Connect with us

Malta

Mistero Parlamentare: 300 Domande Sugli Appalti con Affido Diretto, Nessuna Risposta!

Published

on

Domande Senza Risposte: L’MP Jerome Caruana Cilia Scopre la Verità Scioccante

Un deputato chiede ai ministri di elencare tutti gli appalti con affido diretto emessi negli ultimi nove mesi per ben 300 volte, ma non ha ricevuto neanche una risposta.

Il deputato nazionalista Jerome Caruana Cilia ha presentato 298 interrogazioni parlamentari dall’ottobre scorso. Ogni mese ha chiesto a ciascun ministro, incluso il primo ministro, di fornire un elenco mensile degli appalti con affido diretto emessi. Nessuno ha risposto.

Molti lo hanno indirizzato alla gazzetta del governo, dove tutti gli appalti con affido diretto sono pubblicati, e altri gli hanno semplicemente detto che rispettano la legge nei loro processi di approvvigionamento. Ma per Caruana Cilia, questo non è accettabile.

“È impraticabile e irragionevole identificare ogni appalto con affido diretto passando al setaccio centinaia di numeri della gazzetta governativa”, ha dichiarato a Times of Malta. Inoltre, le interrogazioni parlamentari sono uno dei pochi strumenti a disposizione di un deputato per chiedere conto al governo, e rifiutarsi di rispondere è semplicemente ingiustificabile.

“Questo è un insulto ai contribuenti e ai cittadini onesti”, ha affermato.

Advertisement

“Le interrogazioni parlamentari vengono anche presentate a seguito di conversazioni e suggerimenti da parte di lavoratori, professionisti e imprenditori, ecc. Stiamo parlando di finanze pubbliche e, quindi, queste informazioni devono essere fornite integralmente e immediatamente affinché i cittadini possano esaminarle.”

‘Totale Mancanza di Trasparenza’

Caruana Cilia, portavoce dell’opposizione per l’economia, ha dichiarato che invece di fornirgli gli elenchi richiesti, i ministri hanno offerto risposte evasive che sembrano progettate per eludere completamente la domanda.

“Dimostra una totale mancanza di trasparenza”, ha detto. “Il governo è rapido a dire che segue le regole. Se è così, perché esitare a pubblicare i dati?”

Ha detto che, piuttosto che rimanere uno strumento da usare solo in casi speciali, gli appalti con affido diretto sono stati ‘normalizzati’.

“Gli appalti con affido diretto sembrano essere la norma”, ha detto.

“Questo è poco etico e, potenzialmente, può essere illegale, distorce la concorrenza favorendo una ditta rispetto a un’altra e, dato il mancato concorso che supporta, è probabile che imponga al contribuente un costo maggiore da pagare, il che aggiunge preoccupazione nel contesto dei livelli di debito in continua crescita che il paese sta attualmente affrontando.”

Advertisement

Gli appalti con affido diretto consentono al governo di bypassare il consueto processo di gara e assumere direttamente una società, tipicamente per esigenze urgenti o competenze specializzate. Tuttavia, la mancanza di concorrenza insita negli appalti con affido diretto solleva preoccupazioni sulla equità e il potenziale aumento dei costi.

Continue Reading