Connect with us

Featured

Allarme Psicologi: Nuova Legge Inquietante In Parlamento

Published

on

Le persone vulnerabili potrebbero essere trattate da professionisti non qualificati a seguito di emendamenti legislativi. Foto: Shutterstock

Psicologi, assistenti sociali e consulenti non qualificati e non preparati potrebbero trattare pazienti vulnerabili se gli emendamenti legali proposti venissero approvati, secondo i professionisti del settore.

Il governo sta proponendo modifiche alle leggi che regolano assistenti sociali, consulenti e psicologi. Le modifiche previste includono l’ampliamento dei criteri di qualificazione per gli psicologi che il consiglio di rilascio delle licenze è autorizzato a riconoscere.

Ma le associazioni che rappresentano tutte e tre le professioni non sono state consultate riguardo alle modifiche e hanno espresso la loro “grande preoccupazione”.

Il disegno di legge è stato presentato in parlamento a fine giugno dal Ministro della Politica Sociale Michael Falzon. I rappresentanti del settore ne sono venuti a conoscenza solo questa settimana, quando è arrivato alla fase della seconda lettura.

In una dichiarazione, la Malta Federation of Professional Associations (MFPA) – che include l’Maltese Association of Social Workers, Malta Chamber of Psychologists e Malta Association for the Counselling Profession – ha esortato le autoritĂ  ad “ascoltare il parere esperto dei professionisti nei rispettivi campi”.

“La Federazione è disposta a contribuire a una discussione sugli emendamenti necessari e quindi chiede al governo e all’opposizione di consultarsi con le rispettive organizzazioni professionali prima di procedere con ulteriori discussioni in parlamento e la votazione finale. La MFPA sottolinea che il benessere di tutti i cittadini dovrebbe essere al primo posto e che meritano di avere professionisti con le qualifiche necessarie e giuste che garantiscano un servizio sicuro, soprattutto per le persone vulnerabili”, ha affermato la federazione.

Criteri di Qualificazione Ampliati per gli Psicologi

Nel caso della professione di psicologo, il disegno di legge propone di ampliare i criteri di qualificazione che il consiglio di rilascio delle licenze è autorizzato a riconoscere. “Non è chiaro alla MFPA perchĂ© il disegno di legge stia proponendo cambiamenti nel riconoscimento delle qualifiche per la professione di psicologo.

Advertisement

La Malta Chamber of Psychologists, che è anche il sindacato degli psicologi, era completamente all’oscuro di tale proposta”, ha affermato la federazione.

Fonti hanno riferito che, nel corso degli anni, ci sono state richieste di approvare licenze per persone che hanno studiato all’estero e le cui qualifiche non sono state riconosciute a Malta.

Gli emendamenti significherebbero che tali persone otterrebbero la licenza attraverso criteri piĂą ampi o tramite ricorso. Il risultato sarebbe che pazienti vulnerabili a Malta sarebbero esposti a persone che non possiedono le competenze necessarie, a detrimento dei pazienti e della professione.

Sono state sollevate domande se ciò stia avvenendo per accontentare individui specifici. Infatti, nella dichiarazione, la federazione ha chiesto: “Considerando che la maggior parte dei disegni di legge richiede mesi per essere letti e discussi, perchĂ© questo disegno di legge viene dato così tanta importanza da essere presentato in fretta?”

Un Comitato di Appello Selezionato dal Governo

Gli emendamenti, che hanno superato la seconda lettura in Parlamento martedì, propongono anche l’istituzione di un comitato di appello per ciascuna delle tre professioni. Avrebbe il potere di annullare, revocare o sostituire decisioni prese dai consigli di rilascio delle licenze.

Le persone che comporranno il nuovo comitato di appello saranno selezionate dal ministro e includeranno: un presidente (un avvocato con oltre cinque anni di esperienza), un professionista registrato con oltre cinque anni di esperienza, e un altro membro.

“Il benessere di tutti i cittadini dovrebbe essere al primo posto… meritano di avere professionisti con le qualifiche necessarie e giuste che garantiscano un servizio sicuro, soprattutto per le persone vulnerabili.”

Advertisement

La federazione ha affermato che, sebbene non si opponga al concetto di istituire un comitato di appello in quanto “ogni individuo ha il diritto di appellarsi a una decisione”, la composizione proposta “significa che solo uno dei tre membri proverrĂ  dalla professione interessata”.

“Inoltre, questa bozza dĂ  il potere al Comitato di Appello di annullare qualsiasi decisione presa dal Consiglio di Rilascio delle Licenze, indebolendo lo scopo stesso del Consiglio di Rilascio delle Licenze,” ha affermato la federazione.

Nel frattempo, un membro del Malta Psychology Profession Board che rilascia le licenze ha detto che “attualmente sta cercando un risarcimento interno per la questione ed è sicuro che il ministro in questione sia disposto a impegnarsi in una consultazione con il Consiglio nominato da nessun altro se non lui stesso.”