venerdì, Giugno 14, 2024
HomeWorldDall'onda alla sconfitta? I Verdi devono affrontare un momento difficile per il...

Dall’onda alla sconfitta? I Verdi devono affrontare un momento difficile per il voto sull’UE

Gli agricoltori hanno protestato a Bruxelles contro le politiche verdi dell’UE. Foto: AFP

Cinque anni fa i partiti verdi ottennero il loro miglior risultato di sempre alle elezioni per il Parlamento dell’Unione Europea, contribuendo poi a far approvare una vasta serie di leggi fondamentali.

Ma questa volta, quando i cittadini di tutto il blocco dei 27 Paesi si recheranno alle urne nel corso della settimana, si prevede che i Verdi subiranno pesanti perdite a causa di un contraccolpo della destra e della stanchezza degli elettori.

Secondo i sondaggi, la coalizione dei partiti verdi potrebbe perdere un terzo dei 72 seggi del Parlamento europeo che attualmente detiene, e in Francia rischia di scendere da 12 a zero.

Mentre l’ultima elezione del Parlamento europeo nel 2019 è stata accompagnata da manifestazioni di massa sul cambiamento climatico, quest’anno le questioni ambientali sono scivolate in fondo alla classifica, mentre gli elettori sono alle prese con una serie di altre crisi globali.

Swedish climate change activist, Greta Thunberg (C) speaks during the Fridays For Future rally in Piazza del Popolo in Rome in April 2019. Photo: AFPGreta Thunberg (C), attivista svedese per il cambiamento climatico, parla durante la manifestazione “Fridays For Future” in Piazza del Popolo a Roma nell’aprile 2019. Foto: AFP

Le maggiori preoccupazioni riguardano ora l’economia, la disoccupazione e la sicurezza, mentre infuriano le guerre in Ucraina e in Medio Oriente e l’UE lotta per rilanciare la crescita dopo un’inflazione record.

“Le questioni ambientali rimangono importanti, ma non più in misura sufficiente a determinare il voto”, ha dichiarato Phuc-Vinh Nguyen, ricercatore presso il think tank Jacques Delors Institute.

A conferma di questa affermazione, un recente sondaggio dell’Eurobarometro ha rilevato che l’84% degli intervistati ritiene necessaria una legislazione per la protezione dell’ambiente, anche se non è la loro priorità.

“Ma il risultato delle elezioni invierà un segnale politico, con il rischio di interpretare la debolezza dei Verdi come un rifiuto della politica climatica in generale”, ha detto Nguyen.

Pausa?

Ma non è solo il fatto che altre questioni importanti stiano diluendo il voto dei Verdi nella corsa ai 720 posti del Parlamento europeo.

Mentre l’UE ha fatto approvare il suo enorme pacchetto di leggi sul “Green Deal”, i partiti di destra hanno sfruttato il malcontento per trasformarlo in un calcio politico.

Nathalie Brack, politologa dell’università belga ULB, ha affermato che il Partito Popolare Europeo (PPE), il gruppo più numeroso del Parlamento europeo, si è impegnato a “screditare l’agenda ecologica”.

Dopo aver annacquato o respinto diverse leggi ecologiche nel corso dell’ultimo anno, i favoriti alle elezioni del PPE chiedono apertamente una “pausa” su qualsiasi altra legislazione di questo tipo per concentrarsi sulla competitività.

“Il centrodestra ha cambiato tono e ha iniziato a presentare le cose sempre più come un dilemma tra l’economia e l’ambiente”, ha detto Brack.

“Questo ha amplificato il messaggio dell’estrema destra, secondo cui le persone sono più interessate a far quadrare i conti alla fine del mese che alla fine del mondo”

La più importante delle spinte contro la legislazione ambientale dell’UE è stata un’ondata di proteste degli agricoltori in tutto il blocco, alimentata dall’ira per l’eccessiva regolamentazione percepita.

Philippe Lamberts, co-presidente del gruppo dei Verdi in parlamento, ha affermato che le altre fazioni politiche hanno perso sempre più il coraggio di portare avanti riforme severe.

“Inizialmente hanno sostenuto il Green Deal quando era politicamente costoso opporsi, per poi cambiare rotta quando non era più promettente dal punto di vista elettorale e stavamo entrando nella parte difficile della transizione”, ha detto Lamberts.

Ma i partiti verdi sono anche responsabili del loro calo nei sondaggi, poiché il loro coinvolgimento in una serie di governi di coalizione in Europa ha costretto a concessioni che hanno irritato la loro base.

In Germania, ad esempio, dove i Verdi fanno parte di una coalizione di governo composta da tre partiti, sembra che i loro voti scenderanno dal 20,5% del 2019 al 14% dopo aver accettato la riapertura delle centrali elettriche a carbone sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina.

Enigmi della coalizione

Mentre lottano alle urne, i Verdi ripongono le loro speranze nella mobilitazione degli elettori sottolineando la minaccia rappresentata da una probabile impennata dell’estrema destra alle ambizioni ambientali dell’UE.

Si tratta di un rischio reale, dato che numerose leggi del Green Deal hanno clausole di revisione o dovranno essere adattate agli obiettivi climatici dell’UE per il 2040, ancora da adottare.

Ma secondo gli analisti non tutto è perduto.

Anche se rischiano di scivolare dalla loro posizione di quarto partito in parlamento, i Verdi potrebbero ancora giocare un ruolo chiave nel contribuire a formare una maggioranza dopo le elezioni.

L’attuale capo dell’UE Ursula von der Leyen, che proviene dal PPE, potrebbe essere in cerca di sostegno per cercare di ottenere l’appoggio necessario per un secondo mandato.

President of the European Commission Ursula von der Leyen delivers her speech during the Green Deal Summit 2023 on September 26, 2023 in Prague, Czech Republic. Photo: AFPLa Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen pronuncia il suo discorso durante il Green Deal Summit 2023 il 26 settembre 2023 a Praga, Repubblica Ceca. Foto: AFP

Ciò potrebbe significare che i Verdi potrebbero essere in grado di ottenere “garanzie” sul rispetto delle ambizioni ambientali in cambio del sostegno alla von der Leyen, ha dichiarato Nguyen.

“Un parziale disfacimento del Green Deal potrebbe essere evitato con una ‘grande coalizione allargata’ che riunisca Verdi, socialdemocratici, liberali e PPE”, ha affermato.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE