Connect with us

Business

Il fenomeno Finfluencer

Published

on

I finfluencer esercitano un potere significativo sulle decisioni di acquisto e sulle opinioni del loro pubblico in merito a prodotti e servizi.

I social media sono diventati uno strumento indispensabile per la condivisione di informazioni in diversi settori. Nel settore dei servizi finanziari, svolgono un ruolo fondamentale nel coinvolgimento dei clienti attuali e potenziali. Sempre più spesso, le aziende sfruttano l’influenza di individui con un notevole seguito online – noti come “finfluencer” – per generare contenuti su argomenti finanziari. Questi influencer hanno un potere significativo sulle decisioni di acquisto e sulle opinioni del loro pubblico in merito a prodotti e servizi. Tuttavia, è importante notare che molti di questi finfluencer non hanno le competenze e le qualifiche necessarie per fornire una consulenza finanziaria accurata. Pertanto, è essenziale che i consumatori prestino attenzione quando si imbattono in contenuti prodotti da finfluencer.

Che cos’è un finfluencer?

I finfluencer (abbreviazione di Financial influencer) sono persone che di solito hanno una presenza attiva sulle piattaforme dei social media e che si impegnano con il loro pubblico fornendo consigli finanziari e condividendo la propria esperienza nella gestione delle finanze personali. In generale, questi finfluencer creano contenuti sui social media sotto forma di video, brevi filmati, storie e foto di prodotti o servizi offerti da enti regolamentati o non regolamentati.

Sulle piattaforme dei social media, come Youtube, Instagram e TikTok, è possibile trovare una serie di contenuti relativi alla finanza, che sono i più popolari tra i giovani. I contenuti più comuni comprendono sia pubblicità di prodotti o servizi finanziari da parte di entità autorizzate, sia la condivisione di contenuti personalizzati creati dai fininfluencer, presumibilmente sulla base della loro esperienza nella gestione finanziaria o negli investimenti.

Le informazioni condivise online si concentrano tipicamente sui mercati finanziari e sulle strategie di investimento utilizzate dai rispettivi finfluencer, con l’obiettivo di esercitare la loro influenza sulle decisioni di acquisto del loro pubblico.

I rischi

I finfluencer possono ricevere compensi sotto forma di sponsorizzazioni o pagamenti in denaro da parte di chi li nomina per attirare clienti. Il loro obiettivo principale è creare contenuti che attirino un vasto pubblico. Nel complesso, le informazioni fornite dai finfluencer sembrano essere piuttosto facili da capire, accessibili e generalmente gratuite rispetto alla consulenza finanziaria fornita da una società di investimento autorizzata. Spesso, tuttavia, il contenuto non include in modo appropriato i rischi dei prodotti o dei servizi promossi e viene data maggiore enfasi all’esagerazione dei potenziali guadagni. Le informazioni relative alle caratteristiche dei prodotti finanziari, come la complessità e i rischi connessi, in particolare quello di perdere il denaro investito, non sono sempre menzionate.

Advertisement

Prodotti finanziari complessi come: Contratti per differenza (CFD), negoziazione di valute estere (FOREX), criptovalute e prodotti strutturati, tra gli altri, presentano diversi rischi per i clienti al dettaglio e l’assenza di una chiara divulgazione può far sì che l’osservatore riceva informazioni poco chiare o fuorvianti. I contenuti condivisi dai finfluencer possono inoltre indurre gli investitori ad acquistare o vendere prodotti, anche molto complessi, senza prendere le necessarie precauzioni o senza accertarsi che tali prodotti siano appropriati o adatti a loro. Il più delle volte, tali finfluencer non sono autorizzati e abilitati a svolgere tali attività ed è quindi molto probabile che le loro attività si traducano in attività non autorizzate da parte del finfluencer.

A cosa fare attenzione

Poiché il fenomeno è in aumento, è necessario rimanere vigili quando ci si imbatte in questi finfluencer. È possibile adottare una serie di misure per valutare la credibilità di ciò che si sta guardando e leggendo. L’Autorità maltese per i servizi finanziari (Malta Financial Services Authority) ha un registro dei servizi finanziari online sul proprio sito web, che può essere utilizzato per determinare se l’azienda promossa dal finfluencer è effettivamente autorizzata a fornire i propri servizi a Malta. In genere, i finfluencer possono non essere autorizzati come consulenti finanziari, il che significa che non sono stati sottoposti a una valutazione di idoneità e correttezza da parte di un’autorità di regolamentazione competente. Di conseguenza, questi finfluencer potrebbero fornire consulenza finanziaria in modo illegale, poiché non dispongono della necessaria licenza. È imperativo intraprendere le ricerche necessarie per determinare se tali individui sono debitamente autorizzati dalla MFSA o da un’autorità di regolamentazione dell’UE a fornire servizi a Malta.

Un altro aspetto da tenere presente è che i finfluencer possono utilizzare tecniche di marketing ingannevoli per pubblicizzare selettivamente i vantaggi degli strumenti finanziari senza approfondire i rischi e le complessità corrispondenti. L’organizzazione di seminari è una tecnica di hard selling che utilizzano per attirare gli individui ad acquistare specifici prodotti finanziari. Questi eventi includono anche testimonianze di altre persone che condividono le loro storie di successo nel realizzare rapidi profitti, al fine di rendere più attraente il trading di prodotti finanziari ad alto rischio.

I social media sono pieni di cosiddetti “esperti” di finanza che si rivolgono alle persone con promesse di denaro facile, spesso senza rivelare i rischi associati. Gli individui devono prestare estrema cautela nel consultare i contenuti finanziari online, anche in considerazione dell’aumento delle truffe, che possono essere difficili da riconoscere e spesso appaiono autentiche. Prima di impegnarsi con le aziende promosse sui social media o di prendere decisioni di investimento, è fondamentale ottenere informazioni complete. Ricordate la semplice regola: se qualcosa sembra troppo bello per essere vero, di solito lo è!

Pauline Tonna (left) and Sarah PulisPauline Tonna (a sinistra) e Sarah Pulis

Continue Reading