giovedì, Aprile 18, 2024
HomeMaltaGordon Manché di River of Love presenta una denuncia penale contro il...

Gordon Manché di River of Love presenta una denuncia penale contro il direttore artistico

Sean Buhagiar di Teatru Malta è stato interrogato dalla polizia in merito a una denuncia penale presentata contro di lui dal pastore di River of Love Gordon John Manché.

Il direttore artistico della compagnia teatrale nazionale è stato denunciato alla polizia dopo aver affermato sui social media che la satira locale dovrebbe essere salvaguardata e incoraggiata, a sostegno del comico Daniel Xuereb e del satirico Matt Bonanno, anch’essi denunciati alla polizia da Manché.

Xuereb è stato denunciato per due accuse: insulti a Manché e uso improprio di apparecchiature elettroniche per condividere minacce in relazione a un video di un suo sketch comico pubblicato sui social media a marzo.

Matteo Bonanno, proprietario del sito di notizie satiriche Bis-Serjeta, è stato accusato di minacce online dopo aver insinuato che il gruppo evangelico River of Love dovrebbe essere bombardato a tappeto.

Manché ha anche presentato una protesta giudiziaria contro Times of Malta chiedendoche gli articoli che collegano la sua comunità evangelica cristiana al presunto assassino di una donna polacca siano tolti dal sito web.

Nel suo post sui social media, Buhagiar sostiene che Manché è diventato “una vera minaccia per i principi cari della libertà di parola e di espressione satirica”.

Incoraggia la comunità a reagire con la satira pubblicando i commenti che hanno messo Xuereb e Bonanno nei guai.

“Una risposta collettiva potrebbe creare un’ondata di satira. E poi? Portare tutti in tribunale? Certo, faremmo della satira; affermeremmo che la satira è una forma d’arte vitale che dovrebbe essere abbracciata da tutti, a meno che non si abbia qualcosa da nascondere”

Venerdì Buhagiar ha dichiarato che la denuncia penale presentata contro di lui da Manché ha spinto le autorità giudiziarie ad avviare un’indagine sulla vicenda.

“Non credo che ci sia nulla di criminale in quello che ho scritto e credo che il buon senso prevarrà”.

“È già molto difficile essere un autore di satira a Malta – qui non ci si imbatte tutti i giorni in una buona satira tagliente – figuriamoci se si trovano persone che applicano male il sistema legale per cercare di spaventarti”

Ha mantenuto la sua posizione a sostegno dei due comici.

Buhiagar ha suggerito di avviare una lobby per introdurre una sorta di tutela della satira.

“Se un prete dice a qualcuno che andrà all’inferno, lo si considera nel suo contesto e non lo si accusa di incitamento all’odio. Se un medico dice a qualcuno che proverà dolore, lo si prende nel suo contesto e non lo si accusa di violenza.

“Se un autore di satira parla, bisogna anche considerare il contesto. C’è una grande differenza tra il discorso d’odio e la satira o l’espressione artistica come la commedia. Se uno vuole dire quello che vuole alla sua setta, dovrebbe lasciare che i comici dicano quello che vogliono nei loro concerti o nei loro portali. Le leggi sulla censura sono state fortunatamente abolite a Malta.

“Nel 2023 anche il sacro potrà essere diffamato a fini artistici senza incorrere in accuse penali, figuriamoci l’empio. Quindi, lunga vita alla satira e alla commedia”.

A seguito di questo post, giovedì pomeriggio è stato interrogato in una stazione di polizia.

Buhagiar ha lavorato a spettacoli satirici come Serataron e ha diretto opere teatrali satiriche come Sibna ż-Żejt. Nel 2014 ha diretto Jiena Nħobb, Inti tħobb , che ha causato notevoli proteste da parte di River of Love.

Manché e il suo gruppo cristiano evangelico sono stati spesso sotto i riflettori per aver promosso il fanatismo religioso.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Le prime pagine di oggi – Marzo 2024

Foto di archivio del Times of Malta.Ecco le notizie più importanti apparse giovedì sui quotidiani maltesi. IlTimes of Malta riporta la notizia di come sia...