venerdì, Maggio 31, 2024
HomeWorldUomo arrestato dopo che la sua auto si è schiantata contro i...

Uomo arrestato dopo che la sua auto si è schiantata contro i cancelli di Downing Street

La polizia armata ha arrestato un uomo dopo che un’auto si è schiantata contro i cancelli dell’ufficio e della residenza del primo ministro britannico a Downing Street, nel centro di Londra, giovedì, ha dichiarato Scotland Yard.

“Intorno alle 16:20 (1520 GMT) un’auto si è scontrata con i cancelli di Downing Street a Whitehall. Gli agenti armati hanno arrestato l’uomo con l’accusa di danneggiamento e guida pericolosa”, ha dichiarato la polizia in un comunicato.

Non sono stati segnalati feriti e la polizia ha aggiunto che le indagini sono in corso.

Il video dell’incidente mostra un’auto bianca che attraversa a bassa velocità Whitehall, dove si trovano molti ministeri.

Sembra che abbia poi imboccato il marciapiede e si sia fermata dopo aver urtato i grandi cancelli di metallo che sorvegliano l’ingresso di Downing Street.

Altri filmati hanno mostrato un cordone di polizia che circondava l’auto, con il bagagliaio aperto.

Downing Street si trova a pochi passi dal Palazzo del Parlamento e l’area è sottoposta a un’alta sorveglianza con barriere sul marciapiede e davanti agli edifici governativi in seguito a precedenti incidenti.

Nel 1989, a seguito degli attentati dinamitardi dell’IRA a Londra, sono stati installati grandi cancelli all’ingresso di Downing Street e nel 1991 il gruppo ha lanciato tre proiettili di mortaio artigianali contro la residenza del Primo Ministro.

I cancelli sono la prima linea di sicurezza, con la polizia armata che staziona all’ingresso. Le auto ufficiali che entrano in strada devono normalmente essere controllate prima che i dissuasori rinforzati vengano abbassati per consentire il passaggio.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Donald Trump condannato per tutti i 34 capi d’accusa nel processo per il denaro sporco

Donald Trump è stato condannato per tutti i capi d'accusa nel processo per l'uso di denaro sporco. Foto: AFPUna giuria di New York ha...