sabato, Maggio 18, 2024
HomeMaltaMuscat sul piede di guerra: "Chi non ha rimediato a questa ingiustizia...

Muscat sul piede di guerra: “Chi non ha rimediato a questa ingiustizia sarà giudicato

Joseph Muscat durante una conferenza stampa la scorsa settimana. Foto: Matteo Mirabelli

Joseph Muscat si è scagliato lunedì dopo la notizia che dovrà affrontare delle accuse penali, affermando che la polizia e il procuratore generale hanno violato il suo diritto a un’udienza equa.

Muscat ha fatto notare che non è stato interrogato dagli investigatori prima che le accuse contro di lui e altri fossero presentate in tribunale.

Ha definito questo fatto “un’oscenità e un abominio”.

“Chi si è macchiato di questa ingiustizia, o si è voltato dall’altra parte invece di porvi rimedio, sarà giudicato duramente dal popolo, dalla giustizia e dalla storia”, ha scritto Muscat su Facebook.

Joseph Muscat's reaction.
La reazione di Joseph Muscat.

Diversi insider laburisti hanno dichiarato a Times of Malta che queste parole sono sembrate un attacco velato al Primo Ministro Robert Abela e ai suoi ministri.

È insolito che i pubblici ministeri presentino accuse penali contro i sospetti senza averli prima interrogati, hanno dichiarato gli avvocati penalisti a Times of Malta.

Inoltre, è inusuale che le persone accusate di crimini legati alla frode o al riciclaggio di denaro vengano citate in giudizio attraverso un mandato di comparizione, anziché essere arrestate. I sospetti chiamati in giudizio sono liberi di tornare a casa dopo essersi dichiarati non colpevoli e non dovranno richiedere la cauzione.

Il Times of Malta ha riferito lunedì che i magistrati dell’ufficio del Procuratore Generale Victoria Buttigieg hanno sporto denuncia penale contro Muscat, Konrad Mizzi, Keith Schembri e più di una dozzina di altri individui e società.

Sono sospettati di aver commesso reati in relazione all’accordo, ora annullato, per la privatizzazione di tre ospedali statali. L’accordo, negoziato e firmato dal governo di Muscat, è stato annullato l’anno scorso da un tribunale civile, che ha ritenuto che fosse inficiato da frode e che alti funzionari governativi avessero colluso contro l’interesse nazionale nella gestione dell’operazione.

La scorsa settimana si è conclusa un’inchiesta giudiziaria incaricata di valutare se Muscat, i suoi ministri e gli alti funzionari abbiano commesso reati in relazione all’accordo.

Muscat ha combattuto l’anno scorso contro il processo d’inchiesta, affermando che il magistrato che l’ha condotta è di parte e lo sta perseguitando.

La settimana scorsa ha dichiarato che le istituzioni dello Stato “lavorano contro i laburisti”.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE