nel 1987 nell’antico Tempio buddista Famen, nel nord-ovest dello Shaanxi, e un’edizione moderna ristampata e rilegata in filo di lana de Il Classico del Tè, considerato la prima monografia conosciuta sul tè al mondo, scritta da Lu Yu tra il 760 CE e il 762 CE, durante la Dinastia Tang.

È possibile visitare la mostra, che rimarrà aperta fino alla fine di quest’anno, presso il Centro Culturale Cinese, 173, Melita Street, La Valletta. Il centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.00, e dalle 13.30 alle 16.00. L’ingresso è gratuito. Per le visite di gruppo è consigliata la prenotazione a events2023ccc@gmail.com.

Il viaggio del Presepe con San Francesco

Una mostra di presepi natalizi, frutto della collaborazione tra Heritage Malta e Għaqda Ħbieb tal-Presepji Għawdex Malta, è stata inaugurata presso il Palazzo del Gran Maestro, sotto gli auspici del Presidente George Vella.

Intitolata Il viaggio del presepe con San Francesco, questa mostra fa parte di una serie di iniziative in tutto il mondo, organizzate dalla Federazione Internazionale Amici del Presepio, che celebra l’800° anniversario dalla creazione del primo presepe da parte di San Francesco a Greccio, in Italia.

Sono esposti circa 60 presepi di artisti maltesi e stranieri, realizzati con materiali diversi, tra cui cartapesta, vetro e jablo.

Per tutta la durata della mostra saranno organizzati diversi workshop che tratteranno argomenti come la creazione di presepi, gli accessori per presepi e le statuine per presepi. Si terranno anche delle conferenze sulla storia dei presepi natalizi.

Heritage Malta pubblicherà un catalogo informativo a colori su questa mostra, con un’introduzione generale sulle tradizioni natalizie e sul presepe maltese, e un set da presepe a 15 figure in edizione limitata e numerata.

La mostra durerà fino al 21 gennaio. Tutti i profitti saranno destinati al Malta Community Chest Fund. L’ingresso è da Merchants Street.

Fare Convito: L’archeologia del banchetto nella Malta ospitaliera (dal XVI al XVIII secolo)

Una serie di vasi in maiolica e porcellana, utilizzati sia per l’esposizione che per servire il cibo durante i banchetti formali nella Malta ospitaliera, è in mostra presso la Sala Romegas, Museo Nazionale di Archeologia, fino alla fine di dicembre.

La mostra, intitolata Fare Convito: L’archeologia del banchetto nella Malta ospitaliera (XVI-XVIII secolo), approfondisce il modo in cui il cibo, l’arte e la politica si sono uniti nel rituale del banchetto barocco – la condivisione formale e comunitaria di cibo e bevande – tra il XVI e il XVIII secolo a Malta.

Durante questo periodo, sotto l’Ordine di San Giovanni, Malta importò molti aspetti della cultura culinaria europea, principalmente dall’Italia rinascimentale e dalla Francia rococò. Una caratteristica particolarmente sorprendente era il Convito – il banchetto formale – che forniva uno sfondo teatrale per le discussioni e gli intrighi politici.

Tra questi, due piatti del tardo Rinascimento appartenenti alla famosa credenza del Cardinale Farnese, una porcellana cinese Ming importata a Malta, importanti esempi di piatti araldici del Sud Italia e una vasta gamma di maioliche francesi e del Nord Italia, tra cui esempi nello stile rococò di Moustier.

L’ingresso è gratuito. La mostra si sposterà nel Palazzo dell’Inquisitore a Vittoriosa da gennaio a marzo 2024. Un opuscolo sarà disponibile per la vendita in entrambe le mostre.


RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE