Connect with us

World

La Chiesa cattolica canadese pagherà 104 milioni di dollari alle vittime di abusi sessuali

Published

on

Una croce che simboleggia le vittime di aggressioni sessuali davanti alla Basilique Notre-Dame de Quebec, a Quebec City. Foto: AFP

La Chiesa cattolica pagherà 104 milioni di dollari canadesi (70 milioni di euro) a centinaia di vittime di abusi sessuali del Canada orientale, secondo una dichiarazione rilasciata venerdì.

Nel 2020 l’arcidiocesi di St. John è stata ritenuta responsabile di uno dei più grandi scandali canadesi di abusi sessuali su minori, avvenuto presso l’orfanotrofio di Mount Cashel, un orfanotrofio per ragazzi ormai scomparso nella provincia di Terranova e Labrador.

Il tribunale ha stabilito che gli abusi sessuali sono stati perpetrati da sacerdoti e altri funzionari della Chiesa nell’orfanotrofio a partire dal 1940 e sono continuati per diversi decenni.

Un totale di 292 vittime riceveranno risarcimenti che vanno da 55.000 a 850.000 dollari CAD, secondo il rapporto visionato dall’AFP.

La società di contabilità Ernst & Young è stata scelta come intermediario terzo per determinare l’importo distribuito a ciascuna vittima.

Advertisement

Geoff Budden, uno degli avvocati che rappresentano le vittime, ha dichiarato all’AFP che l’importo è in linea con “risarcimenti simili di altri tribunali”

“La gente non ha capito la portata del problema e quanto fossero diffusi gli abusi”, ha detto.

L’arcidiocesi di St. John ha dichiarato bancarotta nel 2021, anche se ha raccolto 40 milioni di dollari canadesi vendendo edifici di sua proprietà.

Tuttavia, Budden si è detto ottimista sul fatto che le vittime riceveranno l’intera somma assegnata dal tribunale.

“Ci sono ancora beni che devono essere trattati, compresi i prodotti assicurativi”, ha detto.

Advertisement
Continue Reading