I soccorritori maltesi cercano sopravvissuti al terremoto in un hotel crollato

I soccorritori maltesi si sono messi al lavoro in una città turca devastata dal terremoto di lunedì.

La squadra è alla ricerca di sopravvissuti in un hotel crollato a Malatya. 120 sono i dispersi, ma i soccorritori sono in contatto con almeno otto persone sepolte sotto le macerie.

Il lavoro è delicato e pericoloso, a causa dello stato del crollo, con condizioni peggiorate dalla neve e dalle basse temperature.

La squadra maltese è composta da 32 soccorritori e un cane da soccorso.

Il terremoto di magnitudo 7,8 ha colpito alle 04.17 a una profondità di circa 18 chilometri vicino alla città turca di Gaziantep. Finora sono stati confermati più di 5.000 morti.

Diversi Paesi stanno inviando squadre di soccorso nell’area. Tra questi, l’Ucraina, che martedì ha dichiarato di voler inviare 87 soccorritori in Turchia.

L’ambasciata turca a Malta ha lanciato un appello per raccogliere donazioni per assistere i sopravvissuti. Capi di abbigliamento caldi come impermeabili, stivali, maglioni, guanti e sciarpe per bambini e adulti sono solo alcuni degli articoli di abbigliamento che i cittadini possono donare all’ambasciata di Malta.