giovedì, Aprile 18, 2024
HomeWorldPapa Francesco invoca la pace nel messaggio di Pasqua

Papa Francesco invoca la pace nel messaggio di Pasqua

Papa Francesco mentre impartisce la benedizione Urbi et Orbi. Foto: Media Vaticani, AFP

Papa Francesco ha esortato il mondo a resistere alla “logica delle armi” nel suo messaggio pasquale in Vaticano domenica, attenuando i crescenti timori per la salute mentre salutava migliaia di cattolici.

La benedizioneUrbi et Orbi (Alla città e al mondo) dell’87enne è arrivata dopo aver guidato la Messa di Pasqua davanti a 60.000 fedeli in Piazza San Pietro, apparendo di buon umore.

Nel suo tradizionale discorso trasmesso in tutto il mondo, Francesco ha condannato la guerra come “sempre un’assurdità e una sconfitta”, ricordando i conflitti in Ucraina, a Gaza, in Sudan, in Myanmar e oltre.

Ha rinnovato gli appelli per un cessate il fuoco a Gaza, chiedendo maggiori aiuti al territorio devastato e il rilascio degli ostaggi presi da Hamas durante l’attacco senza precedenti del 7 ottobre contro Israele che ha scatenato la guerra.

La popolazione civile è “ormai al limite della sopportazione”, ha dichiarato, lamentando l’impatto soprattutto sui bambini.

“Non permettiamo ai venti di guerra che si stanno rafforzando di soffiare sull’Europa e sul Mediterraneo. Non cediamo alla logica delle armi e del riarmo”, ha aggiunto.

Il Papa ha proposto uno “scambio generale di tutti i prigionieri tra la Russia e l’Ucraina”, mentre la guerra tra i due Paesi si avvia al terzo anno.

Francesco ha anche esortato i leader mondiali a “non risparmiare gli sforzi per combattere il flagello della tratta di esseri umani” per liberarne le vittime.

Pochi istanti prima della benedizione, Francesco ha attraversato la folla adorante sulla sua “papamobile” mentre i pellegrini gridavano “Viva il Papa!”, sventolavano bandiere e si affannavano a scattare foto.

Preoccupazioni per la salute

La domenica di Pasqua segna la resurrezione di Gesù Cristo ed è il culmine della Settimana Santa, una parte importante del calendario cattolico seguita da 1,3 miliardi di persone.

Sabato il Papa ha presieduto la Veglia pasquale in Vaticano davanti a circa 6.000 persone provenienti da tutto il mondo, un giorno dopo che la sua cancellazione all’ultimo minuto da un’importante processione del Venerdì Santo aveva riacceso gli interrogativi sulla sua salute.

Ha tenuto un’omelia di 10 minuti in italiano, parlando senza particolari difficoltà e condannando “i muri dell’egoismo e dell’indifferenza” nel mondo.

Al termine della funzione, durata due ore e mezza, ha mostrato pochi segni di stanchezza, prendendosi il tempo di salutare e benedire alcuni fedeli.

In una breve dichiarazione di venerdì, il Vaticano aveva detto che “per preservare la sua salute in vista della veglia di domani e della messa della domenica di Pasqua, Papa Francesco seguirà questa sera la Via Crucis al Colosseo dalla Residenza di Santa Marta”, dove vive.

La decisione dell’ultimo minuto ha sollevato interrogativi su quanto a lungo Francesco potrà continuare a guidare la Chiesa cattolica.

Una fonte vaticana ha dichiarato venerdì all’AFP che non c’erano “particolari preoccupazioni” per la sua salute e che la decisione di ritirarsi era stata “semplicemente una misura di cautela”.

Il gesuita argentino aveva anche annullato la sua partecipazione alla “Via Crucis” del 2023, ma ciò era avvenuto dopo un ricovero di tre giorni in ospedale per una bronchite, ed era stato annunciato con largo anticipo. Settimane dopo, si è sottoposto a un’operazione di ernia.

Fino a venerdì, il Papa aveva partecipato ai suoi vari impegni durante la settimana, ma negli ultimi tempi è apparso stanco e a volte ha delegato i discorsi ai colleghi.

Nessuna intenzione di dimettersi

Francesco, che non va mai in vacanza, ha fatto il suo ultimo viaggio a settembre, nella città meridionale francese di Marsiglia. A dicembre ha cancellato l’attesa partecipazione al vertice sul clima COP28 a Dubai.

Il suo prossimo viaggio in programma è a Venezia il 28 aprile. Il Vaticano non ha ancora confermato un viaggio in Asia e nei Paesi dell’Oceano Pacifico per quest’estate.

Francesco ha già lasciato aperta la porta alla possibilità di dimettersi se non fosse più in grado di svolgere il suo lavoro. Questo seguirebbe l’esempio del suo immediato predecessore, Benedetto XVI, che nel 2013 è diventato il primo Papa dal Medioevo a farsi volontariamente da parte.

Ma in un libro di memorie pubblicato questo mese, Francesco ha scritto di “non avere alcuna causa abbastanza seria da farmi pensare di dimettermi”.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Le prime pagine di oggi – Marzo 2024

Foto di archivio del Times of Malta.Ecco le notizie più importanti apparse giovedì sui quotidiani maltesi. IlTimes of Malta riporta la notizia di come sia...