sabato, Maggio 18, 2024
HomeMaltaGuarda: "Abela ha letto l'inchiesta Vitals e la sta usando per salvarsi...

Guarda: “Abela ha letto l’inchiesta Vitals e la sta usando per salvarsi la pelle”

Bernard Grech ritiene che Robert Abela stia cercando di sfruttare la sua conoscenza dell’inchiesta per ottenere vantaggi politici.

Robert Abela ha accesso a un’inchiesta magistratuale segreta sull’affare Vitals e ne sta sfruttando la conoscenza per il proprio tornaconto politico, ha accusato sabato il leader dell’opposizione Bernard Grech.

“Se non è vero, denunciatemi pure”, ha detto sabato il leader del Partito Nazionalista durante un incontro pubblico, “se non è vero, denunciatemi pure”.

Grech ha detto che le parole e le azioni di Abela hanno chiarito che lui e altri hanno già accesso al rapporto dell’inchiesta.

“Abela sta usando queste informazioni per salvarsi la pelle e affossare gli altri. La mia è una chiara accusa”, ha detto Grech.

Bernard Grech parla a Mqabba. Video: NET

L’inchiesta Vitals è stata inviata la scorsa settimana all’ufficio del procuratore generale Victoria Buttigieg, che ora deve decidere se sporgere denuncia penale contro chiunque sia citato in essa.

Il suo contenuto rimane segreto, ma le speculazioni su ciò che l’inchiesta ha trovato e su chi raccomanda di perseguire penalmente hanno scosso l’establishment politico maltese la scorsa settimana.

Secondo alcune fonti, Joseph Muscat, Konrad Mizzi e Keith Schembri fanno parte di una lunga lista di persone collegate al riciclaggio di denaro, con Chris Fearne e Edward Scicluna anche se per reati minori.

Si ritiene che Fearne abbia offerto le sue dimissioni da deputato laburista durante una riunione parlamentare giovedì sera. Venerdì ha dichiarato pubblicamente di non aver mai violato la legge o l’etica ministeriale e di non avere nulla da nascondere.

Muscat, che ha detto di non avere “alcun dubbio” che sarà tra le persone accusate, ha anche affermato di essere innocente e di voler combattere fino in fondo quella che descrive come una “vendetta politica”.

Parlando venerdì, il Primo Ministro Robert Abela ha lasciato intendere di aver visto una copia dell’inchiesta.

Pur non rispondendo direttamente quando gli è stato chiesto se avesse visto l’inchiesta, ha detto che non si sarebbe basato sulle conclusioni dell’inchiesta per decidere se licenziare o meno i funzionari coinvolti.

“Guarderò l’intero documento e vedrò se le persone raccomandate per un’azione penale sono citate nel testo dell’inchiesta come se avessero probabilmente commesso un crimine, o se le conclusioni consigliano un’azione penale nonostante il rapporto stesso non trovi alcuna prova che abbiano commesso un crimine”, ha detto Abela.

Il primo ministro ha proseguito: “Vedrò anche se il rapporto raccomanda di perseguire penalmente persone che hanno come unica colpa quella di essere state fedeli allo Stato, sia sotto le amministrazioni del PN che del PL”

L’inchiesta magistratuale Vitals è iniziata nel 2019 a seguito di una denuncia dell’ONG Repubblika, che sospettava di corruzione alti ministri del governo in relazione all’affare multimilionario che ha visto una società sconosciuta assegnare le chiavi di tre ospedali statali.

Separatamente, l’ex leader dell’opposizione Adrian Delia ha intentato una causa civile per l’annullamento dell’accordo. L’anno scorso ha vinto la causa, costringendo i concessionari a lasciare Malta e a restituire gli ospedali al pubblico.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE