venerdì, Marzo 1, 2024
HomeItaliaAttualitàLufthansa firma l'accordo per la partecipazione in ITA Airways

Lufthansa firma l’accordo per la partecipazione in ITA Airways

L’ITA Airways e Lufthansa hanno firmato ieri un accordo per l’acquisto da parte della compagnia tedesca di “una quota di minoranza” di ITA Airways, sorta dalle ceneri dell’Alitalia di proprietà statale, ha dichiarato il governo italiano.

L’accordo è una grande notizia per l’Italia, che negli anni ha dovuto spendere più di 13 miliardi di euro per cercare di rimettere in piedi la compagnia aerea nazionale.

A metà gennaio Lufthansa ha presentato un’offerta per acquisire una quota di minoranza iniziale fino al 40% della compagnia aerea italiana.

L’accordo è stato concluso a Roma tra l’amministratore delegato Carsten Spohr e il Ministro delle Finanze italiano Giancarlo Giorgetti.

Lufthansa “rileverà una quota di minoranza, dopo aver già condiviso il piano industriale della compagnia, che prevede una crescita dei ricavi di 2,5 miliardi di euro per quest’anno e di 4,1 miliardi di euro per il 2027”, ha dichiarato il ministero delle Finanze in una nota.

Non è stata quantificata l’entità della partecipazione.

“Questi risultati consentiranno la crescita e il rinnovo della flotta”, si legge nel comunicato, che cita 94 aerei alla fine del 2027 rispetto ai 71 attuali.

La forza lavoro di ITA, che dovrebbe raggiungere le 4.300 unità dopo le assunzioni di quest’anno, crescerà fino a oltre 5.500 unità alla fine del piano.

“La strategia di ITA Airways è quella di affermarsi come vettore leader a servizio completo nei tre settori intercontinentale, internazionale e domestico, con particolare attenzione al traffico a lungo raggio”, ha aggiunto.

Alitalia, posta sotto amministrazione pubblica nel 2017, ha accumulato perdite per 11,4 miliardi di euro tra il 2000 e il 2020.

Alla fine è stata chiusa nell’ottobre 2021, lasciando la pista libera per ITA Airways.

ITA è stata lanciata in un mercato che faticava a riprendersi dalle turbolenze della pandemia di coronavirus, ma Bruxelles ha dato il via libera allo Stato per un’iniezione di 1,35 miliardi di euro per aiutarla a riprendere il volo.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE