mercoledì, Dicembre 6, 2023
HomeLo sai cheEventiCosa c'è a Malta e Gozo questa settimana: dal 20 al 26...

Cosa c’è a Malta e Gozo questa settimana: dal 20 al 26 novembre 2023

Joseph Calleja e Andrea Bocelli, visti qui durante la loro esibizione al Joseph Calleja Concert nel 2017, si esibiranno di nuovo insieme durante il Joseph Calleja Christmas Special al MFCC di Ta’ Qali il 25 novembre. Foto: Michele Agius

MUSICA

Joseph Calleja Speciale Natale con Andrea Bocelli

Joseph Calleja presenterà una serata di musica per le feste con la guest star italiana Andrea Bocelli al MFCC di Ta’ Qali il 25 novembre alle 20.30.

Al concerto parteciperanno anche l’Orchestra Filarmonica di Malta e il coro di bambini BOV Joseph Calleja.

I biglietti sono già disponibili su .

Chanson d’Amour

La Fondazione Barocco, in collaborazione con Din l-Art Ħelwa, organizza un altro concerto all’ora di pranzo presso la chiesa di Nostra Signora della Vittoria a La Valletta, il 21 novembre alle 12.30.

Il giovane soprano Gabrielle Portelli e la pianista Ramona Zammit Formosa presenteranno un recital romantico di brani preferiti di sempre, come opere di Strauss, Grieg, Faure e Offenbach, tra gli altri.

È possibile prenotare un posto a sedere con una donazione di 10 euro inviando un’e-mail a baroccobookings@gmail.com o all’ingresso della chiesa.

Riscoprire Abos

Festivals Malta presenterà un concerto unico delle lamentazioni del compositore italo-maltese Girolamo Abos in occasione del giorno di Santa Cecilia, il 22 novembre.

Il Monteverdi Project si esibirà nel concerto, che si terrà nella chiesa parrocchiale di Tarxien alle ore 19.30. La direzione sarà affidata a Marco Mencoboni.

I biglietti sono disponibili presso .

Facebook" src="https://cdn-attachments.timesofmalta.com/84ec4a54a5047163eff9e9e2d4cf7ad4e4ba86a4-1700491123-450b0916-1920x1280.jpg" alt="Members of the Monteverdi Project. Photo: Facebook" width="630" height="420" /> Membri del Progetto Monteverdi. Foto: Facebook

L’eredità di Cecilia: Donne in canto

La Fondazione della Chiesa dei Gesuiti celebra la Giornata di Santa Cecilia il 22 novembre con un concerto dedicato alle compositrici presso l’Oratorio della Chiesa dei Gesuiti in Merchants Street, La Valletta (ingresso da Archbishop Street).

Santa Cecilia è la patrona dei musicisti.

Il mezzosoprano Francesca Bartolo, insieme alla pianista Julia Miller, presenterà una serata di compositrici che va dal XVII secolo ai giorni nostri. Le compositrici includono Barbara Strozzi, Fanny Mendelssohn, Clara Schumann e compositrici contemporanee come Judith Weir.

L’ingresso è a donazione libera.

Concerto dei Beatles For Sale

La tribute band britannica si esibirà al Tigullio Complex di St Julian’s il 24 novembre dalle 20.00 in poi.

La band sarà supportata dagli artisti locali Memory Land e Lyndsay.

L’ingresso prevede una donazione di 10 euro a favore delle Missioni del Guatemala. I biglietti possono essere acquistati su.

Beatles for Sale concert." src="https://cdn-attachments.timesofmalta.com/f6771fefe4daca344f7d5d9867cece8da1362193-1700491262-a0aa522a-1920x1280.jpeg" alt="A poster for the Beatles for Sale concert." width="630" height="420" /> Un poster per il concerto Beatles for Sale.

Natale è il momento

Le celebrazioni ufficiali del Natale a Gozo prendono il via con un concerto di apertura al Teatro Astra di Victoria il 24 novembre alle ore 20.00.

Si esibiranno Gabriella Azzopardi, Pamela Bezzina, Jolene Samhan, Remy Azzopardi, Ruth Portelli, John Cassar e il coro Ulied il-Battista. Il concerto sarà diretto da Mark Gauci.

È possibile prenotare il proprio biglietto gratuito. L’evento è organizzato dalla Direzione del Patrimonio Culturale del Ministero di Gozo.

Concerto Internazionale d’Organo di Malta

La decima edizione del Malta International Organ Festival si terrà fino al 9 dicembre in varie chiese storiche di Malta e Gozo.

Il programma di questa settimana prevede un concerto di organo e percussioni presso la chiesa di Nostra Signora del Buon Consiglio a Paceville il 22 novembre alle 19.15, un concerto che celebra la musica di Vivaldi presso la cappella di Bir Miftuħ a Gudja il 24 novembre alle 19.30 e un concerto di organo e violino presso la chiesa di Santa Teresa, Cospicua, il 26 novembre alle 17.30. L’ingresso a questi concerti è gratuito.


TEATRO

Io sono mia moglie

Exit Stage Right ripropone una potente produzione a 10 anni dalla sua prima rappresentazione a Malta.

I Am My Own Wife racconta la vita di Charlotte von Mahlsdorf che, come donna apertamente transgender, è sopravvissuta sia al regime nazista che a quello comunista della Germania dell’Est, in una prova quasi impossibile di coraggio personale e di resistenza contro le probabilità che la vita quotidiana le poneva davanti.

Lo spettacolo, scritto da Nanette Brimmer e interpretato da Alan Paris, fa rivivere Charlotte, insieme ad altri 37 personaggi.

Si terrà nuovamente dal 24 al 26 novembre presso il Theatre Next Door a Magħtab.

Alan Paris in <em>I Am My Own Wife</em>. Photo: Exit Stage Right
Alan Paris in Io sono mia moglie. Foto: Exit Stage Right

Bla Kondixin

Lo spettacolo satirico torna con il suo cast di personaggi popolari e alcuni nuovi.

Gli spettacoli si terranno nuovamente questa settimana dal 23 al 26 novembre presso l’Arena di Montekristo Estate, in Triq Ħal Farruġ, Siġġiewi.

F’BaħarWieħed

In occasione dell’anniversario della morte dell’attore, scrittore e regista Lino Grech, la compagnia teatrale Karattri mette in scena il popolare dramma F’BaħarWieħed presso l’Istituto Cattolico di Floriana il 25 e 26 novembre.

Il cast comprende Mary Rose Mallia, Carlos Farrugia e Marvic Cordina.

TOI TOI Classics: La dodicesima notte per le scuole

TOI TOI Classics, con opere tratte dai programmi scolastici, presenta La dodicesima notte per le scuole al Teatro Manoel dal 24 novembre al 1° gennaio.

Con un adattamento e una regia di Philip Leone Ganado, il cast è composto da Tina Rizzo, Rebecca Camilleri, Gianni Selvaggi, Myron Ellul, Alex Weekink, Tiana Formosa, Nicole Sciberras e Leone Ganado.

Questa produzione è stata realizzata appositamente per le scuole e ha una durata ridotta a 70 minuti.

La Sirenetta di Disney JR

L’Accademia Hoi Polloi adatta il popolare musical al Valletta Campus Theatre dal 24 al 26 novembre.

Basato sulla storia di Hans Christian Anderson e sul film d’animazione Disney, lo spettacolo presenta le musiche di Alan Menken, i testi di Howard Ashman e Glenn Slater e un libro di Doug Wright. La musica è adattata e arrangiata da David Weinstein.

Il regista dello spettacolo di Malta è Marco Calleja, mentre Rebecca Attard è il direttore musicale. La coreografia è di Maria Agius Muscat.

Facebook/Hoi Polloi Academy" src="https://cdn-attachments.timesofmalta.com/b6faf65b6ebe912fccd228e1c37d4bd5cd6896ef-1700491716-f2e9783c-1920x1280.jpg" alt="The cast during rehearsals. Photo: Facebook/Hoi Polloi Academy" width="630" height="552" /> Il cast durante le prove. Foto: Facebook/Accademia Hoi Polloi ARTE

ĠamborÌ

Teatru Malta terrà il suo primo festival per gli anziani dal 24 al 26 novembre presso la residenza St Vincent de Paul a Luqa.

Il festival riunirà varie forme d’arte, tra cui il canto e il teatro, interpretate dai membri del Każin 60 .

Gli eventi includono Il-Madonna Tiegħi Aħjar Minn Tiegħek, un adattamento di un’operetta sulle feste locali con un libretto di Trevor Zahra e musica di Alex Vella Gregory; L-Għatisa, ispirato al romanzo Lo starnuto di Anton Checkhov e diretto da Charlotte Grech; e un concerto jazz eseguito da Paul Giordimaina (pianoforte), Sammy Murgo (sassofono) e Tony Bartolo (canto).

I biglietti sono disponibili presso.


DANZA

Indimenticabile

Il Dance Workshop presenterà il suo spettacolo scolastico annuale presso l’Auditorium St Agatha’s di Rabat, il 26 novembre alle 18.30.

Lo spettacolo Unforgettable di quest’anno è dedicato alle donne di ispirazione nel corso degli anni e comprende balletto classico, danza contemporanea e moderna, hip hop e danza spagnola.

Grech" src="https://cdn-attachments.timesofmalta.com/a16fe049b2335761c6114a4287cf58a847eebad0-1700492387-8387bc05-1920x1280.jpg" alt="Photo: John Grech" width="630" height="382" /> Foto: John Grech

FILM

Subotnick – Ritratto di un pioniere della musica elettronica

Electronic Music Malta presenta la prima del documentario che esplora la vita del pioniere della musica elettronica Morton Subotnick presso lo Spazju Kreattiv a La Valletta, il 22 novembre alle 19.00.

Con esibizioni dal vivo catturate in audio surround e aumentate con innovativi effetti psichedelici a luce liquida, l’esperienza multimediale mette in evidenza e celebra uno dei compositori viventi più influenti al mondo, conosciuto come ‘il padre della techno’.

La proiezione sarà preceduta da una performance dal vivo su un sintetizzatore modulare da parte di Dr Zicotron.

Electronic Music Malta è sostenuta da Arts Council Malta. Questa proiezione fa parte dei programmi Circuiti 2023 e Spazju Kreattiv.


VARIE

La sfilata di moda Pink

Pink, la rivista femminile di Malta, e OK Fashion celebrano un decennio di moda firmata Pink presso OK Home a Lija, il 22 novembre alle 19.30.

Si tratta di un evento su invito, ma un numero limitato di biglietti.

Conferenza FAA

Flimkien għalAmbjentAħjar ospiterà una conferenza su Edward Caruana Dingli, un importante artista maltese dell’inizio del XX secolo, seguita da una vendita di libri e da una cena presso The Phoenicia a Floriana, il 24 novembre alle ore 18.30.

Il Marchese Nicholas De Piro aprirà l’evento, mentre Natalino Fenech terrà la conferenza.

Il Percorso Magico Illuminato e il Villaggio

Il Magical Illuminated Trail torna al Verdala Palace dal 25 novembre al 7 gennaio, e i proventi dell’evento saranno nuovamente destinati al Malta Community Chest Fund.

Tra le altre attrazioni vi sono l’accattivante Albero Mitico, l’etereo Paese dei Fiori, l’incantevole Giardino della Fantasia e il cosmico Mondo degli Esploratori Spaziali.

Si può anche assistere alla bellezza del primo Presepe Illuminato a grandezza naturale di Malta, essere circondati dal magico bagliore di migliaia di luci fatate scintillanti e incontrare innumerevoli creature dei cartoni animati.

Facebook" src="https://cdn-attachments.timesofmalta.com/9b88b5bd8bdfb1065879767feb3c334c3d7bb630-1700492441-4262d391-1920x1280.jpg" alt="An attraction at last year's trail. Photo: Facebook" width="630" height="419" /> Un’attrazione del percorso dello scorso anno. Foto: Facebook

Orari di apertura: dalle 17 alle 21.

Giornata di apertura della Cattedrale e del Museo di Mdina

Il Capitolo Metropolitano di Mdina organizza una giornata di apertura con ingresso gratuito alla Cattedrale e al Museo di Mdina il 26 novembre dalle 10 in poi.

Tra le altre cose, ci saranno visite guidate, un mercato di artigiani, rievocatori medievali e una caffetteria museale pop-up.

Inoltre, si avrà l’opportunità di visitare Mediterranean Goddesses, la quarta edizione della Biennale d’Arte Contemporanea della Cattedrale di Mdina. Sotto la direzione artistica di Giuseppe Schembri Bonaci, questa edizione approfondisce il significato del Mediterraneo, esplorando divinità mitologiche, religiose e spirituali.

Per maggiori informazioni, scriva a events@metropolitanchapter.com.

Giornata aperta presso l’Archivio Nazionale di Malta

L’Archivio Nazionale di Malta sta organizzando una giornata di porte aperte presso i suoi uffici a Santu Spirtu, Rabat, il 26 novembre dalle 9.30 alle 17.30.

Il pubblico potrà visitare parte dell’archivio e osservare i processi e il lavoro che svolgiamo. Potrà inoltre incontrare il personale e conoscere la professione archivistica e i suoi compiti quotidiani. I visitatori avranno anche l’opportunità di conoscere una delle nostre ultime acquisizioni: l’Archivio Giuseppe Galea depositato dalla sua famiglia.


ARTI VISIVE

Direzioni convergenti

Una mostra di stampe calcografiche moderne e contemporanee provenienti da Malta e dalla Svezia è in corso presso le Gallerie Superiori, Malta Society of Arts, La Valletta.

iMprint 6: Converging Directions rende omaggio alle opere grafiche di Emvin Cremona (1919-1987), uno degli artisti maltesi più influenti del XX secolo.

Presenta anche opere calcografiche di artisti internazionali, grazie alla collaborazione con Grafiska Sällskapet, l’Associazione di Stampatori Svedesi con sede a Stoccolma, fondata nel 1910.

La mostra biennale iMprint è organizzata e curata dagli artisti-stampatori Lino Borg, Justin Falzon e Jesmond Vassallo insieme allo storico dell’arte Christian Attard.

Come l’edizione precedente, iMprint 6 è realizzata in collaborazione con ArtiGrafika – la ONG con la missione di promuovere e incoraggiare gli artisti che lavorano nell’arte grafica in tutte le sue diverse forme a Malta.

iMprint pubblicherà un catalogo in edizione limitata che include un saggio di Anna Cremona (figlia di Emvin Cremona).

Converging Directions durerà fino al 23 novembre.

Xewka F’Qalbi Xewka F’Sormi

Una mostra collettiva che esplora la cultura dello stupro e celebra i 10 anni della Women’s Rights Foundation è attualmente in corso presso Rosa Queer in Main Street, Balzan.

Curata da Rachelle Deguara e sviluppata concettualmente con Emma Agius, la mostra presenta artisti che esplorano la cultura che normalizza o banalizza la violenza e/o l’abuso sessuale.

La mostra intende sfidare gli atteggiamenti della società e incoraggiare la conversazione sulla cultura dello stupro a livello locale, alla luce del lavoro svolto dalla Women’s Rights Foundation per questa causa, incoraggiando al contempo le discussioni sul consenso e sulla necessità di educazione e prevenzione.

Gli artisti partecipanti sono Emma Agius, Isaac Bezzina, Silke Debanant, Nicole Sciberras Debono, Nik Ebejer, Saaqia, Claire Farrugia, Shanice Farrugia, Robin Cassar Fiott, Sam Vassallo e Francesca Zammit.

La mostra rimarrà aperta fino al 25 novembre.

Attenzione: il contenuto della mostra può essere inquietante.

Maggiori informazioni sulla Women’s Rights Foundation sono disponibili all’indirizzo .

Sempreverde

Il Comune di Qrendi, in collaborazione con il Reġjun Punent e la Pastel Society of Malta, organizza una mostra a tecnica mista sul tema della natura presso la Cappella di San Matteo, Piazza Maqluba, Qrendi.

Gli artisti partecipanti sono Mary Clare Albanozzo, Noel Ancilleri, Anthony Lucian Cauchi, Joanne Fenech Portelli, Martin Formosa, Michelle Layfield, Erika Chircop, Chris Bugeja, Ethelbert Perini, Grace Cassar, Martin Scicluna, Mario Sant e Lady Joanna Wallbank.

Una percentuale delle vendite sarà devoluta all’Id-Dar tal-Providenza di Siġġiewi.

La mostra sarà inaugurata dal sindaco di Qrendi David Schembri il 18 novembre alle 19.30 e durerà fino al 26 novembre. Gli orari di apertura sono dal lunedì al sabato dalle 16.30 alle 20.00 e la domenica dalle 9.30 a mezzogiorno.

L’ingresso sarà gratuito.

Cattura della natura

Roberta Scerri presenterà la sua prima mostra personale presso il cortile della Malta Society of Arts a La Valletta, dal 16 al 29 novembre.

Saranno esposte dodici opere in acrilico, matita, pastello a gesso e pastello a olio.

Il tema generale è la consapevolezza ambientale e la diversità della fauna globale, che invita ad agire per proteggere la bellezza naturale che sta lottando per adattarsi tra gli esseri umani.

La mostra è realizzata a favore di BirdLife Malta e Moviment Graffitti.

Reverie

Un mondo utopico e incontaminato, libero dall’influenza umana, è rappresentato nella nuova collezione di dipinti di Jo Dounis presso la Palm Court Lounge di The Phoenicia Malta per tutto il mese di novembre.

Realizzato con tecnica mista e dipinto su uno strato di base che è strutturato e di conseguenza aggiunge profondità e tridimensionalità a ciascuna tela, ogni dipinto rappresenta una scena naturale perfetta, che potrebbe essere vissuta in un sogno ad occhi aperti o in una fantasia.

Nessuna delle composizioni include alcun accenno di edifici, né segni di civiltà o altre interferenze umane. L’attenzione è rivolta esclusivamente alla natura e alla sua enormità.

I panorami naturali, vissuti nel suo Paese d’origine o durante i suoi lunghi viaggi, sono una fonte di ispirazione infinita per Dounis. Il risultato è che alcuni dipinti possono essere facilmente associati ai familiari paesaggi mediterranei, mentre altri sono ispirati a scene nordiche o lontane.

Reverie, curata da Charlene Vella, è aperta fino alla fine di novembre.

Mostra d’arte a favore di Id-Dar tal-Providenza

Una mostra di dipinti, sculture e ceramiche donate da artisti maltesi e stranieri è aperta presso l’edificio del Parlamento a La Valletta.

Queste opere d’arte saranno poi messe all’asta online nell’ambito della Festa ta’ Ġenerożità, una celebrazione annuale in favore di Id-Dar tal-Providenza.

La mostra durerà fino al 30 novembre. Il pubblico può visitarla dal lunedì al venerdì tra le 9.00 e le 17.00 e il fine settimana tra le 9.00 e le 12.30. È necessario presentare la carta d’identità.

La Festa ta Ġenerożità si svolgerà presso il parcheggio Siġġiewi della casa il 1° gennaio e tutti sono invitati a partecipare.

ĠUF

Rebecca Bonaci terrà la sua prima mostra personale presso Spazju Kreattiv a La Valletta.

Facendo riferimento alla parola maltese che significa ‘grembo’, ĠUF esplora il tema della maternità contemporanea, informata dai ricchi resti e rituali preistorici trovati nell’arcipelago maltese. L’iconografia e le immagini del periodo primordiale sono reinterpretate dalla Bonaci e dal suo team curatoriale, con le opere d’arte in dialogo con i manufatti dell’epoca e con altri oggetti contemporanei.

La Bonaci attinge anche alla sua esperienza personale di legame familiare, di femminilità, di storia sociale recente, di maternità e di gravidanza, presentando un dialogo tra passato e presente.

La mostra, curata da Sarah Chircop e sostenuta dall’Arts Council Malta, rimarrà aperta fino al 2 dicembre.

Froġa / Farrago

Sebastian Tanti Burlò espone una collezione di dipinti ad olio presso la R Gallery di Sliema.

L’artista è noto per le sue vignette politiche sul Times of Malta, ma in questo caso sostituisce la penna con il pennello, pur mantenendo il suo commento sociale inappellabile, il suo gusto per l’assurdo, i suoi tratti satirici e una narrazione sovversiva di fondo. La natura, il giornalismo e i problemi del mondo sono rappresentati in questa mostra.

Il tragicomico viene indagato attraverso una romanticizzazione ideale del nostro Paese e di come la società si è evoluta, insieme a commenti su questioni mondiali che turbano il mondo in generale.

La mostra, ospitata presso la R Gallery of 26, Tignè Street, Sliema, durerà fino al 3 dicembre. Per maggiori informazioni, legga qui .

Occhio al mare

L’artista Trevor Diacono presenta la sua ultima collezione di opere presso Il-Kamra ta’ Fuq a Mqabba.

Diacono proviene da una famiglia di artisti che comprende suo nonno Victor Diacono, uno dei principali scultori maltesi del XX secolo, e suo zio Andrew Diacono, un nome che non ha bisogno di presentazioni tra gli appassionati d’arte locali.

L’artista afferma di vedere il suo viaggio “come una ricerca continua, spesso tormentosa, di tradurre le profondità intangibili dell’emozione e della percezione in una forma tangibile e tridimensionale”.

Egli porta avanti l’eredità della sua famiglia artistica che esplora il caricaturale nella società e oltre. In questa mostra, la porta avanti nelle sue sculture di pesci, umanizzandoli con i loro titoli spiritosi. Il tema di fondo è il mare, comprese le onde ondulate.

Eye Sea You, curata da Melanie Erixon, è in programma dall’11 novembre al 3 dicembre.

Pathos

Chris Ebejer presenta una nuova collezione di opere in vari media, tra cui terracotta, bronzo, porcellana e marmo al MUŻA di La Valletta.

La fonte di ispirazione dell’artista è la mitologia e gli dei, nonché lo spirito mediterraneo. Le sculture figurative, così come i rilievi, sono il risultato di lunghe ore di riflessione profonda.

Lo scultore ha lavorato a queste opere sia a Malta che in Italia, dove trascorre lunghi periodi di tempo lavorando il bronzo e il marmo.

Pathos rimarrà aperta fino al 10 dicembre. L’ingresso è gratuito e gli orari di apertura sono dal lunedì alla domenica, dalle 10.00 alle 18.00.

Emozioni dello Spirito

Una collezione di 28 opere di Ivan Grixti è aperta ai visitatori al Livello O, SkyParks Business Centre, MIA, Luqa, fino alla fine di dicembre.

Le opere includono diversi ritratti, tra cui un autoritratto, quello di uomini senza tetto e di Papa Benedetto. Ci sono anche degli astratti e una rappresentazione della guerra, tra gli altri.

Grixti è appena tornato da Poznan, in Polonia, dove ha vissuto, studiato e lavorato come educatore negli ultimi 12 anni. Lì ha imparato la lingua e ha frequentato diversi corsi d’arte. Si è laureato in Scienze dell’Educazione: Disegno tecnico e Design & Tecnologia (2001-05) presso l’Università di Malta e poi ha frequentato un corso post-laurea presso l’Istituto di Belle Arti Marie-Curie Sklodowska, Lublino, Polonia (2021-2022).

A Malta, ha studiato con Anthony (Tony) Demicoli, Paul Vella Critien, Anthony (Anton) Calleja e Philip Agius. Ha esposto a Malta, in Polonia e in Francia.

ALTRE MOSTRE

Tè antico con nuovo glamour

Il Centro Culturale Cinese di Malta ospita una mostra sul tema ‘Tè per l’Armonia’, organizzata in collaborazione con l’Amministrazione Municipale della Cultura e del Turismo di Xi’an.

Con intriganti esposizioni, manufatti, dipinti e fotografie della città di Xi’an, questa nuova mostra apre una finestra sul significato duraturo del tè nella cultura cinese.

Un servizio da tè dorato in stile Tang, realizzato in bronzo, oro e argento, è l’attrazione principale. Altre esposizioni includono un lotto di oggetti reali da tè che sono stati portati alla luce nel 1987 nell’antico Tempio buddista Famen, nel nord-ovest dello Shaanxi, e un’edizione moderna ristampata e rilegata in filo di lana de Il Classico del Tè, considerato la prima monografia conosciuta sul tè al mondo, scritta da Lu Yu tra il 760 CE e il 762 CE, durante la Dinastia Tang.

È possibile visitare la mostra, che rimarrà aperta fino alla fine di quest’anno, presso il Centro Culturale Cinese, 173, Melita Street, La Valletta. Il centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.00, e dalle 13.30 alle 16.00. L’ingresso è gratuito.

Il viaggio del Presepe con San Francesco

Una mostra di presepi natalizi, frutto della collaborazione tra Heritage Malta e Għaqda Ħbieb tal-Presepji Għawdex Malta, è stata inaugurata presso il Palazzo del Gran Maestro, sotto gli auspici del Presidente George Vella.

Intitolata Il viaggio del presepe con San Francesco, questa mostra fa parte di una serie di iniziative in tutto il mondo, organizzate dalla Federazione Internazionale Amici del Presepio, che celebra l’800° anniversario dalla creazione del primo presepe da parte di San Francesco a Greccio, in Italia.

Sono esposti circa 60 presepi di artisti maltesi e stranieri, realizzati con materiali diversi, tra cui cartapesta, vetro e jablo.

Per tutta la durata della mostra saranno organizzati diversi workshop che tratteranno argomenti come la creazione di presepi, gli accessori per presepi e le statuine per presepi. Si terranno anche delle conferenze sulla storia dei presepi natalizi.

Heritage Malta pubblicherà un catalogo informativo a colori su questa mostra, con un’introduzione generale sulle tradizioni natalizie e sul presepe maltese, e un set da presepe a 15 figure in edizione limitata e numerata.

La mostra durerà fino al 21 gennaio. Tutti i profitti saranno destinati al Malta Community Chest Fund. L’ingresso è da Merchants Street.

Fare Convito: L’archeologia del banchetto nella Malta ospitaliera (dal XVI al XVIII secolo)

Una serie di vasi in maiolica e porcellana, utilizzati sia per l’esposizione che per servire il cibo durante i banchetti formali nella Malta ospitaliera, è in mostra presso la Sala Romegas, Museo Nazionale di Archeologia, fino alla fine di dicembre.

La mostra, intitolata Fare Convito: L’archeologia del banchetto nella Malta ospitaliera (XVI-XVIII secolo), approfondisce il modo in cui il cibo, l’arte e la politica si sono uniti nel rituale del banchetto barocco – la condivisione formale e comunitaria di cibo e bevande – tra il XVI e il XVIII secolo a Malta.

Durante questo periodo, sotto l’Ordine di San Giovanni, Malta importò molti aspetti della cultura culinaria europea, principalmente dall’Italia rinascimentale e dalla Francia rococò. Una caratteristica particolarmente sorprendente era il Convito – il banchetto formale – che forniva uno sfondo teatrale per le discussioni e gli intrighi politici.

Tra questi, due piatti del tardo Rinascimento appartenenti alla famosa credenza del Cardinale Farnese, una porcellana cinese Ming importata a Malta, importanti esempi di piatti araldici del Sud Italia e una vasta gamma di maioliche francesi e del Nord Italia, tra cui esempi nello stile rococò di Moustier.

L’ingresso è gratuito. La mostra si sposterà nel Palazzo dell’Inquisitore a Vittoriosa da gennaio a marzo 2024. Un opuscolo sarà disponibile per la vendita in entrambe le mostre.


RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

La festa di Malta ottiene lo status di patrimonio dell’Unesco

La "festa" è stata riconosciuta dall'UNESCO come parte del patrimonio culturale immateriale di Malta che necessita di una salvaguardia urgente, garantendo una maggiore protezione...