Connect with us

World

Terrore, “caos”, l’incidente in India uccide 121 persone

Published

on

Uomini guardano il luogo della calca che ha ucciso persone durante un sermone a Hathras, nello stato indiano dell’Uttar Pradesh.

I sopravvissuti alla più grave calca in India in oltre un decennio hanno ricordato mercoledì l’orrore di essere stati schiacciati durante un raduno religioso indù molto affollato che ha provocato 121 morti.

Secondo un rapporto della polizia, più di 250.000 persone hanno partecipato all’evento nel nord dell’India, nello Stato dell’Uttar Pradesh, più del triplo delle 80.000 previste dagli organizzatori.

Mercoledì mattina, poche ore dopo l’evento, vestiti dismessi e scarpe perse erano sparsi sul luogo fangoso, un campo aperto accanto a un’autostrada.

I testimoni hanno raccontato che le persone sono cadute l’una sull’altra mentre cadevano da un pendio in un fossato pieno d’acqua.

“Tutti, l’intera folla, compresi donne e bambini, sono usciti dal luogo dell’evento in una volta sola”, ha detto l’agente di polizia Sheela Maurya, 50 anni, che martedì era in servizio mentre un popolare predicatore indù teneva un sermone.

Advertisement

“Non c’era abbastanza spazio e tutti sono caduti l’uno sull’altro”

Quasi tutti i morti erano donne, oltre a sette bambini e un uomo.

I funzionari hanno ipotizzato che la calca sia stata innescata quando i fedeli hanno cercato di raccogliere la terra dai passi del predicatore, mentre altri hanno attribuito la responsabilità del panico a una tempesta di polvere.

Alcuni sono svenuti per la forza della folla, prima di cadere ed essere calpestati, incapaci di muoversi.

Il centro di gestione dei disastri dello Stato dell’Uttar Pradesh, l’Ufficio del Commissario per i soccorsi, ha reso noto l’elenco dei morti mercoledì mattina.

Ha detto che 121 persone sono state uccise.

The place where a stampede killed at least 116 people during a Hindu religious gatheringIl luogo in cui una calca ha causato la morte di almeno 116 persone durante un raduno religioso indù

Maurya, che era in servizio dal primo mattino di martedì nel caldo umido e soffocante della cerimonia del predicatore, era tra i feriti.

“Ho cercato di aiutare alcune donne, ma sono svenuta e sono stata schiacciata dalla folla”, ha detto all’AFP.

Advertisement

“Non lo so, ma qualcuno mi ha tirato fuori e non ricordo molto”

Gli incidenti mortali sono comuni nei luoghi di culto durante le principali feste religiose in India, le più grandi delle quali spingono milioni di devoti a recarsi in pellegrinaggio nei luoghi sacri.

“L’autostrada principale accanto al campo era piena di persone e veicoli per chilometri, c’era troppa gente qui”, ha detto Hori Lal, 45 anni, che vive nel villaggio di Phulrai Mughalgadi, vicino al luogo della calca.

“Quando la gente ha iniziato a cadere di lato e a essere schiacciata, c’è stato il caos”

Chaitra V., commissario di divisione della città di Aligarh, nello Stato dell’Uttar Pradesh, ha inizialmente dichiarato che il panico è iniziato quando “i partecipanti stavano uscendo dal luogo dell’evento quando una tempesta di polvere ha accecato la loro vista, provocando una mischia”.

Ma il segretario capo dell’Uttar Pradesh Manoj Kumar Singh ha dichiarato ai giornalisti, dopo aver visitato il luogo, che i fedeli si sono affannati per avvicinarsi al predicatore.

“Mi è stato riferito che la gente si è precipitata a toccare i suoi piedi e ha cercato di raccogliere la terra, e c’è stato un fuggi fuggi”, ha detto Singh, secondo il quotidiano Indian Express.

Advertisement

“Molte persone sono cadute in un canale di scolo vicino”.

Maurya ha detto di aver lavorato in passato a diversi raduni politici e grandi eventi, ma di non aver mai visto un numero così elevato di persone.

“Era molto caldo, sono caduta anch’io e sono sopravvissuta con grande difficoltà”, ha aggiunto.

– straziante

All’alba di mercoledì, quattro corpi non identificati giacevano sul pavimento di un obitorio di fortuna dell’ospedale della vicina città di Hathras.

Ram Nivas, 35 anni, agricoltore, ha detto di essere alla ricerca della cognata Rumla, 54 anni, dispersa dopo l’impatto.

“Non siamo riusciti a trovarla da nessuna parte”, ha detto Nivas, aggiungendo di aver visitato tutti gli ospedali vicini durante la notte.

“Speriamo solo che sia ancora viva”, ha detto a bassa voce. “Forse si è solo persa”

Advertisement

Nel pronto soccorso dell’ospedale, Sandeep Kumar, 29 anni, sedeva accanto alla sorella ferita, Shikha Kumar, 22 anni.

“Dopo la fine dell’evento, tutti volevano uscire velocemente e questo ha portato alla fuga”, ha detto Sandeep.

“Ha visto la gente svenire e venire schiacciata”

Il Primo Ministro Narendra Modi ha annunciato un risarcimento di 2.400 dollari per i parenti più stretti dei morti e di 600 dollari per i feriti del “tragico incidente”.

La presidente Droupadi Murmu ha dichiarato che le morti sono “strazianti” e ha offerto le sue “più sentite condoglianze”.

Il primo ministro dell’Uttar Pradesh, Yogi Adityanath, che è anche un monaco indù, ha espresso le sue condoglianze ai parenti delle persone uccise e ha ordinato un’indagine sui decessi, ha dichiarato il suo ufficio.

I raduni religiosi in India hanno un triste bilancio di incidenti mortali causati da una cattiva gestione della folla e da carenze nella sicurezza.

Advertisement

Nel 2008, 224 pellegrini sono stati uccisi e più di 400 sono rimasti feriti in una calca in un tempio in cima a una collina nella città settentrionale di Jodhpur.

Continue Reading