Connect with us

World

Corsa contro il tempo per le squadre di soccorso alla ricerca del sommergibile disperso vicino al relitto del Titanic

Published

on

La Guardia Costiera degli Stati Uniti ha dichiarato che nella tarda serata di ieri la ricerca di un sommergibile scomparso vicino al relitto del Titanic era stata completata per quel giorno, ma che un’unità della Guardia Nazionale e la società che operava la missione subacquea con cinque passeggeri, avrebbero continuato a scandagliare la superficie durante la notte.

L’imbarcazione di 21 piedi (6,5 metri), gestita da OceanGate Expeditions, ha iniziato la sua discesa domenica ma ha perso il contatto con la superficie meno di due ore dopo, secondo le autorità. Non è chiaro se fosse ancora sott’acqua o se fosse emersa e non fosse in grado di comunicare.

La Guardia Costiera statunitense ha dichiarato di aver messo in volo due aerei per sorvegliare l’area remota dell’Atlantico settentrionale, mentre la controparte canadese ha inviato un aereo e una nave.

Ma non essendo stati segnalati avvistamenti dell’imbarcazione o segnali di comunicazione per tutto il giorno, l’unità della Guardia Costiera statunitense con sede a Boston ha dichiarato in un tweet intorno alle 21:00 (0100 GMT di martedì) che i suoi voli per la giornata “sono stati completati”.

Le ricerche da parte degli aerei canadesi, che hanno utilizzato boe per scandagliare la superficie, continueranno questa mattina.

Uno dei passeggeri a bordo è stato identificato come l’uomo d’affari britannico Hamish Harding, la cui attività di aviazione aveva pubblicato sui social media la notizia della sua spedizione.

Advertisement

È una sfida condurre una ricerca in un’area così remota, ma stiamo impiegando tutte le risorse disponibili per assicurarci di localizzare l’imbarcazione e salvare le persone a bordoJohn Mauger

Il tempo è un fattore critico. L’imbarcazione ha un’autonomia di 96 ore per l’equipaggio di cinque persone e Mauger ha dichiarato ieri pomeriggio di ritenere che avesse ancora 70 o più ore di ossigeno residuo.

“La nostra attenzione è rivolta al benessere dell’equipaggio e stiamo facendo tutto il possibile per riportare in salvo i cinque membri dell’equipaggio”, ha aggiunto la dichiarazione.

L’azienda utilizza un sommergibile chiamato Titan per le sue immersioni a una profondità massima di 4.000 metri (13.100 piedi).

Harding, 58 anni, aviatore, turista spaziale e presidente di Action Aviation con sede a Dubai, ha postato domenica su Instagram di essere orgoglioso di unirsi alla spedizione OceanGate per la missione RMS TITANIC come specialista della missione che scende sul Titanic.

“Si è appena aperta una finestra meteo e domani tenteremo un’immersione”, ha scritto Harding.

“Il team del sottomarino è composto da esploratori esperti, alcuni dei quali hanno effettuato oltre 30 immersioni sul RMS Titanic a partire dagli anni ’80”, ha aggiunto.

“Il tempo stringe e tutti i sommergibilisti sanno quanto sia inesorabile il dominio abissale: andare sott’acqua è altrettanto, se non più, impegnativo che andare nello spazio dal punto di vista ingegneristico”, ha dichiarato Eric Fusil, professore associato dell’Università di Adelaide.

Advertisement