martedì, Maggio 28, 2024
HomeMaltaAccusato di aver violato tre decreti di cauzione, ma l'arresto è dichiarato...

Accusato di aver violato tre decreti di cauzione, ma l’arresto è dichiarato illegale

Ransdon Debono è stato arrestato per il suo presunto coinvolgimento in un incidente stradale in Blue Grotto Avenue. Foto: Google

Un uomo accusato di aver violato tre decreti di cauzione è uscito liberamente dal tribunale sabato dopo che un magistrato ha dichiarato il suo arresto illegale perché la polizia non ha rispettato la lettera della legge.

Il magistrato Nadine Lia ha accolto le argomentazioni della difesa secondo cui la polizia non ha rispettato la legge quando ha arrestato l’uomo in seguito a un incidente stradale.

Ransdon Debono, 20 anni, di Qormi, è stato arrestato alla stazione di polizia quando si è presentato per firmare uno dei suoi libretti di cauzione. È stato arrestato per il suo presunto coinvolgimento in un incidente stradale avvenuto il 6 marzo.

Tuttavia, la corte ha rilevato che la polizia non ha rispettato un dettaglio tecnico della legge, che richiede la notifica immediata dell’arresto al magistrato di turno quando un sospetto viene arrestato in una stazione di polizia.

La corte ha appreso che la polizia stava indagando su un incidente stradale avvenuto in Blue Grotto Avenue a Żurrieq.

Il padre di Debono ha dichiarato di essere alla guida, ma quando la polizia ha analizzato i filmati delle telecamere a circuito chiuso si è resa conto che una persona di statura simile al figlio, l’imputato, era alla guida dell’auto al momento dell’incidente.

Quando Debono si è presentato alla stazione di polizia per firmare il libretto della cauzione, è stato arrestato e una successiva perquisizione nella sua residenza ha portato alla luce abiti simili a quelli indossati dal conducente della Mazda Demio coinvolta nell’incidente.

Sabato è stato arrestato, ma all’interrogatorio degli avvocati difensori Franco Debono e Adriana Zammit è emerso che la polizia non aveva informato immediatamente il magistrato dell’arresto, come previsto dalla legge.

L’articolo 355 del codice penale prevede che se l’ispettore ha il ragionevole sospetto che la persona che si è presentata volontariamente alla stazione di polizia possa aver commesso un reato passibile di reclusione, può arrestarla senza mandato e informarla dell’arresto.

La legge stabilisce anche che l’ora dell’arresto deve essere immediatamente registrata e il magistrato deve essere immediatamente informato.

È emerso che nulla di tutto ciò è stato fatto, per cui il magistrato Lia ha dichiarato l’arresto illegale e ha ordinato il rilascio immediato.

Debono si è dichiarato non colpevole di aver guidato senza una patente valida o una copertura assicurativa, di essere recidivo e di aver violato le condizioni di tre decreti di libertà provvisoria emessi nel marzo e nel settembre 2022.

L’ispettore di polizia Francesca Calleja ha esercitato l’azione penale.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

‘Questa non è una serie TV’ – Muscat si dichiara non colpevole tra drammi in tribunale e fuori

Centinaia di persone hanno manifestato fuori dal tribunale a sostegno di Muscat e dei suoi collaboratori. Foto: Matteo MirabelliJoseph Muscat si è dichiarato non...