giovedì, Aprile 18, 2024
HomeWorldIl presidente israeliano si scusa per la morte degli operatori umanitari di...

Il presidente israeliano si scusa per la morte degli operatori umanitari di Gaza

Il presidente israeliano Isaac Herzog.

Il presidente israeliano Isaac Herzog si è scusato martedì per l’attacco aereo che ha ucciso sette operatori umanitari a Gaza.

Herzog ha detto di aver parlato con Jose Andres, il famoso chef statunitense che dirige il gruppo umanitario World Central Kitchen, per esprimere il suo “profondo dolore e le sue sincere scuse per la tragica perdita di vite umane”.

Il Primo Ministro Benjamin Netanyahu si era fermato prima a non scusarsi per le morti, che ha descritto come un “caso tragico” su cui si indagherà “fino alla fine”.

“Succede in guerra… faremo di tutto perché questa cosa non si ripeta”, ha aggiunto.

Le riprese dell’AFPTV hanno mostrato il tetto di un veicolo bianco con il logo del gruppo forato da un buco nero, insieme ai rottami di altri veicoli.

In precedenza, World Central Kitchen aveva dichiarato che un “attacco mirato” da parte delle forze israeliane lunedì aveva ucciso il suo staff, composto da cittadini australiani, britannici, palestinesi, polacchi e statunitensi-canadesi.

L’organizzazione benefica, che ha consegnato aiuti alimentari alla popolazione affamata di Gaza, ha dichiarato che il suo convoglio era chiaramente segnalato e che si era coordinata con l’esercito israeliano per evitare qualsiasi pericolo.

Dall’attacco di Hamas del 7 ottobre, Gaza è sottoposta a un assedio quasi totale, con le Nazioni Unite che accusano Israele di impedire le consegne di assistenza umanitaria ai 2,4 milioni di palestinesi nel territorio devastato.

Le agenzie delle Nazioni Unite hanno ripetutamente avvertito che il nord di Gaza è sull’orlo della carestia, definendo la situazione una crisi causata dall’uomo.

Ma Herzog ha detto che Israele è impegnato a “consegnare e potenziare gli aiuti umanitari alla popolazione di Gaza”.

Le forze armate israeliane hanno anche detto martedì che stanno esaminando i modi per coordinare le consegne di aiuti sicuri.

La guerra di Gaza più sanguinosa di sempre è scoppiata con l’attacco del 7 ottobre, che ha provocato circa 1.160 morti in Israele, per lo più civili, secondo un conteggio AFP dei dati ufficiali israeliani.

La campagna di rappresaglia di Israele, volta a distruggere Hamas, ha ucciso almeno 32.916 persone, soprattutto donne e bambini, secondo il ministero della Sanità di Gaza, gestito da Hamas.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Motociclista gravemente ferito in un incidente a Saqqajja

Un motociclista è rimasto gravemente ferito mercoledì in un incidente a Saqqajja. La polizia ha dichiarato che l'incidente, avvenuto alle 15.15 di mercoledì al largo...