domenica, Aprile 14, 2024
HomeBusinessRapporto sul mercato monetario per la scorsa settimana

Rapporto sul mercato monetario per la scorsa settimana

Le decisioni della BCE

Il 19 marzo la Bank of Canada, la Bank of England, la Bank of Japan, la Banca centrale europea, la Federal Reserve e la Banca nazionale svizzera hanno annunciato un’azione coordinata per migliorare l’offerta di liquidità attraverso le linee di swap permanenti in dollari.

Per migliorare l’efficacia delle linee swap nel fornire finanziamenti in dollari, le banche centrali che attualmente offrono operazioni in dollari hanno deciso di aumentare la frequenza delle operazioni con scadenza a sette giorni da settimanale a giornaliera. Le operazioni giornaliere sono iniziate il 20 marzo e proseguiranno almeno fino alla fine di aprile.

La rete di linee di swap tra queste banche centrali è un insieme di strumenti permanenti disponibili e funge da importante sostegno alla liquidità per alleviare le tensioni nei mercati globali dei finanziamenti, contribuendo così a mitigare gli effetti di tali tensioni sull’offerta di credito a famiglie e imprese.

Operazioni monetarie della BCE

Il 20 marzo la BCE ha annunciato l’operazione di rifinanziamento principale (MRO) a sette giorni. L’operazione è stata condotta il 21 marzo e ha raccolto offerte dalle controparti idonee dell’area dell’euro per 974 milioni di euro, 3 milioni di euro in meno rispetto alla settimana precedente. L’importo è stato interamente assegnato a un tasso fisso equivalente al tasso MRO prevalente del 3,50%, in conformità con l’attuale politica della BCE.

Su base giornaliera, la BCE ha condotto le operazioni di finanziamento in dollari a sette giorni attraverso prestiti garantiti in collaborazione con la Federal Reserve statunitense. Le cinque operazioni hanno raccolto offerte per un totale di 483,50 milioni di dollari, con un tasso compreso tra il 4,94% e il 5,06%.

Mercato nazionale dei buoni del Tesoro

Sul mercato primario nazionale dei Buoni Ordinari del Tesoro, il Tesoro ha invitato a presentare offerte per i Buoni a 91 e 364 giorni per il valore di liquidazione del 23 marzo, con scadenza rispettivamente il 22 giugno 2023 e il 21 marzo 2024.

Per i Buoni a 91 giorni sono state presentate offerte per 237,64 milioni di euro e il Tesoro ha accettato 24,89 milioni di euro, mentre per i Buoni a 364 giorni sono state presentate offerte per 29,33 milioni di euro e il Tesoro ha accettato 12,33 milioni di euro.

Poiché durante la settimana sono scaduti 60,28 milioni di euro, il saldo dei Buoni del Tesoro è diminuito di 23,06 milioni di euro, attestandosi a 794,67 milioni di euro. Il rendimento dell’asta dei Buoni a 91 giorni è stato del 2,867%, con un aumento di 2,00 punti base rispetto alle offerte di analogo tenore emesse il 16 marzo, pari a un prezzo di 99,2805 euro per 100 euro nominali. Il rendimento dell’asta di Buoni a 364 giorni è stato del 3,130%, con un aumento di 11,5 punti base rispetto alle offerte di pari durata del 16 febbraio, pari a un prezzo d’offerta di 96,9323 euro per 100 euro nominali.

Durante questa settimana non ci sono state contrattazioni alla Borsa di Malta.

Oggi, 28 marzo, il Tesoro inviterà a presentare offerte per i titoli a 90 e 182 giorni con scadenza rispettivamente il 28 giugno e il 28 settembre.

Questo rapporto è stato redatto dall’Ufficio Operazioni Monetarie e Gestione delle Garanzie Collaterali della Banca Centrale di Malta.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE