giovedì, Aprile 18, 2024
HomeMaltaL'affluenza alle urne potrebbe crollare per le elezioni degli eurodeputati, secondo l'Eurobarometro

L’affluenza alle urne potrebbe crollare per le elezioni degli eurodeputati, secondo l’Eurobarometro

Scrutatori di voti nella sala di spoglio di Naxxar. Foto: Chris Sant Fournier

James Cummings

Secondo un recente rapporto di Eurobarometro, i maltesi hanno un terzo in meno di probabilità di votare alle elezioni europee di quest’anno rispetto alle loro controparti dell’UE.

Mentre il 77% degli europei ha dichiarato di essere propenso a votare alle prossime elezioni europee di quest’anno, a Malta la percentuale è scesa al 52%, circa un terzo in meno rispetto alla media europea.

Se questo risultato dovesse verificarsi a giugno, rappresenterebbe un cambiamento drammatico sia per Malta che per l’UE in generale: l’ultima volta che gli elettori hanno eletto gli eurodeputati nel 2019, l’affluenza alle urne a Malta era del 72,7% contro il 50,7% della media UE.

Al sondaggio, condotto tra l’11 gennaio e il 15 febbraio, hanno partecipato poco più di 500 maltesi.

Lo studio “Public Opinion in the EU” (L’opinione pubblica nell’UE) ha rilevato che mentre più della metà (57%) degli europei in media è molto propensa a votare alle prossime elezioni del Parlamento europeo, meno di un terzo (29%) dei maltesi la pensa allo stesso modo.

La percentuale di coloro che sono più ambigui riguardo al voto, ma comunque intenzionati a farlo, è stata più o meno la stessa a Malta che nel resto dell’UE: il 23% dei maltesi ha dichiarato di essere “piuttosto probabile” di votare, rispetto alla media UE del 20%.

Complessivamente, più di un terzo (34%) dei maltesi ha dichiarato di non essere intenzionato a votare alle elezioni, rispetto a un europeo su cinque (20%).

I risultati indicano anche che l’interesse per le elezioni europee è crollato a Malta negli ultimi sei mesi.

Anche l’europeo medio sembra essere molto più entusiasta delle prossime elezioni: coloro che si dichiarano “molto propensi” a votare sono quasi il doppio rispetto ai maltesi.

Al contrario, i maltesi che si dichiarano apatici nei confronti delle elezioni sono il doppio rispetto alla media europea.

Nell’ultimo trimestre del 2023, un altro sondaggio di Eurobarometro ha rilevato che il 70% dei maltesi sarebbe stato propenso a votare alle elezioni del Parlamento europeo, due punti percentuali in più rispetto alla media europea.

Quando il sondaggio è stato condotto tra la fine di settembre e la metà di ottobre, solo il 17% dei maltesi ha dichiarato che non avrebbe votato, una cifra che da allora è raddoppiata.

Se i risultati del sondaggio dovessero confermarsi a giugno, si tratterebbe della più bassa affluenza alle urne per le elezioni europee da quando Malta è entrata a far parte dell’UE nel 2004.

Quell’anno, l’affluenza alle urne era stata dell’82,4%, una cifra che è diminuita per ogni elezione successiva da allora, scendendo al livello più basso nell’ultima tornata elettorale degli eurodeputati nel 2019, quando il 72,6% si è presentato alle urne.

L’indagine di Eurobarometro arriva dopo che l’ultimo sondaggio del Times of Malta ha mostrato che il 33% probabilmente non voterà in questa fase. Gli analisti, tuttavia, ritengono che questa percentuale possa diminuire significativamente in prossimità delle elezioni.

Nonostante i sentimenti del Paese nei confronti delle imminenti elezioni europee, i maltesi hanno continuato a dimostrare una fiducia nell’UE superiore alla media: Malta è uno dei Paesi dell’UE in cui almeno due terzi degli intervistati hanno dichiarato di avere una certa fiducia.

Economia e qualità della vita

Quasi quattro quinti (78%) degli intervistati hanno descritto l’economia come “buona”, rispetto a circa due terzi degli europei che hanno detto lo stesso della loro regione.

Mentre agli intervistati di Malta – insieme a Estonia, Lettonia e Lussemburgo – è stato chiesto di descrivere lo stato dell’economia per l’intero Paese a causa delle sue dimensioni, a quelli degli Stati più grandi dell’UE è stato chiesto di valutare la regione in cui vivevano (ad esempio, la Toscana in Italia o Berlino in Germania).

Quando è stato chiesto di valutare l’economia, più di un quarto (29%) dei maltesi l’ha definita “molto buona”, rispetto ad appena un europeo su 10 che ha detto lo stesso della propria regione.

Al contrario, mentre un europeo su tre (33%) ha descritto la propria economia locale come “cattiva”, lo stesso vale solo per il 17% dei maltesi.

I maltesi si sono dimostrati fiduciosi che l’economia migliorerà ulteriormente.

“In 74 regioni, in totale, almeno il 20% degli intervistati pensa che la situazione economica della propria regione migliorerà nei prossimi 12 mesi… A Malta, il 43% degli intervistati pensa che la situazione economica della propria regione migliorerà nei prossimi 12 mesi”, si legge nel rapporto.

Le considerazioni economiche sono in cima alla lista delle preoccupazioni dei cittadini di tutta l’UE, con quasi un terzo (31%) che ha dichiarato che il costo della vita è la sua maggiore preoccupazione, seguito rispettivamente dalla situazione economica della propria regione e dalla disoccupazione.

A Malta, invece, i cittadini erano più preoccupati per l’ambiente e i cambiamenti climatici, con più di un terzo (34%) che ha dichiarato che si trattava della loro maggiore preoccupazione.

Per quanto riguarda la qualità complessiva della vita, invece, i risultati di Malta sono più in linea con quelli di altri Paesi del blocco.

Mentre l’84% dei maltesi ha definito buona la qualità della vita nel Paese, l’82% degli europei ha detto lo stesso della propria regione. Tuttavia, Malta è in vantaggio quando si tratta di coloro che dichiarano che la qualità della vita è “molto buona”, con più di un quarto (26%) dei maltesi che lo indicano rispetto a un europeo su cinque (20%).

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Le prime pagine di oggi – Marzo 2024

Foto di archivio del Times of Malta.Ecco le notizie più importanti apparse giovedì sui quotidiani maltesi. IlTimes of Malta riporta la notizia di come sia...