sabato, Maggio 18, 2024
HomeMaltaNessun progresso tangibile nella manutenzione di Comino

Nessun progresso tangibile nella manutenzione di Comino

Cestini stracolmi a Comino.

Un’ONG ambientalista ha dichiarato lunedì scorso che i progressi tangibili nella manutenzione di Comino sono ancora lontani, nonostante le rassicurazioni del governo su una maggiore applicazione delle norme e sulla gestione dell’ambiente.

Nadur Nadif, che negli ultimi anni ha monitorato da vicino Comino, ha dichiarato di aver rivisitato l’isola per valutarne la preparazione all’imminente afflusso di visitatori.

“Purtroppo, le nostre indagini hanno rivelato uno schema ricorrente. Nonostante le assicurazioni di una maggiore applicazione delle norme e di una maggiore tutela dell’ambiente, i progressi tangibili rimangono elusivi”, ha dichiarato.

“Alle 10 del mattino (1/05/2024), alcune zone dell’isola che circondano la Laguna Blu erano ancora sporche di rifiuti, una situazione ritenuta intollerabile per un sito dichiarato Natura 2000. Sebbene i cestini siano stati svuotati e riforniti di nuovi sacchetti, come nella nostra precedente visita del 4 aprile 2024 alle 8 del mattino, questo comportamento ci spinge a porci ulteriori domande. La gamma di rifiuti spazia da oggetti comuni come tazze e bottiglie a esempi più eclatanti come ananas scartati. Inoltre, i cestini non sono etichettati correttamente, il che aggrava le difficoltà di gestione dei rifiuti.

“Inoltre, il costante ronzio dei generatori disturba la tranquillità dell’isola, soffocando i suoni naturali delle onde e della vita degli uccelli. Durante la nostra visita, abbiamo notato che nel campeggio si era accumulata una notevole quantità di rifiuti. Sebbene i bidoni all’esterno siano stati puliti e rimessi al loro posto entro venerdì (3/05/2024), il campeggio è rimasto tale fino a domenica (5/05/2024), sollevando dubbi sul fatto che il Ministero di Gozo impieghi solo spazzini o addetti alle pulizie”, ha dichiarato il gruppo.

L’anno scorso Nadur Nadif ha condotto un’ampia opera di pulizia a Comino che ha portato alla rimozione di oltre 200 sacchi di rifiuti. Il gruppo si è anche impegnato in colloqui con i ministeri di Gozo e del Turismo e con l’Autorità per le risorse ambientali (ERA) per esplorare soluzioni praticabili per rafforzare le misure di protezione ambientale.

Il gruppo ha chiesto di migliorare la pulizia e la protezione dell’ambiente e di inasprire le multe per i rifiuti.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE