Il governo maltese userà l’AI per ridurre l’evasione fiscale

LA VALLETTA (MALTA) (ITALPRESS/MNA) – Il governo maltese ha rivelato l’acquisizione di un nuovo software gestito dall’intelligenza artificiale (AI) per scoprire l’evasione fiscale.

Durante il lancio del nuovo sistema noto come “Statistical Analysis System”, rappresentanti del Fondo monetario internazionale erano presenti a Malta. L’85% delle entrate del governo proviene dalle tasse.

L’anno scorso, il fisco ha registrato un aumento del 42% degli accordi fiscali, che consentono a individui e aziende con arretrati fiscali di pagare le quote per un periodo di tempo. Inoltre, l’anno scorso il fisco ha incassato 240 milioni di euro in più di Iva.

Il Ministro delle finanze Clyde Caruana, ha confermato che il nuovo software è già in uso nel Regno Unito, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Irlanda e in Canada. Analizzerà le dichiarazioni Iva entro la fine di quest’anno e tutte le altre forme di imposta entro i prossimi tre anni.

Il governo maltese sta investendo oltre 3 milioni di euro per un periodo di tre anni in questo software di intelligenza artificiale che raccoglierà dati da diversi registri e conti bancari per valutare i depositi in contanti, per aiutare le autorità fiscali a mantenere il controllo su redditi e tasse in modo più efficiente.

Il Ministro delle finanze ha spiegato che il sistema avviserà automaticamente le autorità quando il reddito dichiarato di una persona o di un’azienda non corrisponda alla ricchezza accumulata. Il programma esegue quotidianamente analisi della ricchezza che le persone e le aziende possiedono e la confronta con il reddito che dichiarano.
(ITALPRESS).