martedì, Maggio 28, 2024
HomeBusinessMorningstar DBRS conferma il rating A per la valuta estera e locale...

Morningstar DBRS conferma il rating A per la valuta estera e locale a lungo termine di Malta

L’agenzia ritiene che i rating di Malta rimangano equilibrati. Foto: Shutterstock

L’agenzia di rating Morningstar DBRS ha confermato il rating A per la valuta estera e locale a lungo termine di Malta.

Ha inoltre confermato il rating dell’emittente maltese a breve termine in valuta estera e locale a R-1. La tendenza di tutti i rating √® stabile.

L’agenzia ha dichiarato di ritenere che i rischi per i rating di Malta rimangano equilibrati, in quanto l’economia si √® fortemente ripresa dalla pandemia.

Il PIL reale √® aumentato del 18% tra il 2019 e il 2023, rispetto a un aumento di appena il 3,3% per l’area dell’euro, grazie alla ripresa del turismo e alla forte crescita di altri importanti settori dei servizi come i servizi professionali, l’informazione e la comunicazione (ICT), il gioco d’azzardo e il commercio.

Sul fronte della spesa, i consumi privati sono stati sostenuti dai forti afflussi di lavoratori stranieri e dalle ampie misure di sostegno fiscale che hanno attenuato l’impatto dell’inflazione sul potere d’acquisto delle famiglie.

“Sebbene l’economia sia esposta a rischi negativi, come l’escalation delle tensioni geopolitiche, le prospettive generali di crescita sono favorevoli”, ha dichiarato.

La Commissione ha osservato che, sebbene la forte ripresa economica abbia sostenuto le entrate pubbliche, i risultati fiscali si sono notevolmente deteriorati negli ultimi anni a causa di misure di sostegno fiscale ancora consistenti.

La previsione di riduzione del deficit di bilancio non si basa su una chiara strategia di uscita dai sussidi energetici non mirati, ma piuttosto sull’aspettativa del governo che una diminuzione dei prezzi globali dell’energia possa ridurre il costo fiscale dei sussidi.

“Pertanto, i prezzi dell’energia pi√Ļ alti del previsto costituiscono un rischio negativo per le finanze pubbliche”.

L’agenzia ha osservato che, sebbene il debito pubblico sia aumentato negli ultimi anni, √® ancora moderato e si confronta positivamente con la maggior parte degli altri Paesi dell’area dell’euro.

D’altra parte, la natura piccola e aperta dell’economia maltese la rende vulnerabile agli shock esterni. Inoltre, i livelli di produttivit√† del lavoro sono ancora relativamente bassi.

L’agenzia ha dichiarato che potrebbe aggiornare il rating di Malta se si verificasse una delle seguenti condizioni o una combinazione di esse:

  • un miglioramento sostanziale della traiettoria del debito pubblico grazie a un approccio fiscale prudente e a una solida performance economica; oppure
  • ulteriori prove di una maggiore resistenza economica e fiscale agli shock esterni.

Morningstar DBRS potrebbe abbassare il rating di Malta se si verificasse uno dei seguenti eventi o una loro combinazione:

  • un significativo deterioramento della traiettoria del debito pubblico, potenzialmente guidato da un periodo prolungato di sottoperformance fiscale o da una crescita economica debole; oppure
  • un’inversione dei miglioramenti nelle riforme dei crimini finanziari e della qualit√† istituzionale di Malta.

La crescita economica inizia a diminuire, ma rimane relativamente forte

L’agenzia ha dichiarato che, sebbene la crescita economica abbia subito un moderato rallentamento nell’ultimo anno, √® rimasta molto pi√Ļ forte rispetto alla maggior parte degli altri Paesi dell’area dell’euro.

Il PIL reale √® cresciuto del 5,6% nel 2023, in calo rispetto all’8,1% del 2022, ma √® rimasto forte rispetto a un tasso di crescita di appena lo 0,4% per l’area dell’euro nel 2023.

I maggiori fattori di crescita nell’ultimo anno sono stati i servizi professionali e finanziari.

Le dinamiche di crescita di altri settori dei servizi, come i trasporti, gli alberghi e i ristoranti e l’ICT, si sono moderate, anche se con un ritmo di crescita ancora sostenuto.

Sul fronte della spesa, la crescita √® stata trainata dall’aumento delle esportazioni nette, in particolare per i servizi.

I consumi privati hanno continuato a espandersi a un ritmo sostenuto, favoriti dalla solidit√† del mercato del lavoro e dagli ingenti sussidi per l’energia.

Morningstar DBRS ha affermato che i rating di Malta continuano a essere limitati dalle piccole dimensioni dell’economia del Paese, basata sui servizi, che la rendono vulnerabile agli shock esterni.

Inoltre, mentre si prevede che l’afflusso di fondi europei rafforzer√† le prospettive di crescita, le strozzature infrastrutturali e i livelli di produttivit√† del lavoro ancora relativamente bassi probabilmente limiteranno la crescita potenziale.

L’agenzia ha osservato che i prezzi dell’energia pi√Ļ alti del previsto costituiscono un importante rischio negativo per i conti pubblici.

Inoltre, nel medio-lungo termine, le entrate derivanti dal regime di cittadinanza per investimento e dalla tassazione delle imprese di Malta potrebbero subire pressioni e richiedere l’introduzione di misure correttive per colmare il divario.

Debito pubblico in aumento ma ancora moderato

Gli ampi disavanzi fiscali degli ultimi anni hanno portato a un netto aumento del debito pubblico lordo, passato dal 40% del PIL nel dicembre 2019 al 49,6% nel settembre 2023. Quest’ultimo livello di debito, tuttavia, si confronta ancora positivamente con i livelli della maggior parte degli altri Paesi dell’UE e continua a fornire al governo uno spazio prezioso per sostenere l’economia in caso di stress.

In prospettiva, una stabilizzazione o una riduzione del rapporto debito/PIL richiederebbe un aumento delle misure di consolidamento fiscale.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

‘Questa non √® una serie TV’ – Muscat si dichiara non colpevole tra drammi in tribunale e fuori

Centinaia di persone hanno manifestato fuori dal tribunale a sostegno di Muscat e dei suoi collaboratori. Foto: Matteo MirabelliJoseph Muscat si è dichiarato non...