Il fondatore di Sigma: il cambio di sede ‘ha riscosso successo’ nonostante il caos del traffico

Il fondatore e CEO di Sigma, Eman Pulis, ha difeso la sua decisione di spostare l’annuale evento iGaming da Ta’ Qali a un cantiere navale a Marsa, affermando che “ha ottenuto ottimi risultati” nonostante i gravi ingorghi stradali in tutto il paese.

Si è svolta questa settimana la nona edizione di una delle più grandi convention di iGaming in Europa, Sigma.

A differenza degli anni precedenti, Sigma si è trasferita dalla sua posizione abituale presso il Malta Fairs and Conventions Centre (MFCC) di Ta’ Qali al Mediterranean Maritime Hub (MMH) a Marsa, il grande magazzino di un cantiere navale situato accanto al viadotto di Marsa.

Iil cambio di location ha causato gravi ingorghi stradali, con delegati e altri automobilisti costretti a subire lunghe code.

Pulis ha riconosciuto la problematica in un post su LinkedIn.

Il fondatore di SIGMA difende la decisione di spostare l'evento annuale di i-Gaming da Ta Qali a Marsa. Foto: LinkedIn
Il fondatore di SIGMA difende la decisione di spostare l’evento annuale di i-Gaming da Ta Qali a Marsa. Foto: LinkedIn

“Mi rendo conto che il primo giorno di convention ha avuto un forte impatto sul flusso del traffico in tutto il Paese e siamo dispiaciuti per l’inconveniente”, ha pubblicato. “Abbiamo imparato alcune importanti lezioni per migliorarci il prossimo anno”.

Ciononostante, Pulis ha dipinto il cambio di sede come una storia di successo, suggerendo che la scelta fosse tra il trasferimento in “una sede più grande e non convenzionale” o l’allontanamento dell’evento da Malta.

“Una delle decisioni più difficili prese all’inizio dell’anno sotto la mia supervisione ha riscosso un ottimo successo”, ha detto.

Ha quindi aggiunto che non vede l’ora di “alzare il livello” l’anno prossimo, sottolineando l’importanza dell’evento per l’industria del turismo.

“Per il settore turistico, il mese di novembre era di spalla. Ora non più”, ha detto.

La sede, solitamente utilizzata come cantiere navale, è stata trasformata in una sala congressi per ospitare i 25.000 delegati e i 250 relatori, come affermato da Pulis in precedenza.

“La risposta degli albergatori, dei ristoranti, dei fornitori, dei club sportivi e dei taxi è stata travolgente, ed è un chiaro segno che il salone deve rimanere a Malta”, ha detto Pulis.

Nel suo post, Pulis non ha menzionato nessuno degli altri problemi sollevati dai partecipanti quando Times of Malta aveva visitato il centro congressi, come l’angusta area ristorazione, i bagni piccoli e la pavimentazione irregolare nel ritrasformato cantiere navale.

Commentando il suo post, alcune persone hanno espresso le proprie esperienze negative, come le lunghe attese per prendere un taxi e le storte alle caviglie a causa dei pavimenti irregolari.

“Quest’anno è stato davvero spiacevole, mi dispiace dirlo”, ha dichiarato un delegato. “Trasferitevi in una sede più grande e non convenzionale”, ha consigliato un altro.

Tuttavia, altri hanno reagito positivamente, descrivendo l’evento come un'”edizione straordinaria” e un “grande spettacolo”.

“Bello creare una conferenza così grande da distruggere l’infrastruttura di un intero Paese”, ha commentato ironicamente un utente.