Connect with us

Malta

Psicologi e Assistenti Sociali Ignorati dal Governo: Scoppia la Polemica sulla Riforma

Published

on

Il governo sta proponendo emendamenti alle leggi che regolano il lavoro degli assistenti sociali, dei consulenti e degli psicologi. Foto: Shutterstock.com

Associazioni di psicologi e assistenti sociali esclusi da una consultazione chiave sulla riforma

Aggiornato alle 16:25

Le associazioni professionali che rappresentano psicologi, assistenti sociali e consulenti non sono state invitate a una riunione di consultazione con il governo su un disegno di legge che potrebbe apportare cambiamenti alle loro professioni.

Invece, il governo ha invitato tre commissioni per l’autorizzazione professionale di psicologi, assistenti sociali e consulenti a partecipare alle riunioni.

La Malta Federation of Professional Associations ha dichiarato che non è stata invitata a una riunione programmata per lunedì per discutere il disegno di legge, nonostante siano stati loro a richiedere una consultazione. La federazione include la Maltese Association of Social Workers, Malta Chamber of Psychologists e Malta Association for the Counselling Profession.

Nessuna delle tre associazioni individuali nĂ© la federazione sono state specificamente invitate in qualitĂ  di associazioni. Tuttavia, tutte hanno rappresentanti nelle tre commissioni per l’autorizzazione professionale che, a loro volta, sono state invitate alla riunione.

La federazione ha dichiarato di essere stata informata che il disegno di legge sarĂ  concluso entro la fine della settimana.

Advertisement

Questo è in violazione di una legge del 2020, che mette in atto una direttiva dell’UE, e che stabilisce che il ministro responsabile di una professione regolamentata deve rendere disponibili informazioni ai cittadini prima di apportare modifiche legali alla professione.

La legge afferma anche che il ministero dovrebbe “coinvolgere adeguatamente tutte le parti interessate e dare loro l’opportunitĂ  di esprimere le proprie opinioni prima dell’introduzione di nuove, o della modifica di esistenti, disposizioni legislative, regolamentari o amministrative che limitino l’accesso a, o l’esercizio di, detta professione regolamentata”.

Aggiunge che, ove pertinente, il ministero deve effettuare consultazioni pubbliche e concedere al pubblico un minimo di tre settimane dall’inizio della consultazione pubblica per presentare osservazioni.

La questione è stata sollevata mercoledì quando i professionisti hanno espresso preoccupazioni sul fatto che psicologi, assistenti sociali e consulenti non qualificati e non preparati potrebbero trattare pazienti vulnerabili se gli emendamenti legali proposti venissero approvati.

Il governo sta proponendo emendamenti alle leggi che regolano assistenti sociali, consulenti e psicologi. I cambiamenti pianificati includono l’ampliamento dei criteri di qualificazione per gli psicologi che la commissione per l’autorizzazione professionale è autorizzata a riconoscere e l’istituzione di una commissione per i ricorsi che può annullare la decisione dell’attuale commissione per l’autorizzazione professionale.

Le preoccupazioni sono emerse perché i tre membri della commissione per i ricorsi sarebbero scelti direttamente dal ministero.

Mentre il concetto di avere un processo di ricorso non è stato contestato, le preoccupazioni sono state sollevate perché i tre membri della commissione per i ricorsi sarebbero scelti direttamente dal ministero.

Advertisement

Il disegno di legge è stato presentato in parlamento a fine giugno dal Social Policy Minister Michael Falzon. Gli stakeholder del settore ne sono venuti a conoscenza solo la scorsa settimana, quando è arrivato alla seconda lettura. Sono state sollevate domande sul perché il disegno di legge stesse avanzando così rapidamente.

Le associazioni che rappresentano tutte e tre le professioni hanno dichiarato di non essere state consultate sui cambiamenti ed hanno espresso la loro “grande preoccupazione”.

In una dichiarazione, la Malta Federation of Professional Associations ha invitato le autoritĂ  ad “ascoltare il consiglio esperto dei professionisti all’interno del loro rispettivo campo”.

Il ministero del welfare sociale ha dichiarato che terrĂ  consultazioni sugli emendamenti legali riguardanti gli psicologi prima che un disegno di legge avanzasse ulteriormente nel processo parlamentare.

Interrogato sulle affermazioni della federazione riguardo l’invito ai rappresentanti delle associazioni, il portavoce del ministero ha dichiarato: “Le riunioni si terranno con le organizzazioni che operano nel campo. Tecnicamente, la federazione non ha alcuna posizione legale, ma rappresenta comunque organizzazioni che parteciperanno a tali riunioni.

“Il diritto di ricorso è un principio fondamentale di giustizia, derivante dalle buone pratiche di governance.”

Advertisement