I negoziati sul futuro di Air Malta “si stanno concludendo”

I negoziati tra la Commissione europea e il governo maltese sul futuro di Air Malta sono in “fase avanzata” e si prevede che si concluderanno con un accordo, ha dichiarato il ministro delle Finanze Clyde Caruana.

Caruana ha dichiarato a Times of Malta di aver sempre insistito con la Commissione sulla necessità del Paese di avere una compagnia aerea nazionale.

“Dobbiamo arrivare a una situazione in cui il Paese deve continuare ad avere una compagnia aerea nazionale, soprattutto perché il Paese è un’isola”, ha detto Caruana.

Ad aprile, il Times of Malta ha citato fonti di Bruxelles secondo le quali la Commissione avrebbe stanziato 290 milioni di euro per Air Malta, che sarebbe stata chiusa e ne sarebbe stata creata una nuova. Poco dopo, il presidente di Air Malta David Curmi ha confermato che Malta avrebbe chiuso entro la fine dell’anno.

“Stiamo per concludere le lunghe, difficili e complesse discussioni con la Commissione europea, che non voleva una fotocopia di Air Malta. Abbiamo dimostrato alla Commissione che facciamo sul serio”, ha dichiarato Curmi in un’intervista di aprile.

Alla richiesta di un aggiornamento sui negoziati, Caruana ha detto che il governo e la Commissione sono vicini alla conclusione di un accordo.

“Se non fossimo arrivati a un accordo, non ci sarebbero voluti tutti questi mesi”, ha detto Caruana.

“I negoziati sono avanzati molto e presto inizieremo a vedere le loro conclusioni e, una volta concluse, non ho difficoltà a rendere pubblica qualsiasi cosa venga decisa”, ha detto Caruana.

Secondo le regole dell’UE, gli Stati membri devono chiedere l’approvazione della Commissione Europea prima di concedere aiuti di Stato.