Connect with us

Featured

Ospedale sotto pressione: decine di casi sociali in attesa di posti letto

Published

on

Anziani dimessi senza una casa

L’ospedale Mater Dei sta affrontando una situazione rara per questo periodo dell’anno con almeno “un centinaio di pazienti bloccati” in attesa di essere trasferiti in case di riposo, secondo fonti interne.

La situazione è peggiorata alla fine della scorsa settimana con diversi casi sociali, tra cui anziani che necessitano di cure a lungo termine, finendo per affollare reparti improvvisati e corridoi. Dimessi dall’ospedale ma senza un luogo dove andare, poiché i parenti potrebbero non essere in grado o non voler fornire le cure necessarie, rimangono al Mater Dei fino a quando non si libera spazio nelle case per anziani.

Le fonti attribuiscono la situazione alla mancanza di “capacità di riserva” nell’unico ospedale pubblico acuto e generale di Malta. Questo è “un problema cronico che persiste da anni al MDH”, hanno detto.

L’ospedale è stato anche sotto pressione relativa a causa del recente aumento dei casi di COVID-19 con oltre 60 pazienti in cura in ospedale, alcuni dei quali in terapia intensiva.

Malta Today ha riportato ieri lunghi tempi di attesa sia nei centri di emergenza che nei centri sanitari prima del trattamento in ospedale.

Contattato dal Times of Malta, il Ministro della Salute Jo Etienne Abela ha dichiarato che il problema è aggravato dal fatto che i maltesi vivono molto più a lungo e mettono sotto pressione i servizi medici. Ha anche ammesso che la popolazione di Malta ha superato gli spazi e le risorse limitate disponibili e ha detto che la situazione attuale non ha una soluzione rapida.

Advertisement

Ha indicato il piano d’azione del governo per l’ospedale Mater Dei, presentato alla fine di maggio, che dovrebbe liberare spazio per 600 letti extra nei prossimi cinque anni.

Stiamo spingendo il processo di approvvigionamento il più possibile. Siamo impegnati a realizzare il progetto e siamo immersi fino al collo, ma non possiamo fare miracoli. Tutto quello che posso dire è che se il piano fallisce, non avrò problemi a assumermi la responsabilità.” Nel frattempo, fonti mediche hanno sottolineato l’anormalità della situazione riguardante la mancanza di letti al MDH per questo periodo dell’anno.

Questi problemi di solito si verificano in inverno quando le temperature scendono e i rischi di infezioni respiratorie aumentano. Ma non sono normali per l’estate e sono stati, in una certa misura, inaspettati, poiché non c’è stato alcun segno di un’ondata di caldo prolungata.

Gli spazi che erano stati occupati per fare posto ai pazienti durante il peggio della pandemia sono ancora utilizzati come reparti, incluso “un corridoio sotterraneo con poca o nessuna luce naturale“.

Una fonte ha detto al Times of Malta che il problema potrebbe peggiorare a breve termine mentre i piani per ridurre i servizi all’ospedale Karin Grech vengono intensificati in preparazione ai lavori che porteranno infine all’alloggio di servizi ambulatoriali e diurni.

Il piano d’azione del governo affronta, tra le altre cose, i tempi di attesa in emergenza, lo stato totale dei letti e in particolare lo stato dei letti in terapia intensiva.

Crediti immagine: Matthew Benn/Shutterstock.com

Advertisement