venerdì, Giugno 14, 2024
HomeMaltaGuarda: In campagna elettorale con i sedicenni in corsa per le elezioni...

Guarda: In campagna elettorale con i sedicenni in corsa per le elezioni comunali

Andre Mizzi e Nina Briffa sono tra i più giovani candidati alle elezioni comunali. Credit: Karl Andrew Micallef

Due dei più giovani candidati al consiglio comunale di Malta vogliono dimostrare agli elettori che, nonostante l’età, i sedicenni sono in grado di proporre idee nuove e innovative per migliorare le loro località e possono farlo mentre proseguono gli studi.

Questa sarà la prima volta in cui i sedicenni potranno non solo votare, ma anche essere eletti

Times of Malta ha trascorso una giornata con due dei giovani candidati.

Questi sedicenni potrebbero essere i prossimi sindaci di Fgura e Qrendi? Video: Karl Andrew Micallef

sono determinato ad essere presente per i cittadini

“Dire che gli adolescenti mancano di maturità è una bugia”, è stata la risposta diretta di Andre Mizzi quando gli è stata chiesta la sua opinione sul fatto che i sedicenni siano troppo giovani per partecipare alle elezioni comunali.

Mizzi, che ha compiuto 16 anni solo ad aprile, è il candidato più giovane del Partito Laburista, in corsa per le elezioni in Fgura.

Sulla stessa scheda elettorale c’è Mizzi, che ha compiuto 16 anni a marzo.

“Un giovane di 16 anni può prendere grandi decisioni. Forse noi ci mettiamo un po’ di più a decidere perché dobbiamo fare le ricerche necessarie, ma non significa che non siamo abbastanza maturi”, dice Mizzi.

Durante la sua campagna elettorale, si è destreggiato tra le visite a casa e lo studio per i suoi nove esami SEC (O-Level).

“Non c’è un’età giusta per questo. Chi è determinato a lavorare in squadra e si concentra sui compiti che gli vengono assegnati può diventare un candidato”.

“Ho sempre voluto essere quella persona che in una squadra dà il massimo, e il Consiglio può darmi la piattaforma per lavorare a qualcosa di meglio”, ha detto.

Andre Mizzi with his nannu Charles Calleja, better known as his ‘campaign manager’. Credit: FacebookAndre Mizzi con il suo nannu Charles Calleja, meglio conosciuto come il suo “campaign manager”. Credito: Facebook

Il nonno è il responsabile della campagna elettorale

Mizzi pianifica la sua giornata in modo preciso, studiando per gli esami al mattino e andando a visitare le case la sera.

“La mia gestione del tempo è molto buona”, ha detto, ma un membro della famiglia è stato essenziale durante la sua campagna.

È il nonno Charles Calleja, 78 anni, che lo ha aiutato negli ultimi mesi, distribuendo biglietti da visita e volantini agli elettori mentre Mizzi studiava.

“Il mio nannu mi aiuta molto, tecnicamente è il mio responsabile della campagna elettorale. Molte persone che mi hanno parlato sanno chi è il mio nannu e lo rispettano molto”.

Could PL’s youngest candidate, Andre Mizzi, be Fgura’s next mayor? Credit: FacebookIl candidato più giovane del PL, Andre Mizzi, potrebbe essere il prossimo sindaco della Fgura? Credito: Facebook

Calleja è una figura ben nota, avendo svolto per molti anni attività di volontariato presso il circolo del Partito Laburista della Fgura. Inizialmente temeva che il nipote non sarebbe riuscito a gestire lo studio e la campagna elettorale, ma poi è rimasto colpito dalla sua dedizione e perseveranza e spesso si accompagna a Mizzi durante le visite a domicilio.

Se eletto, Mizzi afferma di voler lavorare con una squadra per rendere la Fgura più inclusiva per tutti i residenti.

Sarà un altro gioco di equilibri, poiché intende continuare gli studi per intraprendere una carriera nel giornalismo.

il modo migliore per far passare il messaggio è la politica

Come Mizzi, anche la campagna elettorale della sedicenne Nina Briffa è stata interrotta dagli esami, ma questo non è uno scenario nuovo per lei.

Nina Briffa is the youngest female PN candidate running in the local elections.Nina Briffa è la più giovane candidata del PN alle elezioni locali.

Briffa, studentessa al primo anno del sesto anno del De Le Salle College, non è nuova alla politica. A 13 anni ha iniziato a partecipare alle attività del PN e alle raccolte di fondi, e in seguito, durante gli esami di O-level, aiutava i candidati nelle loro campagne e si univa a loro durante le visite a domicilio.

A tre anni di distanza, quell’esperienza le è tornata utile: ora è in lizza per un seggio nel consiglio comunale di Qrendi come più giovane candidata donna del PN.

Il candidato più giovane del partito è il sedicenne Gabriel Borg Ferrando, candidato al consiglio comunale di St Julian.

“Ho incontrato molte persone e nessuno ha fatto commenti sulla mia età o sul fatto che sono troppo giovane per essere candidato”, ha detto Briffa, “Quando le persone mi chiedono quanti anni ho e scoprono che ho 16 anni, mi incoraggiano. Naturalmente, ci sono critiche online, non per chi sono, ma per la mia età. Credo che quando le persone mi conosceranno, la loro opinione cambierà”.

L’attrice ha fatto un parallelo tra i giovani politici e i giovani atleti, sottolineando come entrambi abbiano un’agenda fitta di impegni, ma che i primi sono più malvisti dalla società.

“La gente pensa che io non sia in grado di gestire la politica a causa dei miei studi. Gli studenti atleti devono affrontare la stessa sfida e sono ancora più limitati a causa delle ore di allenamento fisse”, ha detto.

“Finora ci sono riuscita e spero di continuare a farlo se sarò eletta”

Nina Briffa with European Parliament president Roberta Metsola, who is also campaigning this week.Nina Briffa con la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, anche lei impegnata nella campagna elettorale di questa settimana.

Nina Briffa ha dichiarato che una delle sue priorità è salvaguardare il nucleo del villaggio di Qrendi e preservarne il patrimonio. Vuole anche coinvolgere più giovani nel consiglio comunale.

Briffa è presidente dell’ala giovanile Teamstart del PN, che ha descritto come la sua “seconda famiglia”, ed è anche membro del consiglio studentesco della sua università. Nonostante l’agenda piena, trova sempre il tempo per la famiglia e gli amici.

“Non mi sembra di perdere la mia giovinezza solo perché sono impegnata in politica”, ha detto, “sono una persona normale. Oggi abbiamo fatto una lotta con l’acqua a scuola. Anche i politici hanno una vita!”, ha detto.

Quando le è stato chiesto perché si fosse unita al partito di opposizione e non a una ONG, ha risposto che la politica era il modo migliore per trasmettere il suo messaggio.

“Quando parlo di messaggio, intendo il modo migliore per raggiungere le persone e capirle. Il PN offre una porta d’accesso e opportunità per incontrare le persone e far passare il nostro messaggio”, ha detto.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE