Malta: ottiene la libertà vigilata dopo aver condiviso foto intime della sua ex

Un uomo ha ammesso di aver molestato la sua ex compagna e di aver condiviso foto intime.

Un uomo ha ammesso di aver fatto avances sessuali indesiderate alla sua ex fidanzata e di aver condiviso le sue foto intime con un amico è stato posto in libertà vigilata.

Ryan Cachia, un contabile di 40 anni di Tarxien, è stato arrestato in seguito all’ultimo incidente avvenuto sabato sera, quando si sarebbe recato a casa della donna a Zebbuġ e avrebbe cercato di toccarle il seno.

Questa mossa indesiderata ha fatto seguito a un precedente incidente del 3 giugno, quando l’uomo ha condiviso alcune foto intime che la sua ex gli aveva inviato quando stavano insieme.

Le foto erano state condivise in una chat privata con una terza persona.

La relazione della coppia era terminata a ottobre ma l’accusato sembrava avere difficoltà ad accettare la rottura.

Martedì l’uomo è stato accusato di aver commesso un atto sessuale non consensuale contro la sua ex, di averle causato danni emotivi o di altro tipo condividendo le sue foto intime, di averla molestata, di averle fatto temere la violenza e di aver abusato di apparecchiature di comunicazione elettronica oltre ad essere stato recidivo.

Ha registrato un’ammissione che ha confermato dopo che il tribunale gli ha dato tempo per ripensarci e consultare il suo avvocato.

Alla luce della natura delle accuse e della dichiarazione di colpevolezza anticipata, il magistrato Yana Micallef Stafrace ha emesso un ordine di libertà vigilata di tre anni e un ordine restrittivo di pari durata, avvertendo l’imputato che se avesse violato tali ordini sarebbe finito nuovamente nei guai e molto probabilmente in carcere.

L’avvocato dell’AG Jurgen Dalli e l’ispettore Christian Cauchi hanno svolto l’azione penale.

L’avvocato Joe Giglio era il difensore.