lunedì, Giugno 5, 2023
HomeBusinessEconomiaIl FMI prevede una ripresa dell'economia britannica con un'importante inversione di tendenza

Il FMI prevede una ripresa dell’economia britannica con un’importante inversione di tendenza

Il Fondo Monetario Internazionale ha fatto un’importante inversione di rotta sulle sue previsioni per l’economia del Regno Unito, affermando ieri di aspettarsi una crescita quest’anno, appena un mese dopo aver previsto una contrazione.

Il Fondo Monetario Internazionale ha dichiarato che l’economia britannica dovrebbe espandersi dello 0,4% nel 2023, nel suo ultimo documento di outlook che cita in parte l’indebolimento dei prezzi dell’energia.

L’istituzione ha smentito la sua precedente previsione di aprile, che prevedeva una contrazione dello 0,3%.

Sostenuta da una domanda resistente nel contesto del calo dei prezzi dell’energia, l’economia del Regno Unito dovrebbe evitare la recessione e mantenere una crescita positiva nel 2023.
Dichiarazione del Fondo Monetario Internazionale

Nel corso di una conferenza stampa a Londra, il direttore generale del FMI Kristalina Georgieva ha difeso l’inversione di rotta. Ha detto che è stata provocata dal calo dei prezzi dell’energia, dall’allentamento delle preoccupazioni sulla Brexit e dal miglioramento della stabilità finanziaria dopo le recenti turbolenze politiche nel Regno Unito e i problemi del settore bancario statunitense.

Il Presidente ha elogiato la Gran Bretagna per aver compiuto “passi decisivi e responsabili” negli ultimi mesi, tra cui la supervisione di un accordo di salvataggio da parte della banca britannica HSBC per il ramo britannico del prestatore statunitense SVB, che è crollato.

Tempi turbolenti

La Georgieva ha avvertito che “l’economia globale rimane altamente incerta”. Ma ha espresso la speranza che i politici statunitensi concludano presto un accordo per innalzare il tetto del debito nazionale ed evitare un default.

Attendo con ansia che si trovi una soluzione… Speriamo di non dover aspettare così a lungo. Negli ultimi anni abbiamo attraversato un periodo molto turbolento. Abbiamo subito shock su shock su shock, e questo ha creato un’incertezza eccezionale. Il nostro personale ha il merito di essere agile nell’esaminare i cambiamenti delle condizioni in modo da poter fornire un quadro il più chiaro possibile, in un momento in cui la nebbia è la più fitta da molti decenni a questa parte
Il direttore generale del FMI Kristalina Georgieva

Rallentamento “significativo

Il FMI ha rilevato un rallentamento “significativo” del Regno Unito dal 2022, quando l’economia è cresciuta del 4,1% nonostante l’inflazione alle stelle e le bollette energetiche dovute alla guerra in Ucraina.

Sostenuta da una domanda resiliente nel contesto del calo dei prezzi dell’energia, l’economia britannica dovrebbe evitare la recessione e mantenere una crescita positiva nel 2023. Tuttavia, l’attività economica è rallentata in modo significativo rispetto all’anno scorso e l’inflazione rimane ostinatamente alta a seguito del grave shock sui termini di scambio dovuto alla guerra della Russia in Ucraina e, in una certa misura, alle conseguenze della pandemia sull’offerta di lavoro
Comunicato del FMI

Il FMI ha inoltre avvertito che le prospettive di crescita per quest’anno rimangono “modeste”.

Il FMI ha dichiarato che l’aggiornamento al 2023 riflette una “resilienza superiore al previsto” sia nella domanda che nell’offerta, insieme a una maggiore fiducia nella riduzione dell’incertezza post-Brexit e a costi energetici più bassi.

L’organizzazione ha aggiunto che il quadro di Windsor avrà un “impatto positivo” sulle prospettive.

Il primo ministro conservatore Rishi Sunak ha siglato quest’anno il patto di Windsor per rivedere le regole commerciali nordirlandesi e reimpostare le relazioni post-Brexit tra Londra e l’Unione Europea.

Prospettive di crescita forti

Hunt ha dichiarato in conferenza stampa che il “grande miglioramento” da parte del FMI accredita l’azione del governo per ripristinare la stabilità e domare l’inflazione.

Se ci atteniamo al piano, il FMI conferma che le nostre prospettive di crescita a lungo termine sono più forti di quelle di Germania, Francia e Italia… ma il lavoro non è ancora finitoHunt

L’aggiornamento di ieri potrebbe favorire i conservatori di Sunak, che sono in ritardo rispetto ai laburisti, in vista delle elezioni generali previste per il prossimo anno.

Il PIL britannico dovrebbe crescere dell’1,0% nel 2024, senza variazioni rispetto alle precedenti indicazioni del FMI.

La notizia arriva dopo che all’inizio del mese la Banca d’Inghilterra ha previsto che l’economia britannica eviterà la recessione quest’anno, nonostante l’inflazione annuale del Paese sia rimasta al di sopra del 10%.

La Gran Bretagna pubblicherà i dati ufficiali sull’inflazione di aprile nella giornata di oggi.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Verstappen amplia il suo vantaggio per il titolo con una vittoria magistrale in Spagna

Il doppio campione del mondo in carica Max Verstappen ha esteso il suo vantaggio nella corsa al titolo di quest'anno a 53 punti domenica, quando ha completato una tripletta guidando la...