martedì, Aprile 23, 2024
HomeMaltaFunzionari europei accompagnano gli ispettori OHSA durante le visite ai cantieri edili

Funzionari europei accompagnano gli ispettori OHSA durante le visite ai cantieri edili

Membri dell’OHSA durante una delle visite. Foto: OHSA

Gli ispettori dell’Autorità per la salute e la sicurezza sul lavoro sono stati accompagnati da funzionari dell’Autorità europea del lavoro durante le recenti ispezioni nei cantieri locali, ha dichiarato mercoledì.

In una dichiarazione che illustra il suo lavoro, l’OHSA ha affermato che i suoi ispettori hanno identificato “diversi problemi… tra cui problemi con le impalcature, rischi di cadute dall’alto e mancato rispetto delle leggi sul lavoro, come straordinari non pagati e mancanza di contratti adeguati”.

La dichiarazione, tuttavia, non ha specificato quante ispezioni sono state effettuate, quando o dove si sono svolte o quante violazioni sono state identificate.

L’OHSA ha dichiarato che le ispezioni facevano parte di una più ampia iniziativa dell’ELA volta a garantire l’applicazione delle norme in materia di salute e sicurezza e delle condizioni di lavoro all’interno dell’UE.

Le ispezioni hanno coinvolto anche il Dipartimento per le relazioni industriali e l’occupazione (DIER), JobsPlus, la polizia per l’immigrazione e gli ispettori del lavoro bulgari in qualità di osservatori

L’OHSA ha dichiarato di essere impegnata a collaborare con altri enti, come l’ELA, per condurre tali ispezioni.

le ispezioni congiunte non solo snelliscono il processo di applicazione, ma promuovono anche una cultura di conformità e sicurezza che protegge tutti i lavoratori”.

“L’OHSA esorta tutte le parti interessate del settore edile a dare priorità alla salute e alla sicurezza e a rispettare tutte le normative.

“Così facendo, possiamo garantire un ambiente di lavoro più sicuro per tutti i soggetti coinvolti e continuare a costruire un settore edile resiliente e responsabile”, ha dichiarato.

L’OHSA è stata citata tra le varie autorità di regolamentazione da un’inchiesta pubblica sul settore edile e sulla morte in cantiere di Jean Paul Sofia.

L’inchiesta aveva rilevato che l’OHSA aveva una presenza miseramente bassa nell’applicazione delle norme, nonostante avesse un conto in banca di oltre 1 milione di euro, ed era rimasta sconcertata dalle testimonianze che sostenevano che gli ispettori dell’OHSA non erano qualificati per identificare le carenze edilizie pericolose.

Il documento ha criticato l’ex amministratore delegato dell’agenzia, che nel frattempo è andato in pensione, e ha affermato che il suo presidente dovrebbe “considerare la sua posizione”. Successivamente

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Questo architetto ha lasciato il suo lavoro “tossico” per lottare per il patrimonio di Malta

Patrick Calleja si sente libero ora che il suo lavoro "tossico" di architetto con l'Autorità di pianificazione è finito. Foto: Jonathan BorgPatrick Calleja si...