sabato, Maggio 18, 2024
HomeMaltaIl PN indice una protesta lunedì per il caso Vitals

Il PN indice una protesta lunedì per il caso Vitals

Parte del manifesto della protesta.

Il Partito Nazionalista ha indetto per lunedì una protesta pubblica legata allo scandalo degli ospedali Vitals.

La protesta si terrà all’esterno del Parlamento e fa seguito alla dichiarazione del leader dell’opposizione Bernard Grech, che mercoledì ha dichiarato che il suo partito avrebbe fatto ricorso alla “disobbedienza parlamentare” dopo due sentenze dello speaker che hanno negato le richieste di dibattito urgente su questioni derivanti dall’inchiesta Vitals e dalla successiva presentazione di accuse.

La settimana scorsa l’opposizione ha richiesto un dibattito urgente su una mozione che chiedeva la pubblicazione integrale del rapporto dell’ indagine Vitals presentato dal magistrato Gabriella Vella. Mercoledì ha richiesto un dibattito sulla domanda di dimissioni del vice primo ministro, Chris Fearne, e degli altri co-accusati nel caso Vitals.

The PN's protest poster.
Il manifesto di protesta del PN.

Il PN ha intitolato la sua protesta Nagħtu s-saħa lill Maltin (Dare il potere ai maltesi), un gioco di parole sullo slogan elettorale dei laburisti per il Parlamento europeo e i comuni.

Il manifesto di protesta raffigura il primo ministro Robert Abela e cinque degli accusati nel caso Vitals: l’ex primo ministro Joseph Muscat, Fearne, il governatore della Banca Centrale, Edward Scicluna, l’ex ministro Konrad Mizzi e l’ex capo di gabinetto Keith Schembri.

In un discorso registrato alla nazione, Grech ha affermato che si tratta di un “momento senza precedenti nella storia del nostro Paese”, con alti funzionari pubblici sia passati che presenti che devono affrontare accuse di riciclaggio di denaro, corruzione e frode.

Grech ha affermato che invece di assicurare che la giustizia fosse amministrata, il Primo Ministro Robert Abela “ha scatenato un attacco feroce al sistema giudiziario per salvarsi la pelle”.

Accusando Abela di essere a conoscenza del contenuto dell’inchiesta, Grech ha dichiarato che sta usando i suoi contenuti per “attaccare i giornalisti e tutti coloro che fanno cose diverse da quelle del governo”.

Grech ha avuto parole dure anche per le forze di polizia, affermando che questa indagine avrebbe dovuto essere condotta anni fa, “quando molti, compresa la PN, indicavano la corruzione in questo affare”.

Nel frattempo, ha detto Grech, l’emittente statale rimane “uno strumento di censura a favore del governo, nonostante abbia perso un caso dopo l’altro”.

“Tutti coloro che sono stati citati in questo caso e che ricoprono cariche pubbliche devono dimettersi”, ha dichiarato.

Il caso Vitals ha dominato i titoli dei giornali da quando il magistrato ha concluso la sua indagine di quattro anni sulla concessione del governo per la gestione di tre ospedali statali a Vitals Global Healthcare nel 2015.

Vitals ha poi trasferito la concessione a Steward Healthcare e la concessione è stata dichiarata nulla dalla più alta corte di Malta a febbraio, dopo aver riscontrato una frode.

Le accuse relative al caso sono state depositate in tribunale lunedì, ma non è ancora stata annunciata una data per il processo.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE