L’Ucraina dice di aver colpito un caccia Su-57 all’interno della Russia

Un caccia russo Sukhoi Su-57 di quinta generazione si esibisce durante un’esibizione aerea al Salone internazionale dell’aviazione e dello spazio MAKS 2021, a Zhukovsky, fuori Mosca, il 20 luglio 2021.

L’Ucraina ha dichiarato domenica di aver colpito un caccia Su-57 parcheggiato in un campo d’aviazione nel sud della Russia, il suo primo attacco in assoluto all’aereo stealth di ultima generazione di Mosca.

L’ammiraglia Su-57 è entrata in servizio nelle forze aerospaziali russe nel dicembre 2020 ed è stata progettata per sostituire gli obsoleti aerei da combattimento di concezione sovietica come il Su-27 e il MiG-29.

“L’8 giugno 2024, un caccia multiruolo Su-57 dello Stato aggressore è stato colpito all’aeroporto di Akhtubinsk, nella regione russa di Astrakhan, a 589 chilometri (366 miglia) dalla linea di contatto”, ha dichiarato l’intelligence militare ucraina GUR.

“La sconfitta del Su-57 è il primo caso del genere nella storia”, ha aggiunto il GUR.

L’agenzia ha anche pubblicato le immagini satellitari del prima e del dopo di un jet Su-57 parcheggiato in un campo d’aviazione, che secondo l’agenzia mostrava danni da incendio e detriti.

L’agenzia non ha detto come ha effettuato l’attacco e non ha rivendicato direttamente la responsabilità.

L’Ucraina prende spesso di mira strutture militari ed energetiche in territorio russo con attacchi di droni, a volte a centinaia di chilometri dalla linea del fronte.

Le difese aeree russe hanno abbattuto tre droni sopra la regione di Astrakhan sabato, secondo il ministero della Difesa di Mosca.