Connect with us

Malta

Nessun rapporto della polizia sulle voci di un macellaio che vende cani e gatti come carne da salsiccia

Published

on

Le voci scioccanti si sono diffuse a macchia d’olio per tutta la giornata di venerdì. Foto: Shutterstock

La polizia non ha ricevuto alcuna segnalazione in merito alle affermazioni virali secondo cui un macellaio gozitano sarebbe stato sorpreso a uccidere cani e gatti malati e a venderli come salsicce a clienti ignari.

Le voci si sono diffuse a macchia d’olio venerdì, causando panico e disgusto in egual misura. Si affermava che diverse persone si erano ammalate durante il fine settimana dopo aver mangiato le salsicce del macellaio, e gli ispettori sanitari avrebbero poi scoperto le prove del misfatto durante un’ispezione.

Ma fonti della polizia, della sanità e del governo che hanno parlato con Times of Malta hanno dichiarato che, sebbene abbiano sentito le voci nelle ultime settimane, non ci sono prove che indichino che siano vere.

Un portavoce della polizia ha dichiarato a Times of Malta di essere stato avvisato per la prima volta delle voci più di una settimana fa ma, ad oggi, non ha ricevuto alcuna segnalazione in merito, né è stato chiamato a collaborare alle indagini da parte di altri enti.

In un caso come questo, ha detto il portavoce, le indagini iniziali sarebbero state condotte dall’ispettorato sanitario che avrebbe poi informato la polizia se le voci si fossero rivelate corrette.

Advertisement

Fonti sanitarie di alto livello hanno dichiarato di non essere state avvisate di alcuna irregolarità e di non essere a conoscenza di alcun ricovero ospedaliero legato alla carne del macellaio.

Interpellati sulla questione, i funzionari del ministero della Salute si sono limitati a dire che “le indagini sono in corso”.

Queste sono “falsità maligne”: i membri della famiglia

IlTimes of Malta ha scelto di non fare il nome del macellaio in questione in questa fase.

Ma i membri della famiglia del macellaio che hanno parlato con Times of Malta hanno negato con forza le voci, descrivendole come “falsità maligne”.

“È assolutamente falso. Tutta la nostra famiglia ha trascorso la vita intorno agli animali e li ama, quindi non faremmo mai una cosa del genere”, hanno detto.

Hanno confermato che le voci circolano da diverse settimane, ma dicono di non avere idea di come e perché siano iniziate. Inoltre, dicono che il negozio non è più operativo.

“La macelleria è chiusa da oltre dieci anni, quindi come avremmo potuto fare le cose di cui si parla?”.

Advertisement

I tentativi di contattare il macellaio stesso non hanno avuto successo, mentre le chiamate al numero di telefono fisso del macellaio indicano che il numero non esiste più.

Continue Reading