Connect with us

Business

Gli Stati Uniti sanzionano i dirigenti della società di software Kaspersky e vietano la vendita del suo antivirus

Published

on

La sede di Kaspersky Lab a Mosca. Foto: AFP

Gli Stati Uniti hanno presentato venerdì delle sanzioni contro 12 alti dirigenti dell’azienda russa di sicurezza informatica Kaspersky Lab, un giorno dopo aver vietato la vendita del suo popolare software antivirus per motivi di sicurezza nazionale.

Le sanzioni, di ampia portata, prendono di mira molti dei dirigenti più anziani di Kaspersky Lab, tra cui il suo direttore operativo, mentre risparmiano l’amministratore delegato e l’azienda stessa, ha dichiarato il Dipartimento del Tesoro in un comunicato che annuncia la designazione.

“L’azione odierna contro la leadership di Kaspersky Lab sottolinea il nostro impegno a garantire l’integrità del nostro dominio informatico e a proteggere i nostri cittadini dalle minacce informatiche dannose”, ha dichiarato Brian Nelson, sottosegretario al Tesoro degli Stati Uniti per il terrorismo e l’intelligence finanziaria.

“Gli Stati Uniti interverranno laddove necessario per ritenere responsabili coloro che cercano di facilitare o altrimenti consentire queste attività”, ha aggiunto.

Le sanzioni del Tesoro arrivano un giorno dopo che il Dipartimento del Commercio ha dichiarato di voler vietare all’azienda di cybersicurezza con sede a Mosca di fornire i suoi popolari prodotti antivirus negli Stati Uniti.

Advertisement

L’annuncio è arrivato dopo una lunga indagine che, secondo il Dipartimento del Commercio, ha rilevato che “la prosecuzione delle operazioni di Kaspersky negli Stati Uniti rappresenta un rischio per la sicurezza nazionale a causa delle capacità informatiche offensive del governo russo e della capacità di influenzare o dirigere le operazioni di Kaspersky”

La mossa è la prima azione di questo tipo intrapresa da quando un ordine esecutivo emesso durante la presidenza di Donald Trump ha dato al Dipartimento del Commercio il potere di indagare se alcune aziende rappresentano un rischio per la sicurezza nazionale.

Kaspersky, in una dichiarazione rilasciata all’AFP, ha affermato che le sanzioni del Tesoro sono “ingiustificate e prive di fondamento”, aggiungendo che si basano su preoccupazioni geopolitiche piuttosto che su una “valutazione completa” dell’integrità dei suoi prodotti e delle sue operazioni.

“Né Kaspersky né il suo team di gestione hanno legami con alcun governo”, ha continuato, definendo le accuse del Tesoro “pura speculazione, priva di prove concrete di una minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti”

Mosca ha criticato la decisione di vietare la vendita del software antivirus di Kaspersky.

“Kaspersky Lab è un’azienda molto, molto competitiva a livello internazionale”, ha dichiarato venerdì il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

“Questo è uno dei metodi preferiti di concorrenza sleale da parte degli Stati Uniti. Ricorrono a queste tattiche ogni volta”

Advertisement

rischio “inaccettabile

Il portavoce del Dipartimento di Stato americano Matthew Miller ha dichiarato venerdì che l’azienda era soggetta alla “giurisdizione, controllo o direzione del governo russo, che potrebbe sfruttare l’accesso privilegiato per ottenere dati sensibili”

Questo pone “un rischio inaccettabile per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti o per la sicurezza delle persone statunitensi”, ha aggiunto in un comunicato.

Kaspersky ha sede a Mosca, ma ha uffici in 31 Paesi in tutto il mondo e serve più di 400 milioni di utenti e 270.000 clienti aziendali in oltre 200 Paesi, secondo il Dipartimento del Commercio.

Le ultime sanzioni riguardano molti dirigenti di Kaspersky, tra cui il direttore operativo Andrei Tikhonov e il direttore legale Igor Chekunov, secondo il Dipartimento del Tesoro.

Tra le altre persone sanzionate ci sono il vice CEO Daniil Borshchev, il responsabile dello sviluppo del business e membro del consiglio di amministrazione Andrei Efremov e il responsabile delle comunicazioni aziendali Denis Zenkin.

Advertisement
Continue Reading