Connect with us

Malta

‘Abbiamo sempre avuto i lavori più sporchi’: Una storia maltese di emigrazione negli Stati Uniti

Published

on

La foto ufficiale della famiglia prima della partenza da Malta. Da sinistra a destra: Victor, Josephine, Dolores, Rena sul piedistallo, Grace, Frank e Joe.

Rena Xuereb vive nello Stato americano del Michigan da 73 anni, ma la sua famiglia la chiama ancora iż-żgħira, l’espressione maltese che indica la più giovane.

Insieme a sua madre e ai suoi cinque fratelli, Rena è emigrata da Malta all’età di quattro anni e ora ha scritto un libro sulla loro storia.

Intitolato Courage of a Maltese Immigrant, descrive come la famiglia lasciò la fattoria di Għajn Riħana, vicino a Burmarrad, nel 1951, uno degli anni di punta dell’emigrazione maltese negli Stati Uniti.

Il libro di Rena è incentrato su sua madre, Josephine, che all’età di 13 anni dovette aiutare a gestire la fattoria di famiglia quando suo padre morì e i suoi fratelli emigrarono in Australia.

Per aiutare la famiglia a sbarcare il lunario, la giovane Josephine veniva affittata per raccogliere il letame dei cavalli a ore.

Advertisement

“Si lavorava duramente per sopravvivere e loro lo facevano”, racconta Rena.

A 20 anni, Josephine Gauci incontrò il suo futuro marito, John Xuereb, attraverso un matrimonio combinato e la coppia ebbe una famiglia numerosa: Joe, Frank Dolores, Victor, Grace e la piccola Rena.

Ma nella Malta del dopoguerra le condizioni economiche peggiorarono e John si unì all’emigrazione di massa per andare a lavorare in Michigan presso la Ford Motor Company per 2 dollari l’ora, che all’epoca era un salario significativo.

Dieci mesi dopo, Josephine e la maggior parte dei suoi figli si imbarcarono sulla SS Italia per l’epico viaggio di ricongiungimento con il marito. Prima del trasferimento, non aveva mai lasciato Malta, nemmeno per recarsi a Gozo.

The Xuereb’s first family photo which was taken in America, in 1954. From left: Top row Joe, Frank, Dolores, Victor and Grace. Bottom row: Josephine, Rena and John.La prima foto di famiglia degli Xuereb, scattata in America nel 1954. Da sinistra: In alto Joe, Frank, Dolores, Victor e Grace. In basso: Josephine, Rena e John.

il mio cuore è sempre a Malta

“Quando ho compiuto 42 anni (la stessa età in cui sua madre è emigrata in America), ho pensato: Avrei potuto fare lo stesso viaggio?”, ha detto, “e ho dovuto ammettere a me stessa che non ne avrei avuto il coraggio”.

Una volta lì, la famiglia ha lavorato duramente per sopravvivere.

“In America non abbiamo avuto a che fare con il razzismo come in Australia”, ha detto la donna, “qui siamo bianchi. Ma noi immigrati abbiamo sempre avuto i lavori più sporchi quando siamo arrivati”. Ha detto di aver scritto il libro come tributo a sua madre, morta nel 2003, e per ispirare altri che affrontano difficoltà simili.

Advertisement

Pur parlando con un forte accento del Midwest, Rena non ha dimenticato le sue radici. È un’amministratrice del Maltese American Community Club di Dearborn e torna regolarmente a Malta.

“Sono tornata a Malta per la prima volta nel 1965 e da allora sono tornata diverse volte. Per un certo periodo sono tornata qui quattro o cinque volte all’anno”, ha detto.

“Mi si rizzano i capelli ogni volta che atterriamo a Malta. Il mio cuore è sempre a Malta”.

Courage of a Maltese Immigrant può essere acquistato su Amazon o su Ingramspark per i lettori maltesi.

Continue Reading