domenica, Febbraio 25, 2024
HomeMaltaLo svincolo della tangenziale di Mrieħel potrebbe essere eliminato

Lo svincolo della tangenziale di Mrieħel potrebbe essere eliminato

L’incrocio che consente agli automobilisti di lasciare la tangenziale di Mrieħel e di attraversare le corsie verso il Central Business District potrebbe essere chiuso definitivamente.

L’incrocio semaforico è temporaneamente chiuso a causa dei lavori in corso sulla tangenziale, ma Infrastructure Malta sta utilizzando questo periodo per verificare se il traffico scorre meglio senza di esso.

“La curva è temporaneamente chiusa per consentire i lavori di ammodernamento della strada ma, allo stesso tempo, stiamo cogliendo l’opportunità di studiare come il traffico si comporta con la chiusura e con i lavori di ammodernamento”, ha dichiarato a Times of Malta il CEO di IM Ivan Falzon.

“Una volta che avremo lo studio in mano, potremo dare le nostre raccomandazioni all’ente regolatore (Transport Malta)”.

Prima che venissero installati i semafori, quel tratto di strada era conosciuto come una specie di punto nero.

Gli aggiornamenti della circonvallazione di Mrieħel comprenderanno il rifacimento dell’asfalto, l’installazione di un sistema di acque piovane e modi più sicuri per entrare e uscire dalla circonvallazione, ha detto Falzon.

Gli automobilisti diretti al Central Business District si trovano spesso in lunghe code in attesa che il semaforo diventi verde per poter attraversare le corsie. Chi si trova sulla corsia opposta della tangenziale, che è una strada a scorrimento veloce, viene poi trattenuto.

Da quando è stata chiusa, gli automobilisti devono guidare in direzione di Rabat fino alla rotatoria di recente costruzione, a circa mezzo chilometro in cima alla tangenziale, e da lì accedere al quartiere degli affari. I controversi piani per la costruzione di un cavalcavia in sostituzione dell’incrocio erano stati annunciati nel dicembre 2020 ma accantonati lo scorso anno, con il ministro dei Trasporti Aaron Farrugia che aveva dichiarato che il progetto non era una priorità.

Il Times of Malta ha riferito che è stato ordinato il congelamento dei progetti infrastrutturali finanziati a livello nazionale come parte dei tentativi del governo di contenere le spese a fronte dell’aumento vertiginoso dei costi energetici.

Anche gli attivisti per l’ambiente, i residenti di Qormi e gli agricoltori si erano opposti al progetto a causa dell’impatto su alcuni terreni vicini.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Il premio NOMA 2024 a Manuela Tesse e Michele Marcolini

Sliema, Malta - 13 febbraio 2024 Il prestigioso Premio Noma 2024 sarà conferito a Manuela Tesse e Michele Marcolini, allenatori delle nazionali maltesi di...