mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeMaltaCronacaSannat: un uomo ottiene la libertà su cauzione dopo essersi dichiarato non...

Sannat: un uomo ottiene la libertà su cauzione dopo essersi dichiarato non colpevole di aver sparato a due cani

A un uomo è stata concessa la libertà su cauzione nella tarda serata di ieri, martedì 13 giugno, dopo essersi dichiarato non colpevole di aver presumibilmente sparato in una fattoria di Gozo lunedì scorso uccidendo due cani.

Raymond Bajada, 51 anni, residente a Sannat, è stato accompagnato davanti al tribunale dei magistrati di Gozo martedì sera per un’udienza che è iniziata intorno alle 21.30, in relazione a un incidente segnalato alla polizia il giorno prima.

La polizia, allertata per una sospetta sparatoria, era arrivata in una fattoria a Triq l-Għaxra ta’ Ottubru, 1942, trovando due fox terrier morti.

Il candidato al Parlamento europeo Arnold Cassola ha condiviso un’immagine dei cani sui suoi social media nella tarda serata di lunedì.

Durante l’udienza di martedì, la corte ha appreso che uno dei cani è stato ucciso con un solo colpo di pistola, mentre l’altro è stato ucciso due volte intorno alle 17.40.

Il sospetto avrebbe raggiunto la fattoria con un camion.

Bajada è stato accusato di crudeltà verso gli animali, di non aver informato le autorità di polizia dopo aver ottenuto l’arma senza licenza e di possesso della stessa.

Nel confutare le obiezioni dell’accusa alla libertà su cauzione, l’avvocato difensore Franco Debono ha sostenuto che il suo cliente negava le accuse.

Inoltre, eventuali testimoni civili avrebbero dovuto essere portati a testimoniare all’udienza preliminare, come normalmente accade quando un testimone lascia il Paese prima che il procedimento prosegua.

In questo caso, non c’era alcun timore di manomissione delle prove, ha sostenuto l’avvocato, sottolineando che il suo cliente avrebbe rispettato qualsiasi condizione imposta dalla corte.

Dopo aver ascoltato le osservazioni, la corte, presieduta dal magistrato Simone Grech, ha accolto la richiesta a fronte di una cauzione di 2.000 euro, una garanzia personale di 10.000 euro e la firma del libretto di cauzione tre volte alla settimana.

L’ispettore Bernard Charles Spiteri ha svolto l’azione penale.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE