venerdì, Giugno 14, 2024
HomeMaltaIl partito laburista vince le elezioni del Parlamento europeo, ma con una...

Il partito laburista vince le elezioni del Parlamento europeo, ma con una maggioranza ridotta

I delegati laburisti festeggiano nella sala dello spoglio. Foto: Jonathan Borg

Il Partito laburista ha vinto le elezioni del Parlamento europeo, ma con una maggioranza ridotta che potrebbe fargli perdere il quarto seggio conquistato nel 2019, secondo le indicazioni preliminari del conteggio dei voti dei partiti politici.

Le indicazioni mostrano che il Partito Laburista ha ottenuto una maggioranza più ristretta rispetto a cinque anni fa, anche se ancora abbastanza grande da far invidia ai suoi partner europei, secondo fonti di entrambi i partiti.

Parlando a TVM, il Primo Ministro Robert Abela ha detto che il partito ha ottenuto una “solida vittoria”, ma ha riconosciuto che “sono stati inviati dei messaggi”

Non ha menzionato l’entità della vittoria, anche se il braccio mediatico del PN NET ha dichiarato che lo scarto è stato ridotto a “meno di 20.000 voti”.

I voti sono ancora in fase di conteggio, ma la sala di spoglio è esplosa in festeggiamenti quando Abela ha fatto la dichiarazione. Sono stati inviati messaggi contrastanti sull’entità della vittoria.

Il risultato completo delle elezioni del Parlamento europeo di sabato sarà noto più tardi, domenica, quando sarà completato il processo di trasferimento dei voti.

Nel 2019, i laburisti hanno vinto le elezioni europee con un’enorme maggioranza di 42.600 voti sul PN e nelle elezioni generali del 2022 hanno ottenuto una maggioranza di 39.400 voti.

Non è chiaro se sarà un candidato del PN a ottenere il seggio che il Labour otterrà, o il candidato indipendente Arnold Cassola.

A party agent taking note of the votes as they are counted.Un agente del partito prende nota dei voti mentre vengono contati.

Qualunque sia il risultato, due dei tre deputati laburisti saranno nuovi. Solo uno degli europarlamentari uscenti del PL, Alex Agius Saliba, ha chiesto la rielezione e il suo ritorno a Bruxelles è certo.

L’ex primo ministro Alfred Sant, Josianne Cutajar e Cyrus Engerer non sono tornati alle urne.

Per il PN, Roberta Metsola è certa di tornare al Parlamento europeo con un gran numero di voti, e secondo alcune fonti potrebbe conquistare due quote.

Se il PN dovesse ottenere il suo terzo seggio, la battaglia per i due seggi rimanenti è vista come una lotta tra l’attuale David Casa – l’eurodeputato più longevo di Malta – l’ex vice leader del PN David Agius e l’avvocato Peter Agius.

Metsola seguirà con attenzione l’esito delle elezioni in tutta l’Unione europea, poiché un forte risultato per il suo partito, il PPE, potrebbe vederla tornare per un secondo mandato come presidente del Parlamento europeo. Il suo attuale mandato scade il 17 luglio.

Mentre lo spoglio per le elezioni del Parlamento europeo si concluderà domenica sera, la Commissione elettorale si concentrerà sullo spoglio dei voti delle 68 elezioni comunali tra mercoledì e venerdì.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE