sabato, Maggio 18, 2024
HomeMaltaI datori di lavoro chiedono una riunione urgente del MCESD per i...

I datori di lavoro chiedono una riunione urgente del MCESD per i commenti sull’inchiesta del PM Vitals

Lunedì Abela ha tenuto una conferenza stampa per confermare che i pubblici ministeri hanno presentato accuse penali contro il suo predecessore Joseph Muscat e altri. Foto: Matteo Mirabelli

Tre dei principali organismi dei datori di lavoro hanno unito le loro voci al diffuso biasimo per le ripetute critiche del Primo Ministro all’inchiesta Vitals.

Abela ha avviato un’inchiesta magistrale sull’affare degli ospedali Vitals che ha scatenato contro figure politiche di primo piano, sostenendo inizialmente che il magistrato stesse ritardando di proposito le conclusioni.

Una volta concluse, ha dichiarato che, pur non avendo una copia del documento, l’inchiesta era di parte e che alcuni settori della magistratura facevano parte di un “establishment” che voleva distruggere il Partito Laburista.

Il Presidente, le ONG, i politici e gli altri hanno espresso preoccupazione per i suoi commenti.

Mercoledì pomeriggio, l’Associazione dei datori di lavoro di Malta, la Camera di Commercio e la Camera delle PMI hanno avvertito che i commenti di Abela rappresentano “un serio rischio per la stabilità economica e la reputazione internazionale di Malta”.

Di conseguenza, hanno chiesto una riunione urgente del Consiglio per lo sviluppo economico e sociale di Malta sulla questione.

In una dichiarazione, hanno affermato che l’attacco alla magistratura ha colpito al cuore le credenziali democratiche di Malta e ha messo in discussione i principi fondamentali della governance.

“Malta, che ha già subito il grey-listing, non può permettersi ulteriori danni alla reputazione”, hanno affermato in una dichiarazione congiunta.

“Bollare individui, organizzazioni e istituzioni come ‘l’establishment’ o nemici dello Stato non contribuisce alla causa della giustizia”

I rappresentanti dei datori di lavoro hanno avvertito che la “natura pericolosa” della situazione è sottolineata dal “potenziale di alienazione e tensione distruttiva all’interno della società, che pone minacce significative al benessere sociale ed economico e indebolisce lo stato di diritto”.

Hanno messo in guardia sull’urgente necessità di promuovere la fiducia del pubblico nel sistema giudiziario e di applicare tutti i rimedi legali per garantire che gli innocenti siano assolti e i colpevoli siano chiamati a rispondere delle loro azioni.

Gli organismi datoriali hanno sottolineato l’importanza della trasparenza e della responsabilità per sostenere l’integrità delle istituzioni e lo stato di diritto.

“È imperativo che i risultati dell’inchiesta non siano soggetti a congetture speculative che minano la fiducia nelle istituzioni giudiziarie.

“Qualsiasi procedimento penale giustificato dovrebbe svolgersi senza alcuna interferenza politica o minaccia alla magistratura. Il processo giudiziario deve essere lasciato libero di seguire il suo corso”, hanno detto.

qualsiasi tentativo di minare l’integrità dell’inchiesta serve solo a erodere la fiducia del pubblico nelle istituzioni e a compromettere la futura posizione del governo”

Hanno chiesto un’azione rapida e responsabile per salvaguardare la democrazia e la stabilità a Malta e anche una riunione urgente del MCESD per garantire che l’interesse nazionale non sia “minato da agende di parte”.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE